Le squadre italiane e olandesi si spartiscono i primi dieci posti. Nei Top Ten anche Rimini, Parma, Nettuno e San Marino

Pubblicato il Mag 7 2018 - 8:58pm by Francesco Raco

E’ finalmente online il BaseballMania European Top 100 History Ranking! Aggiornato al 2017, la classifica sorride all’Italia: la Fortitudo Bologna stacca di un’inezia il Neptunus e conquista la vetta!

Come da pronostico, Italia ed Olanda si spartiscono equamente le prime 10 posizioni (con l’eccezione di San Marino, squadra straniera ma militante nel campionato italiano).

L’idea alla base dei calcoli è semplice: onorare la longevità dei club più presenti nella memoria dei tifosi, esaltando chi tra questi ha più successo nella storia recente degli ultimi 5 anni. In questo contesto spiccano i piazzamenti di club indimenticabili come BBC Grosseto, Haarlem Nicols, Milano, Puc, Viladecans, Piratas de Madrid, Picadero Barcelona e tanti altri…

Il nostro Top 100 History Ranking è frutto di una formula che premia tanto le vittorie nelle ultime 5 stagioni, quanto il Palmares dal 1963 ad oggi e il numero di partecipazioni alle edizioni di Coppa Campioni e campionato nazionale di massima categoria.

I fattori valutati sono dunque 3 e possiedono tale denominazione:

– Media Recente

– Premio Palmares

– Premio Longevità.

I primi due valori sono accorpati nel calcolo poiché esprimono entrambi il rendimento del singolo club (mediamente la storia recente incide maggiormente rispetto al Palmares), mentre il Premio Longevità valorizza i club con più anni di militanza nelle competizioni continentali.

BaseballMania condivide i fogli di lavoro del Ranking con tutti i suoi lettori intenzionati ad approfondire i criteri di calcolo, le valutazioni preliminari e le fonti dalle quali la nostra redazione ha attinto il materiale.

 

Ecco il link del nostro nuovo portale “Ranking”:

 

BASEBALLMANIA EUROPEAN TOP 100 HISTORY RANKING

WordPress Author Box
Francesco Raco

Nato nel 1993 a Roma, città dove vive. Studente universitario con una grande passione: il baseball. Ha conosciuto il gioco da bambino guardando serie anime giapponesi in TV, poi il padre, che è di Nettuno, lo ha portato ad assistere a una partita del Nettuno BC: fu amore a prima vista. Tutt'oggi non è difficile trovarlo seduto sulle gradinate dello stadio Steno Borghese, sempre sopra alla prima base e con in testa il cappellino raffigurante la “N”. Predilige un approccio sabermetrico nella valutazione dei giocatori, senza ridurre però il baseball a una scienza esatta e svilirne così le componenti emozionali e genuine: è infatti un tifoso molto caldo e passionale nel modo di vivere le partite.

2 Commenti Unisciti anche tu alla conversazione!

  1. Daitarn 7 maggio 2018 at 23:19 -

    Questo non puo’ che far piacere.Non avrei mai pensato di essere avanti a Rotterdam.Certamente e’ un ranking in continua evoluzione e sta a noi conservare la posizione,anche se non nascondo che sara’ difficile,quest’anno piu’ che mai,con un campionato italiano molto competitivo ed un girone di Champions che eufemisticamente parlando lo definirei arduo,ma per vincere occorre incontrare e battere i migliori,in Italia come in Europa.

  2. Francesco Raco 8 maggio 2018 at 18:43 -

    Il Neptunus si è piazzato leggermente meglio come media recente, Palmares e numero di Coppe Campioni disputate. La differenza è tutta nel numero di partecipazioni al Campionato nazionale di massima categoria: 38 per il Neptunus e ben 54 per la Fortitudo Bologna! Se consideriamo che le olandesi hanno vinto 16/54 edizioni di Coppa Campioni e le italiane 31/54 (San Marino escluso), ecco che tali partecipazioni ai campionati nazionali di massima categoria sono quotate rispettivamente 38 X 29,63 e 54 X 57,41. La mia idea di Ranking si basa proprio su questo tipo di riflessione: i risultati recenti e marginalmente i titoli incidono al 100% sulla media, ma soltanto a parità di militanza in Campionato e Coppa Campioni. Così assume notevole rilevanza l’impegno delle società più presenti storicamente nel panorama continentale.
    Il Neptunus ha un palmares impressionante in rapporto alla militanza nelle competizioni che ha disputato, ma mediamente le squadre più longeve (in termini di partecipazione alle competizioni) hanno anche il palmares più alto delle altre e in questo aspetto Premio Palmares e Premio Longevità sono in stretta correlazione; in alcuni casi poi, la somma dei contributi di Premio Palmares e Premio Longevità supera abbondantemente il 60% del punteggio finale: è questo il caso di Parma e Nettuno, entrambe in Top 10!