La esprime il presidente Naldoni in un comunicato diffuso alla stampa:”Vittime di questa opaca vicenda”!

Pubblicato il Dic 23 2015 - 2:25pm by Redazione Baseballmania

Conosciamo tutti ormai da tempo quello che è successo con l’assegnazione dell’European Cup 2016. A distanza di qualche giorno dalla decisione della CEB, dal nostro sito annunciata in anteprima su tutti gli organi d’informazione del baseball italiano, arriva il comunicato del Presidente del Godo Carlo Naldoni che esprime tutta l’amarezza per quanto è accaduto. Di seguito il comunicato arrivato in Redazione:

Finalmente anche il sito della FIBS riporta la notizia (mentre lo fanno dandola per certa da tempo i siti baseballmania, mybaseball e baseball.it/now).

Prendiamo atto con molto rammarico della decisione della CEB, che, sembrerebbe dopo vibranti proteste del S. Marino baseball, e senza neppure porsi il problema di verificare, ha deciso che la Coppa Campioni di baseball 2016 si svolgerà in Italia su campi di Rimini e………… S.Marino. Ci pare che il mondo del baseball e dei social di baseball on line abbia tirato finalmente un sospiro di sollievo per il ritorno alla loro normalità che il fantasma del Godo aveva reso incerta: pericolo di lesa maestà scongiurato! Noi non ne siamo consolati di certo, anzi.
Come noto il Rimini baseball, di sua spontanea iniziativa, aveva chiesto al Godo baseball di farsi carico della manifestazione assieme a loro, come secondo campo, cosa che, secondo gli accordi presi, avrebbe comportato lo svolgimento di un girone e di una semifinale nella settimana fra il 31 maggio e il 3 Giugno sul campo “A. Casadio” di Via Rivalona a Godo. Noi come società non avevamo fatto che rispondere positivamente alla richiesta del Rimini baseball e, come sempre, avremmo ospitato molto volentieri la prestigiosa manifestazione al massimo livello ed impegno che abbiamo sempre dimostrato di avere tutte le volte che abbiamo ospitato grandi eventi nazionali ed internazionali.
Ricordiamo le tre partite dei mondiali del 2009 e due partite dello stesso nei pre-mondiali, alcune partite della nazionale italiana, diverse edizioni dell’Italian baseball week ecc.
Tutto ciò è stato possibile proprio per il livello organizzativo sempre dimostrato e un campo omologato internazionalmente dalla ibaf con un’illuminazione all’altezza ed anche superiore a quella attuale sia del Rimini che del S. Marino.
Visto che il 2016 sarà anche l’anno in cui non disputeremo il campionato di IBL1, dopo dieci anni ininterrotti, ospitare la Coppa Campioni ci avrebbe in parte compensato di questa dolorosa decisione e consentito di rimanere quindi nel grande giro in attesa di tempi migliori.
C’è da sottolineare che la decisione per noi è stata presa senza una valida e soprattutto chiara ragione parrebbe dopo una incomprensibile levata di scudi del S. Marino. Dai numerosi contatti telefonici avuti nei giorni scorsi, fibs compresa, abbiamo ricevuto solo incerte, contraddittorie e confuse informazioni che non ci hanno di certo chiarito le ragioni di simile decisione.
Questo ci ha molto amareggiato perché alla fine della vicenda risultiamo le uniche vittime innocenti ed inconsapevoli di questa opaca vicenda.
Un sincero (e sarcastico) ringraziamento a tutti coloro che hanno contribuito a questo risultato.
Aggiungo che a questa si aggiunge l’amarezza di non aver mai ricevuto da nessuno neppure un semplice grazie per aver garantito per dieci anni lo svolgimento regolare del massimo campionato nazionale di baseball di IBL1: mi si sta rafforzando la convinzione che questo meraviglioso gioco del baseball meriti di meglio e di più.
Buon Natale a tutti indistintamente comunque e soprattutto a tutti coloro che, nel movimento del baseball italiano, credono che ciò possa concretizzarsi, prima o poi.

Carlo Naldoni
Presidente ASD Godo Baseball

Foto del fotografo di Redazione Lauro Bassani/PhotoBass.eu

19 Commenti Unisciti anche tu alla conversazione!

  1. massimo 23 dicembre 2015 at 20:28 -

    Carlo,hai ragione
    La vostra è una bellissima realtà e andava premiata
    Buone feste

  2. Ongina 23 dicembre 2015 at 21:56 -

    Grazie Godo, grazie Carlo, grazie a tutti di Godo.
    A testa alta. Sempre.

  3. lo speaker 24 dicembre 2015 at 12:40 -

    Mi risultano cose un po’ diverse da quelle dichiarate: l’accordo con San Marino c’era ed era precedente di almeno qualche settimana all’inspiegabile “sparata” di Zangheri al Gala dei Diamanti e la questione era già stata prospettata alla Ceb.
    Probabilmente la “sparata” è dovuta alla presunta volontà del Rimini di non lasciar giocare al San Marino le sue partite sul proprio campo . Di certo c’è che San Marino non ha attuato nessuna “levata di scudi”.

  4. Gabriele 24 dicembre 2015 at 14:07 -

    No speaker ti risulta male, c’è una discussione lunga lunga di qualche settimana fa in cui ( quando BOLOGNA che si era candidata fu bocciata) proprio il sig. Antolini precisò che aveva solo dato la disponibilità su richiesta del Bologna di fare da secondo campo, quindi a meno che non erano favole non c’era nessun accordo con S.Marino ma anzi pareva trasparire la non disponibilità a fare da secondo campo al Rimini ( che aveva preso il posto del Bologna),se lei sig. Speaker sa qualcosa di diverso significa che tra le dichiarazioni del sig. Antolini e Michelini alla decisioni della ceb sono successe cose poco chiare, quindi lo sfogo del pres. Naldoni è giustificato .

  5. alberto antolini 25 dicembre 2015 at 17:48 -

    bsera e buon natale
    Antolini conferma le proprie dichiarazioni
    Antolini conferma gli episodi e le date a lui attribuite riportate da Mino Prati su baseball.it
    Antolini conferma nessuna levata di scudi da parte del SanMarino nessuno può conoscere cose diverse se mai lo può solo pensare.
    Esiste un documento ufficiale CEB datato 11 novembre, Antolini lo ha ricordato in ogni suo intervento.
    Questo per onestà intellettuale non andrebbe dimenticato da nessuno dei protagonisti.

    Saluti

  6. Ongina 25 dicembre 2015 at 23:33 -

    Antolini, guardi che non è necessario che lei parli di sè in terza persona. Cos’ha, un delirio di onnipotenza?
    Guardi che non sta a una riunione di gente con cui può permettersi quel tono di superiorità e ai “protagonisti della vicenda” come Antolini li chiama l’Antolini risponda – se ha qualcosa da dire – in sedi di diverse da questa. Se Antolini vede Antoini gli dica che , si rivolge a lettori che non hanno portato il cervello all’ammasso e che di baseball ne capiscono tanto e forse anche più di Antolini. Giusto per rispondere con un poco di immodestia alla grande immodestia di Antolini che cita Antolini in terza persona.
    Anzichè rifarsi ad unbo stato dell’arte che i fatti dimostrano superato, vuole Antolini – se vede Antolini – dirgli cortesemente spiegare ai lettori di baseballmania cosa ha determinato lo scioglimento dell’accordo con Bologna ( Antolini parlò di accordi presi e che sarebbero stati mantenuti oltrechè non aver dato alcuna disponibilità a Rimini) e cosa è successo perchè Godo non sia più seconda sede?
    Se Antolini vede Antolini lo ringrazi sin da ora della risposta ai lettori, possibilmente scritta in prima persona singolare.

  7. Alberto antolini 26 dicembre 2015 at 13:54 -

    Bgiorno
    Rispondo ad Ongina con estremo realismo
    “Quando il nostro mondo diventerà un mondo reale e non virtuale ed anziché marscherarsi dietro nick ma responsabilmente dietro ad un reale nome e cognome, Antolini diventerà Alberto Antolini, nessun delirio di onnipotenza, nel baseball e softball non serve, la stalla e vuota e i buoi sono gia tutti scappati”
    Saluti

  8. Ongina 26 dicembre 2015 at 22:38 -

    Buonasera Antolini. La sua risposta va oltre ogni mia aspettativa: non solo Lei scrive in terza persona ma addirittura si “virgoletta” a conferma che sto scrivendo ad Antolini e all’oracolo di Antolini.
    Mi aspettavo una risposta come la Sua (Vostra): opporre il refrain del nickname come elemento di svilimento della opinione e della figura altrui opponendo al contempo il “valore” dell’uso del proprio nome e cognome. E così facendo, non rispondere. Trentottesimo stratagemma di Schopenhauer ne “L’arte di avere ragione” : quando i precedenti trentasette stratagemmi non hanno funzionato, ricorri all’insulto.
    Ho sempre onorato, col mio nickname, l’ospitalità di questo sito con interventi ponderati , informati e che producessero discussione e approfondimento e credo di esserci riuscito qualche volta, scoprendo con piacere che tanti lettori di baseballmania sono competenti, appassionati, informati e interessati molto ma molto più di me.
    Non sempre intervenire col proprio nome e cognome è garanzia di scrivere cose intelligenti….. ci rifletta un momento…anzi… tante volte …..
    Ma il Suo (o vostro visto che siete due, l’ Antolini e l’oracolo di Antolini) intervento conferma – col tentativo di sviare la discussione dalla risposta richiesta – che Lei sta facendo ufficialmente comunicazione per la società San Marino e che la intenzione è quella di non rispondere alla domanda di come sia successo che San Marino ha rotto il patto con Bologna che Lei (voi) ha garantito “di ferro” , come sia successo che Godo (indicato come secondo campo da Rimini, società a cui spetta eleggere la seconda sede) non sia più il secondo campo ma al suo posto sia subentrato San Marino.
    Il beneficiato da tutto questo è San Marino, quindi a questa Società spetta dare spiegazioni : è per caso successo – come nel caso di un famoso appartamento pagato da altri di fronte al Colosseo a insaputa del proprietario – che vi siete ritrovati come seconda sede senza saperlo, senza volerlo e vostro malgrado? Potete sempre rifiutare, non trova?
    Caro Antolini + l’oracolo di Antolini, …. che significa l’onirismo di stalle vuote e buoi scappati con la risposta che ci si attente da Lei (Voi)? La gente è ormai da tempo scappata da un baseball come questo dove le cose succedono è non si sa il perchè.
    E chi conosce il perchè, come Lei signor Antolini + l’oracolo di Antolini , non lo dicono?
    Se non lo si dice è qualche cosa di disdicevole a dirsi.
    Non si limiti a svilire un nickname e un lettore che Le (Vi) ha posto domande legittime e Le (Vi) ha richiesto informazioni da condividere con tutti i lettori di baseballmania.
    Le mie erano e sono domande molto reali: lasci perdere le risposte oniriche, le terze persone singolari e i virgolettati.
    Risponda , questo è il compito di chi fa comunicazione, come nel suo caso.
    Saluti.

  9. alberto antolini 27 dicembre 2015 at 08:34 -

    Bgiorno,
    premetto che io non faccio comunicazione, nin ne ho ne le capacita e neppure ruolo. per chiarezza essendo l’unico attore della “vicenda” Coppa Campioni sono interneuto ogni qualvolta il tam-tam nelle informazion dava una propria lettura leggermente discostante dai fatti.
    Avete letto sia il presidente Michelini che il sottoscritto. Avete letto il presidente Naldoni, non avete letto e neppure mai interpellato l’attore principale il Rimini, dovrebbe essere lui a dare le spiegazioni sui tempi sui metodi e sulle vicende. Gli episodi da me elemcati sono “gli episodi a me noti” non conosco ne vicende parallele e neppure le possibili ragioni di altri, pertanto o a chi è per ruolo destinato a far cronaca interessa e giornalisticamente ne fa sua la cronaca, oppure qualcuno strumentalizza polemicamente gli episod attivando una perversa ed inutile diattriba personale di “Domanda e Risposta” tra due figure in questo spazio specifico notoriamente “astratte”.
    Io rimango a disposizione, ma se devo essere “polemicamente a disposiziine” di un anonimo fan mascherato dietro un altrettanto anonimo nick lascio la scena.
    BDomenica

  10. Ongina 27 dicembre 2015 at 12:17 -

    Buona domenica Antolini.
    Forse non ricorda i miei precedenti interventi in occasione dell’articolo di assegnazione della Coppa a Rimini col quale ho chiesto almeno 5 volte l’intervento chiarificatore del Presidente Zangheri.
    Risultato? Nessuna risposta.
    Ora ho chiesto a Lei di spiegare cosa è successo.
    Risultato? Nessuna risposta.
    Non è una perversa e inutile diatriba personale nè una strumentalizzazione polemica di alcunchè : si tratta di dare informazioni che interessano ad una buona fetta di lettori.
    Fan mascherato? Ovviamente contrario a Lei… ma come, non ricorda che difesi la candidatura di Bologna e San Marino definendo “di disturbo” quella di Rimini che aveva indicato un secondo impianto non idoneo a Riccione?
    Antolini, suvvia!
    Non c’è alcun comunicato stampa di San Marino in replica a quello del Godo: però c’è il suo intervento, quello del Direttore Sportivo della Società.
    In assenza di un comunicato ufficiale la Sua diventa la voce ufficiale del San Marino.
    Queste sono le regole della gerarchia della comunicazione e della fonte di informazione.
    Noi lettori , compresi quelli di baseballmania, gradiremmo e gradiamo ricevere spiegazioni alle nostre domande, anche alle meno compiacenti e più imbarazzanti come quelle che Le ho indirizzato e di fronte alle quali mi pare battere in ritirata sollevando una cortina di fumo.
    Vede Antolini, mi spiace di averla imbarazzata. Pensi se condividessi con Lei il mio pensiero per il quale se vi fosse una vera Italian Baseball League (che invece è solo il nome di un campionato) io farei sedere a un tavolo il San Marino e parlerei apertamente di gravarlo di una “luxury tax” detta in MLB anche Competitive Balance Tax, che compensi la diversità di imposizione fiscale tra la detraibilità di una spesa per sponsorizzazione sportiva in San Marino e quella in Italia.
    Direi che il 25% del vostro fatturato può andare bene. Poi lo dividerei tra le altre squadre della IBL in proporzione decrescente rispetto alla classifica: di più all’ultimo classificato e a decrescere agli altri. Così anche gli altri godrebbero dei benefici della fiscalità di San Marino e certamente rendiamo più interessante il campionato.
    Ecco Antolini, in quel caso avrebbe davvero qualcosa per cui volermi male, mica le domande precedenti.
    Alle quali sto e stiamo sempre aspettando che venga data risposta.
    Cordialità e buona domenica.

  11. alberto antolini 27 dicembre 2015 at 15:51 -

    argomento nr.1
    18 dicembre 2015
    http://www.baseball.it/leggi_articolo.asp?id=23375

    argomento nr.2
    il baseball non è una medicina non esiste nessun dottore che lo abbia mai prescritto ad alcuno. Se invece a qualcuno “disturba la presenza” si puo sempre candidare e fare sua l’idea, ma mi perdoni sig. Ongina……. accetti un umile consiglio: faccia come me: usi il suo Nome e Cognome, cosi sará un poco piu credibile per il suo elettorato (ed anche dal sottoscritto).

    argomento nr.3
    non ho mai voluto male a nessuno, si immagini per argomentazioni che non rientrano nel mio ruolo.

    Salutissimi

  12. charlie 28 dicembre 2015 at 09:20 -

    Tante parole nessun concetto!!!!! Non credo che debba essere Zangheri a dover rispondere caro Antolini è lei e il suo San Marino ad essere stato citato e lei ha sprecato solo tante parole per non scrivere nulla, forse se quello che dice il presidente del Godo non è vero avrebbe fatto meglio a tacere visto che non è riuscito a smentire. Il silenzio a volta vale più di mille parole inutili. Smettete di prendere in giro i pochi tifosi rimasti fateci almeno questa cortesia.

  13. Ellsbury46 28 dicembre 2015 at 14:57 -

    Magari lo chiediamo ad esselman. Che era a Roma a parlare con il socio di cordata dell’oracolo mentre Zangheri annunciava l’accordo con Godo al Gala. Quando le coincidenze sono maggiori di due…

  14. fabio 28 dicembre 2015 at 20:35 -

    Vorrei capire solo una cosa dal Sig.Antolini:lei aveva accettato un accordo con la Fortitudo e non con il Rimini(cosa da lei ben specificata);poi cosa è successo?.
    Perchè,improvvisamente,S.Marino ha accettato di fare da secondo campo al Rimini,società con cui non ci sono certo rapporti idilliaci?.
    Credo che le vicissitudini di mercato fra Bologna e S.Marino abbiano fatto prendere questa improvvisa decisione.Se è così credo che il Baseball italiano non uscirà mai da questi giochetti e ripicche che portano solo all’ulteriore conferma della crisi in cui versa il nostro Sport…purtroppo a tutti i livelli.

    • Daitarn 29 dicembre 2015 at 00:32 -

      Caro Fabio,loro possono pensare e fare cio’ che vogliono.La Fortitudo non si lascia nemmeno sfiorare da queste ridicole vicende.E poi scusa parliamo di niente…San Marino e Rimini e’ la stessa sfoglia…i sanmarinesi li ritengo riminiesi un po’ piu’ burini che vivono su un cucuzzolo…

  15. alberto antolini 28 dicembre 2015 at 21:50 -

    Scrivo a Colantuono redattore e responsabile di qsto sito. l’unica fonte di veritá è UN ATTO UFFCIIALE CEB in lingua inglese datato 11 novembre indirizzato a Rimini Baseball e FIBS.
    fine della mia storia e saluti

  16. armando 29 dicembre 2015 at 07:09 -

    Domanda, ma SANMARINO in futuro avrà ancora questo trattamento privilegiato o sarà, come è giusto, equiparata ad una squadra italiana?
    Come già detto la FIBS non è messa bene ma la CEB è ancora peggio………..

  17. fabio 29 dicembre 2015 at 13:22 -

    Quindi quello che lei ha scritto su queste pagine di un unico accordo con Bologna e basta non era la verità.
    Insomma ha raccontato una favola come dice Gabriele.
    Ennesima conferma che questo sport è in un tunnel senza fine.

  18. Nippon 29 dicembre 2015 at 20:51 -

    Mio pdre quando era in vita mi diceva: ” se uno ti dice più di una volta che non gli interessa una cosa, sappi, che è la cosa che vuole”.
    Detto ció il buon Antolini pare essere confuso, a settembre dell’anno, ormai, scorso dava la caccia agli errori di Fraccari, poi ha provato ad utilizzare il senso di “pietas” tentando di riallacciare con Fraccari stesso.
    Ora si fa aiutare da Fochi e Sanna per tagliare fuori Godo, far fare una figura del menga a Fortitudo e accaparrarsi una semifinale comoda in casa.
    Quest’anno assurto a paladino del movimento, vai con i giovani, e via il vecchio establishment.
    Voci ben informate ci dicono che invece, dopo il favore europei, ora stia lavorando a stretto contatto con l’establishment, con evidente rottura con il suo ZORRO, il sergente GARCIA.
    Le favole di efesiantolini, rilanciano le varie release della cremona, la1.0, la 3.4, la5.7, la mille punto mille ( quella dell’ingegner Cane).
    Beh per essere uno che non chiede niente di agita molto.
    Comunque per il movimento un tassello in più, Antolini presidente, osannato dalla IBL, richiesto dall’imperatore, e il movimento incassa.
    Una garanzia, nonostante gli sforza per il movimento giovanile, le denunce per la vendita di palle, le interpellanze dei cri-cri, basta una sede di CDC per trovare l’accordo, il movimento, i disavanzi, le giovanili, la crisi puó aspettare, sta arrivando il messia.
    L’assessore Cangini saprebbe fare meglio.