Per la finale contro il Rimini la squadra di Doriano Bindi si rivoluziona. Rotazione tutta straniera con il colpo Anthony Capra e Persichina interbase.

Pubblicato il Ago 4 2014 - 10:20am by Giovanni Colantuono

Anthony Capra, a Wichita nel 2014

San Marino cala il tris! Alla vigilia della finalissima dell’European Cup la squadra del manager Doriano Bindi cambia fisionomia per tentare la conquista del massimo titolo europeo per club. Quella dei Titani è una vara e propria rivoluzione nell’assetto del monte di lancio, con la chiara strategia di affrontare le gare di finale contro il Rimini con una rotazione di lanciatori stranieri.

A Junior Guerra si affiancheranno infatti Francisco Cruceta e Anthony Capra. Due nome di assoluto valore. Cruceta lo conosciamo già avendo disputato una stagione in IBL proprio con il Rimini, di Anthony Capra si è parlato molto durante la scorsa off season essendo stato a lungo un obiettivo di mercato dei Pirati.

Il terzo giocatore ingaggiato dal San Marino è Joe Persichina, anche lui ex Rimini, che il manager Doriano Bindi utilizzerà nel ruolo di interbase. Cambia quindi fisionomia il San Marino che con l’arrivo di Cruceta e Capra rinuncerà, oltre che a Cubilan, anche a Vasquez e Duran.

Nelle prossime ore si attende l’ufficializzazione delle tre operazioni.

WordPress Author Box
Giovanni Colantuono

Nato a Nettuno. Ha iniziato la carriera giornalistica nel 1991 nell’emittenza televisiva privata come autore e conduttore della rubrica settimanale sul baseball Casabase. Allievo del Piccolo Gruppo di Giornalismo Radio-Televisivo di Michele Plastino, ha poi collaborato con il quotidiano Il Tempo e con varie agenzie di stampa. Radiocronista di Idea Radio ed autore di due film reportage sulla Coppa Campioni di Parigi del ’91 e dell’Europeo del ’91. E’ stato per tre anni addetto stampa del Nettuno e collaboratore dei siti BaseballItalia.it e Baseball.it.. Nel marzo del 2012 è cofondatore di BaseballMania.it di cui è l'editore e il Direttore Editoriale.

Like us on Facebook
Giovanni Colantuono

Follow me on Twitter
Follow @https://twitter.com/g_colantuono on Twitter
Giovanni Colantuono

5 Commenti Unisciti anche tu alla conversazione!

  1. massimo 4 agosto 2014 at 13:52 -

    Giovanni secondo te ma il Sanmarino tesserando questi giocatori fa’ un buon affare anche vincendo la coppa?
    Che rientro economico puo’ dare la vittoria in rafffronto agli ingaggi che paghera’ la societa’ del monte Titano?
    Comunque e’ una regola che non condivido, ciao e grazie

  2. Redsox 4 agosto 2014 at 14:41 -

    Nel sito dei Wichita Wingnuts Anthony Capra compare nella “disabled list” ovvero lista degli infortunati. E’ rotto davvero o il suo infortunio è solo ‘diplomatico’?

  3. Giovanni Colantuono
    Giovanni Colantuono 4 agosto 2014 at 16:47 -

    Alla domanda di Massimo non ho una risposta. San Marino è ovvio che vuole fortemente la vittoria in European Cup e quindi non bada a spese. Non credo che una società come il San Marino,prima di spendere, vada a considerare un certo tipo di ritorno economico, anche perchè nessuna squadra della IBL ha ritorni economici che giustificano le spese di mercato.
    Per Redsox, attenzione perchè Capra non è in “Disabled List”, che riguarda gli infortunati. Ma è nella “Inactive List” cioè momentaneamente fuori roster, che non significa necessariamente che sia infortunato.

  4. Gabriele 5 agosto 2014 at 06:09 -

    Le 15 persone che affollano gli spalti di Serravalle saranno entusiaste di questi ingaggi .

  5. ivano 5 agosto 2014 at 10:31 -

    per l’occasione finale coppa forse si potra arrivare anche a 17 persone