Jessie Reid, il bomber di Honolulu MVP del 1993

Pubblicato il Feb 17 2016 - 2:13pm by Giovanni Colantuono

Un battitore formidabile. Imperioso, devastante. Un giocatore che da solo faceva la differenza. Credo che Jessie Thomas Reid sia stato uno dei più grandi battitori di sempre che si sono visti in Italia. All’epoca, quando il Nettuno di Jessie Reid e Bob Galasso vinceva lo scudetto in finale contro il Rimini nel 1993, non c’era l’elezione dell’MVP. Oggi con 60% delle preferenze, espresse sul sito della FIBS, il Bomber di Honolulu viene ufficialmente eletto miglior giocatore di quel fantastico 1993 per lui e per il Nettuno.

I numeri di Reid nel box di battuta sono stratosferici:

18 fuoricampo, 426 di media battuta e 42 punti battuti a casa!

Con queste statistiche condusse il Nettuno allo scudetto, mettendo il sigillo sul tricolore con un chilometrico fuoricampo alla Casa dei Pirati di Rimini nella terza gara della serie. Per il 1993 Jessie Reid vince il titolo di MVP battendo la concorrenza di altri due grandissimi giocatori come Roberto Bianchi e Jeff Schulz. Due giocatori di grandissimo valore.”Whity” in quegli anni era in assoluto il miglior giocatore italiano,mentre Jeff Schulz arrivava in Italia dopo aver calcato i campi della MLB per 80 partite con Kansas City Royals e Pirates Pittsburgh.

Oggi Jessie Reid ha 53 anni, arrivò in Italia proprio nel 1993 dopo 13 stagioni da professionista tra gli Stati Uniti, il Messico ed il Giappone. San Francisco Giants, per 12 anni, poi Auckland, e due campionati nella Pacific League giapponese nei Kintetsu Buffaloes di Osaka. Arrivò nel Nettuno proprio con alle spalle i 20 fuoricampo in due stagioni battuti in Giappone.

WordPress Author Box
Giovanni Colantuono

Nato a Nettuno. Ha iniziato la carriera giornalistica nel 1991 nell’emittenza televisiva privata come autore e conduttore della rubrica settimanale sul baseball Casabase. Allievo del Piccolo Gruppo di Giornalismo Radio-Televisivo di Michele Plastino, ha poi collaborato con il quotidiano Il Tempo e con varie agenzie di stampa. Radiocronista di Idea Radio ed autore di due film reportage sulla Coppa Campioni di Parigi del ’91 e dell’Europeo del ’91. E’ stato per tre anni addetto stampa del Nettuno e collaboratore dei siti BaseballItalia.it e Baseball.it.. Nel marzo del 2012 è cofondatore di BaseballMania.it di cui è l'editore e il Direttore Editoriale.

Like us on Facebook
Giovanni Colantuono

Follow me on Twitter
Follow @https://twitter.com/g_colantuono on Twitter
Giovanni Colantuono

10 Commenti Unisciti anche tu alla conversazione!

  1. nettunese 18 febbraio 2016 at 22:49 -

    caro giovanni forse hai fatto un errore o non ricordi bene come è andata gara 5 del 93 a rimini. in quella partita a fare un fuoricampo da 3 punti e che regalò la vittoria per 5 a 2 e di conseguenza lo scudetto fu Mister Octobre! il grande Toro fernando Ricci, che anche nella finale del 90 sempre a rimini con una sua battuta mese la firma anche lui sulla vittoria finale. ma nel 93 l’MVP della finale fu proprio Il toro, strano che nessuno ricordi tutto cio, o meglio non dia merito al toro di quanto fatto in campo, sia da giocatore che da tecnico

    • Daitarn 20 febbraio 2016 at 21:00 -

      Scusa ma quanti Toro ci sono nel baseball italiano??? Anche Ricci?Pensavo ad un solo Toro Rinaldi

  2. PLINTO 19 febbraio 2016 at 12:50 -

    Sign. Colantuono, la devo correggere. L’MVP del 1993 delle finali, fu un certo Fernando Ricci, ed il fuoricampo che fece vincere il tricolore a Nettuno anch’esso era del medesimo Ricci. Già ci ha pensato un certo Faraone a cercare di togliere in passato il suddetto Ricci dai grandi palcoscenici, ma senza mai riuscirci. Quindi diamo a Cesare quel che è di Cesare, che mentre Ricci vinceva gli scudetti, qualcun’altro era seduto in panchina a fare da spettatore.

  3. Giovanni Colantuono
    Giovanni Colantuono 19 febbraio 2016 at 13:26 -

    Grazie per i vostri commenti, effettivamente il ricordo di quella finale non è preciso ed ho corretto. Il fuoricampo di Jessie Reid ci fu nella terza gara della serie, la prima che fu giocata a Rimini. In gara 5 il fuoricampo fu di Fernando Ricci, come voi giustamente avere scritto. Sulla nomina a MVP non c’è niente da correggere. Non è questo articolo che ha assegnato a Reid il titolo di MVP della stagione 1993, ma le votazioni raccolte dal sito della FIBS. Chiarisco anche che non si tratta di una assegnazione per la serie di finale, dove Fernando Ricci risultò decisivo, ma per l’intera stagione del 1993, reagular season compresa. Concordo con voi che Fernando Ricci sia stato decisivo in quelle vittorie del Nettuno. Vi invito ad andare a leggere l’intervista realizzata con Bob Galasso nella sua ultima visita a Nettuno, proprio io ho chiesto a Bob di ricordare la famosa gara 7 di Rimini nel 1990 e leggete cosa ha detto Galasso su Fernando Ricci.

    • derek jeter 20 febbraio 2016 at 19:17 -

      ma scusa come non ricordi non hai fatto te la radiocronaca di quella gara 5 ????

    • Giovanni Colantuono
      Giovanni Colantuono 20 febbraio 2016 at 21:11 -

      Proprio così. Feci io le radiocronache dalla Casa dei Pirati di Rimini con l’aiuto di Manrico Tirocchi, però purtroppo sono passati 23 anni e qualche cosa sfugge alla memoria

  4. Gianluca 19 febbraio 2016 at 20:01 -

    Ricordo piacevolmente il tuo articolo Giovanni, dove il grande monumento NETTUNESE, BOB GALASSO ha parlato del suo infortunio, che gli impediva di lanciare la curva, ha detto parole encomiabili su Fernando che forse troppo presto é stato accantonato a Nettuno. Comunque la storia é scritta sui libri del baseball, e sia nel 90 che nel 93 il toro di loricina impresse a fuoco il suo marchio su quei due scudetti. I veri tifosi non dimenticano

  5. Ariano 19 febbraio 2016 at 22:14 -

    Per cortesia potresti mettere il link dell’intervista ?
    Grazie

  6. Daitarn 20 febbraio 2016 at 21:09 -

    Che tempi,Giovanni,pensa te avere in line up Whity e Shulz ora,vabbe’ va…