Intervista al Presidente del Nettuno BC 1945:”Preso Pecci? No comment. Nessuno nel 2020 andrà in prestito in altre squadre. I migliori nettunesi staranno con noi”.

Pubblicato il Nov 30 2019 - 12:51am by Giovanni Colantuono

Il Presidente del Nettuno BC 1945 Fabio Bonifazi

Le indiscrezioni di mercato che riguardano il Nettuno BC 1945 hanno destato grande clamore in riva al Tirreno. Il club che ha alla presidenza l’imprenditore Fabio Bonifazi è senza dubbio il più attivo in questa off-season 2019. Prima con il clamoroso annuncio dell’accordo firmato ad Abu Dhabi con la Safeway, seguito dopo pochi giorni da quella con la IG, ora con le notizie di radio mercato che danno Federico Pecci e Oliver Van Der Wjist prossimi a vestire la casacca del Nettuno.

Abbiamo chiesto proprio al Presidente Fabio Bonifazi conferma su queste due trattative:

“Siamo nella fase iniziale del mercato, quindi le trattative aperte sono molte. Su Federico Pecci dico no comment – dichiara Bonifazi – però conosciamo molto bene il valore di questo ragazzo cresciuto nelle squadre nettunesi. E’ diventato un lanciatore partente di grande affidamento facendosi le ossa soprattutto nelle ultime due stagioni in A2 dove ha dimostrato di valere senza ombra di dubbio un palcoscenico superiore. Quindi nell’ottica del nostro progetto di formare un roster con tutti i migliori giocatori di Nettuno, ovviamente Pecci è uno di quelli che ci interessano maggiormente”.

Ermetico il Presidente del Nettuno, il giocatore dovrebbe arrivare con la procedura dello svincolo unilaterale e quindi il club attende gli sviluppi dell’iter dello svincolo. La conferma arriva comunque sul progetto di continuare a far crescere il roster della squadra puntando sui talenti nettunesi.

“Abbiamo iniziato questo cammino nel 2017 portando nel nostro club giocatori come Mercuri, Sellaroli, Trinci e Ambrosino. In precedenza ne avevamo già tesserati altri con cui abbiamo disputato la stagione di A2 nel 2017. La strada è questa – continua il Presidente Bonifazi – e posso aggiungere che il nostro interesse in questa sessione di mercato non sarà solo per Federico Pecci ma anche per altri giocatori di Nettuno con i quali abbiamo già aperto un discorso per l’imminente futuro, e sono tutti giocatori di assoluto valore. Aggiungo che nel 2020 non daremo nessun giocatore in prestito ad altre squadre. Abbiamo già comunicato ai ragazzi il nostro progetto per la prossima stagione e nessuno verrà mandato in prestito. Ogni anno di questi tempi si parla di squadra unica di un solo Nettuno, noi lo stiamo costruendo l’unico Nettuno con tutti i migliori nettunesi. Sottolineo che sono i giocatori stessi che ci stanno dimostrando di gradire la nostra squadra, significa che stiamo lavorando bene e abbiamo la fiducia di questi ragazzi”.

Come dare torto al Presidente Bonifazi. Nel 2019 in A1 il City aveva un roster praticamente quasi tutto straniero, con molti comunitari  e gli italianizzati Teran, Noguera, Richetti ed i fratelli Garbella italiani ma non di scuola nettunese. In molte partite di campionato il City annoverava il solo Giuseppe Mazzanti nel lineup titolare.

Dall’Olanda arrivano notizie che uno dei migliori giovani talenti della Hoofdklasse giocherà nel Nettuno BC 1945, arriverà quindi Oliver Van Der Wjist?

“Ci stiamo lavorando – continua Fabio Bonifazi – siamo all’inizio del mercato e non  solo lui è nella nostra lista di giocatori che ci interessano. L’Olanda ha grande tradizione e molti giocatori di valore. Lo scorso anno avevamo preso un grandissimo lanciatore come Kaj Timmermans che poi è dovuto restare in Olanda per via del nostro mancato ripescaggio. Questo significa che guardiamo al mercato olandese con grande attenzione e non ci faremo trovare impreparati se ci saranno opportunità concrete di ingaggiare giocatori olandesi. Resta sempre il fatto che il nostro roster sarà prevalentemente italiano e nettunese. Stranieri o comunitari pochi ma di grande valore”.

Questo Nettuno BC 1945 vuole diventare il punto di riferimento per i molti ragazzi che giocano a baseball in questa città:

“Abbiamo una vision e una mission per quello che stiamo facendo e sentiamo la responsabilità di seguirle – continua Bonifazi – vogliamo essere il punto di riferimento per chi gioca a baseball a Nettuno, trasmettendo i valori più sani dello sport, portando il nome di questa città dove merita di stare per la sua gloriosa storia. Per troppo tempo i giovani atleti di Nettuno hanno perso il riferimento di vertice del movimento. La squadra a cui ambire ad arrivare. Una volta era così, si giocava per cercare di arrivare in prima squadra e vincere per la propria città. Questo va recuperato e noi stiamo lavorando per ridare ai tanti giovani di Nettuno un punto di arrivo importante. Credo che questa mission è più importante di qualsiasi sterile unione dal sapore del solito pastrocchio politico”.

WordPress Author Box
Giovanni Colantuono

Nato a Nettuno. Ha iniziato la carriera giornalistica nel 1991 nell’emittenza televisiva privata come autore e conduttore della rubrica settimanale sul baseball Casabase. Allievo del Piccolo Gruppo di Giornalismo Radio-Televisivo di Michele Plastino, ha poi collaborato con il quotidiano Il Tempo e con varie agenzie di stampa. Radiocronista di Idea Radio ed autore di due film reportage sulla Coppa Campioni di Parigi del ’91 e dell’Europeo del ’91. E’ stato per tre anni addetto stampa del Nettuno e collaboratore dei siti BaseballItalia.it e Baseball.it.. Nel marzo del 2012 è cofondatore di BaseballMania.it di cui è l'editore e il Direttore Editoriale.

Like us on Facebook
Giovanni Colantuono

Follow me on Twitter
Follow @https://twitter.com/g_colantuono on Twitter
Giovanni Colantuono

3 Commenti Unisciti anche tu alla conversazione!

  1. Max 27 novembre 2019 at 01:08 -

    Sante parole per tornare ad essere grandi

  2. Rossodisera 29 novembre 2019 at 16:43 -

    Bene, la federazione ha deciso che per il Nettuno 45 non ci sarà ripescaggio, così ci apprestiamo ad una stagione senza Nettuno nella massima serie, anche se fanno sapere dalla cittadina tirrenica che il City sta approntando una squadra a basso costo, cosa ne pensate?

  3. Luna Rossa 1 dicembre 2019 at 13:36 -

    Leggete bene cosa è scritto su Fibs.it io penso che il ripescaggio in A1 si possa chiedere e poi deciderà la fattibilità il consiglio federale