Junior Alpina Trieste, festeggiati i 60 anni del Soliders’ Field di Opicina

Pubblicato il Lug 31 2014 - 2:03pm by Livio Nonis

Il presidente dello Junior Alpina Trieste Davide Dozza con Marino Bosdachin

Sabato 26 luglio, a sessant’anni da quando, nel 1954, il campo da baseball Soldiers’ Field di Opicina è passato all’amministrazione italiana, la società ASD Junior Alpina ha voluto ricordare questo storico evento. In occasione è stata scoperta una targa commemorativa in memoria dell’ 88ª divisione di fanteria “Blue Devils” che costruì l’impianto sportivo per poi donarlo allo sport triestino, regalando così al  baseball locale quello che diventerà poi un monumento. Questo campo, attualmente stadio di casa della Junior Alpina IS Copy che milita nella serie A federale, è stato infatti inaugurato ufficialmente il 14 giugno del 1952. Contraddistinto dalle sue rocce all’esterno, che creano  uno scenario surreale per il pubblico,  ha scritto le pagine più importanti del batti e corri locale, nazionale e addirittura internazionale. A testimonianza di tutti questi eventi è stata inaugurata per l’occasione la mostra fotografica “Il baseball triestino da fine anni  ’40 a oggi” a cura di Marino Bosdachin che, dopo una carriera da giocatore prima e allenatore poi, continua a portare avanti la sua grande passione attraverso una vasta raccolta di fotografie, frutto di più di vent’anni di lavoro.

Tra la  folla presente alla cerimonia il  colonnello Alessandro Scano attualmente al comando del “Piemonte Cavalleria” nella caserma “Brunner” di Villa Opicina, il consigliere nazionale della FIBS Fabrizio de Robbio,  il delegato del Coni provinciale Renato Milazzi e il presidente del comitato regionale FIBS Marcello Massa. Non potevano mancare all’appuntamento inoltre anche molti ex giocatori che hanno potuto ricordare, attraverso le fotografie, i momenti in cui, seppur per gioco, hanno scritto la storia di questo sport a livello nazionale.

Alla fine della cerimonia si è disputata una partita amichevole tra la rappresentativa under 16 della base americana di Aviano e una squadra composta da giocatori che hanno partecipato nel fine settimana al torneo Senza Confini organizzato dalla società triestina.