Ottenuto il ripescaggio per la SerieA2, mentre la A1 si ferma a 10 squadre. Primo passo verso il ritorno al vertice del movimento. Dalla dirigenza:”Niente prestiti di giocatori presso altre società di prima serie”

Pubblicato il Dic 19 2019 - 12:43am by Redazione Baseballmania

Il Consiglio Federale della FIBS di oggi ha sancito la salita del Nettuno BC 1945 dalla serie C alla serie A2 accogliendo la richiesta di ripescaggio. Contemporaneamente il massimo organismo della federazione ha fermato a 10 il numero della squadre per la SerieA1 accettando solo le richieste di ripescaggio di Grizzlies Torino, Collecchio e Nettuno2. La richiesta della massima serie da parte del Nettuno BC 1945 è stata resa inutile dalla mancanza della dodicesima richiesta che avrebbe aperto anche le porte della A1. Ad oggi però resta ancora uno spiraglio, visto che nella composizione della A1 ci sono squadre che potrebbero avere problemi ad affrontare un girone unico, invece dei due giorni previsti inizialmente dalla FIBS. Come c’è qualche squadra che potrebbe avere grossi problemi di budget. Per questo un’eventuale rinuncia di qualche squadra potrebbe di nuovo aprire la porta della A1 al Nettuno BC 1945.

Il ripescaggio in A2 è stato comunque accolto con entusiasmo dalla dirigenza nettunese, ecco di seguito il comunicato ufficiale pubblicato sulla pagina ufficiale social del club:

Con il presente comunicato la Dirigenza tutta dell’ASD Nettuno BC 1945 rimarca l’importanza fondamentale del traguardo conquistato questa mattina in sede di Consiglio Federale FIBS. Il ripescaggio in Serie A2 rappresenta per la società un primo importante passo verso il ritorno ai massimi livelli del baseball nazionale ed internazionale.
Il presidente Fabio Bonifazi sottolinea, inoltre, come sia fondamentale ora il pieno sostegno di tutti i giocatori in roster. Solo con unità di intenti e vedute comuni sarà possibile avviare nell’immediato un ciclo vincente che riporterà il Nettuno BC 1945 nella serie che gli compete.
Pertanto, in vista di una immediata risalita in Serie A1, non saranno concessi trasferimenti o prestiti di giocatori presso altre società di prima serie.

Cogliamo l’occasione per fare i complimenti ad i migliori in bocca al lupo al Nettuno2 per la nuova esperianza che dovrà affrontare nel campionato di A1.

Dunque primo passo verso il ritorno nella massima serie, un obiettivo da raggiungere nel minor tempo possibile e per questo tutto il roster della squadra è destinato a restare a disposizione del manager Guglielmo Trinci, come specifica la nota della dirigenza quando sottolinea che nessun giocatore verrà ceduto in prestito ad altre squadre della massima serie.

 

2 Commenti Unisciti anche tu alla conversazione!

  1. luigi 19 dicembre 2019 at 10:02 -

    Allora voce grossa del regolamento fibs: le squadre che vincono il campionato di A2 e vanno in A1 e si vedono costrette a rinunciare…ripartiranno dalla C, così imparano a vincere il campionato per niente…. Poi se sei in C chiedi un bel ripescaggio di una o due serie ma anche diretto in A1 dipende dalle opportunità. Che teatro!!!! Senza nulla togliere al valore globale di Nettuno, i settori giovanili, la scuola, che hanno sfornato centinaia di giocatori di cui poi usufruiscono anche le altre società. Mi viene in mente Imola ripartita dalla C non poteva essere mantenuta in A2?? Oppure molte di A2 che nei paly off tirano il freno a mano – meglio non vincere se no poi tocca ripartire dalla C. Della serie “la legge è uguale per tutti ma per qualcuno è più uguale”……

  2. Mah 19 dicembre 2019 at 15:27 -

    Per curiosità qualcuno sa dire quando è avvenuta la richiesta di ripescaggio in A2 del Paternò ? Dal Vs. sito risultava avesse richiesto unicamente il ripescaggio in Serie B, al contrario per esempio del Nettuno 1945 che ha effettuato doppia richiesta di ripescaggio, A1 e A2, ed ha avuto soddisfatta solo la seconda richiesta.