Piace il Nettuno2 di Alberto D’Auria, quando il lavoro paga!

Pubblicato il Mag 13 2019 - 5:26pm by Giovanni Colantuono

Con le due vittorie fatte registrare lo scorso fine settimana sul Papalini Pesaro nel primo turno di Intergirone di SerieA2, il Nettuno2 del manager Alberto D’Auria ha consolidato il terzo posto nel girone D alle spalle del duo Athletics Bologna e Fiorentina. Ancora una volta la giovane squadra nettunese ha messo in campo un baseball pratico e redditizio, capace di sfruttare al meglio le occasioni che l’attacco si trova ad affrontare.

Squadra giovane e nettunese, guidata magistralmente dalla sapiente gestione di Alberto D’Auria che continua a dimostrare di essere un manager di valore assoluto. L’ex interno del Nettuno che dominò la scena negli anni 90 ha accettato sempre sfide importanti nella sua carriera da manager, mettendo avanti sempre il lavoro. Quello durante la settimana, sempre sul campo con impegno e serietà, anche tra le difficoltà.

Gli affidarono il Nettuno2 nel 2015 in IBL, la squadra era giovanissima e D’Auria chiude la stagione con 11 vittorie. Un risultato importante con l’aggiunta di aver continuato a far crescere giocatori nettunesi che l’anno prima avevano giocato la massima serie con Guglielmo Trinci.

D’Auria viene quindi confermato alla guida del roster anche l’anno successivo quando al posto del Nettuno2 viene iscritto in IBL il Nettuno Baseball City. Quella conferma non fu così scontata, nel periodo di off season 2015-2016, ci fu un tentativo della dirigenza del City di portare alla guida della squadra Carlo Morville. La cosa non si concretizzò e D’Auria fu confermato. E’ la stagione 2016 e la squadra guidata da Alberto D’Auria con 21 vittorie in regular season conquista i playoff! Altro risultato di valore, considerato che quella squadra era praticamente tutta nettunese, nel roster c’erano solo Rogelio Maldonado, Onelio Fondin, Juan Torres ed i lanciatori Rodney Rodriguez, Paul Estrada e Eulogio De La Cruz.

Nel 2017 altra stagione positiva del manager nettunese che per la seconda volta consecutiva porta il Nettuno Baseball City nei playoff, disputando una regular season strepitosa con 22 vittorie! I meriti di D’Auria sono evidenti. La squadra gioca con determinazione, i talenti nettunesi come Andrea Sellaroli, Mattia Mercuri, Mario Trinci, Leo Colagrossi e Federico Giordani crescono ed i risultati nascondo anche gli errori nella campagna acquisti degli stranieri commessi dalla dirigenza del City. Alberto D’Auria gioca infatti per tutta la stagione con il solo Ronald Bermudez nel lineup, con Andrea Sellaorli che con la fiducia di D’Auria tolse il posto da titolare ad Omar Luna che fu tagliato ma non sostituito con un altro giocatore.

Finita la stagione ritornano insistenti le voci su Carlo Morville e questa volta la cosa si concretizza. Il City non conferma Alberto D’Auria e affida la squadra a Morville. Per D’Auria, che comunque continua anche a far parte stabilmente dello staff azzurro di Gilberto Gerali, c’è pronto il Nettuno2 ad accoglierlo per affidargli la squadra di SerieA2. La accetta con grande umiltà continuando a fare quello che gli riesce sempre bene, il tanto lavoro sul campo.

Siamo al 2018 e con una bellissima regular season di A2 la squadra guidata da Alberto D’Auria conquista i playoff per la promozione in A1. E’ ancora una volta un roster giovane quello affidato al coach azzurro, e ancora una volta lui sorprende tutti e raggiunge un risultato che nessuno poteva pronosticare alla vigilia. Oggi la storia si sta quindi ripetendo. Basta guardare il ruolino di marcia del Nettuno2 nel girone D della SerieA2 dove D’Auria è protagonista con la sua giovane squadra “made in Nettuno”.

Il tutto fa riflettere, soprattutto in questi ultimi giorni in cui proprio il Nettuno City è alle prese con una pesante crisi di risultati e di identità. Un manager di valore come Alberto D’Auria il City lo aveva in casa, ed ora che la fiducia in Morville vacilla, si cerca un nuovo manager.

 

WordPress Author Box
Giovanni Colantuono

Nato a Nettuno. Ha iniziato la carriera giornalistica nel 1991 nell’emittenza televisiva privata come autore e conduttore della rubrica settimanale sul baseball Casabase. Allievo del Piccolo Gruppo di Giornalismo Radio-Televisivo di Michele Plastino, ha poi collaborato con il quotidiano Il Tempo e con varie agenzie di stampa. Radiocronista di Idea Radio ed autore di due film reportage sulla Coppa Campioni di Parigi del ’91 e dell’Europeo del ’91. E’ stato per tre anni addetto stampa del Nettuno e collaboratore dei siti BaseballItalia.it e Baseball.it.. Nel marzo del 2012 è cofondatore di BaseballMania.it di cui è l'editore e il Direttore Editoriale.

Like us on Facebook
Giovanni Colantuono

Follow me on Twitter
Follow @https://twitter.com/g_colantuono on Twitter
Giovanni Colantuono

1 Commento Unisciti anche tu alla conversazione!

  1. Pino 14 maggio 2019 at 07:18 - Reply

    Non fa una piega…., presumibilmente non era AMICO di bernicchia

Lascia un commento