Il Presidente del Nettuno parla alla squadra a chiusura dell’attività. Il roster è solidale con la scelta di rinunciare alla Coppa Italia

Pubblicato il ago 9 2014 - 1:35pm by Giovanni Colantuono

Si è ufficialmente chiusa ieri la stagione 2014 del Nettuno BC con l’incontro del Presidente Piero Fortini con tutto il roster e lo staff dirigenziale dimissionario.

Il Patron del Nettuno ha spiegato alla squadra le motivazioni che hanno portato alla rinuncia a disputare le gare della seconda fase della Coppa Italia:

“Ci hanno impedito di giocare. L’amministrazione comunale ha mancato nei nostri confronti portando avanti i loro spettacoli estivi senza avere un confronto con noi. Non hanno mai pensato al fatto che questa squadra poteva andare avanti in una competizione e avere quindi bisogno dello stadio nella giornata del 15 agosto. Il palco che verrà montato per lo spettacolo del 14 agosto è lo stesso che resterà montato lì fino al 16, quindi la nostra partita era un impedimento. Questa è la verità dei fatti. E’ arrivato il momento di dire basta a questi atteggiamenti irriguardosi verso questa società, serviva un segnale forte e l’abbiamo dato rinunciando alla Coppa Italia. Se ho sbagliato – ha continuato il Presidente Fortini rivolgendosi alla squadra – sono qui pronto per sentire il vostro dissenso. Sono stanco di questi continui attacchi al Nettuno BC e vi posso assicurare che noi risponderemo con i fatti e sul campo. Vi dico già da oggi che costruiremo una squadra vincente già dalla prossima stagione per mettere difinitivamente a tacere tutti questi personaggi che ci stanno remando contro”.

Dissenso della squadra che non c’è stato, anzi il gruppo è solidale e compatto con il Presidente e con la sofferta decisione di non partecipare alla Coppa Italia. Posizione chiaramente espressa da Marco Costantini:

“Il gruppo è solidale con la scelta fatta dalla società – ha dichiarato Marco Costantini, uno del gruppo storico all’interno del giovane roster nettunese –  Non riusciamo a capire quello che sta accadendo intorno a questa squadra. Tutti invocavano il rinnovamento, tutti volevano gente nuova con uno spirito nuovo per rinnovare l’ambiente, ora che è arrivata una persona come Fortini che vuole cambiare una mentalità ormai superata, gli viene messo il bastone tra le ruote. Stanno remando contro in tutti i modi, tutti quelli che avevano buttato l’amo dicendo che le porte erano aperte per chi voleva entrare nel Nettuno BC. Ora che a quell’amo ha abboccato un personaggio in grado di cambiare le sorti di questa squadra, sono saltati tutti i loro piani”.

La squadra è quindi con il Presidente Fortini, smentendo chi oggi sulle pagine del Granchio ha definito “una grande sconfitta del baseball nettunese” il ritiro della squadra dalla Coppa Italia. Ci viene da chiederci dov’erano queste stesse persone quando furono ritirate dai playoff la squadra di IBL2 e l’Under21, con la motivazione che “tanto sarebbero andate ai play off per perdere”! In quei casi la penna per scrivere stava ben riposta nel cassetto.

Qui non si è capito che in ballo non c’è l’immagine del Nettuno BC e del movimento, quella è già stata svergognata da tempo. Oggi si fa finta di non vedere, che c’è chi sta lottando per ricostruire quell’ immagine e c’è invece chi vuole impedirlo. Oggi c’è chi preferisce utilizzare lo stadio del baseball per gli spettacoli dell’estate nettunese, magari dicendo al Nettuno BC che poteva andare a giocare a San Marino con tutte le spese pagate. A questo ha risposto lo stesso Fortini parlando alla squadra:
“Mi hanno detto che potevo chiedere al San Marino di giocare la partita a Serravalle, con le spese pagate da loro. Noi non faremo mai queste cose, questi raggiri. Questi sistemi lasciamoli ad altre società a noi vicine solo territorialmente. Noi siamo il Nettuno, che rispetta i suoi tifosi e deve giocare le sue gare interne nel suo stadio. E’ ovvio che questa cosa conferma che nessuno nel Palazzo Comunale aveva pensato che noi dovevamo giocare il 15 agosto, avevano trovato loro la soluzione per noi, andare a giocare a San Marino. E’ ora di finirla con questi atteggiamenti. Certo sappiamo benissimo che questa è una rinuncia sofferta, sia per noi che per i tifosi. Ne siamo rammaricati tutti, ma chi vuole veramente bene a questa squadra capisce che dovevamo dare un segnale forte a tutta questa gente che sta cercando in tutti i modi di impedirci di lavorare serenamente per il futuro di questa squadra”.

E’ chiaro, nei fatti, tutto quello che è successo, e non riusciamo a capire come può accadere tutto questo quando nell’amministrazione comunale di Nettuno ci sono anche esponenti di spicco della Fibs.

Abbiamo approfondito il discorso sugli spettacoli, e abbiamo scoperto che il Nettuno BC aveva protocollato al Comune di Nettuno, nel periodo primaverile dell’anno, una missiva in cui dava disponibilità a concordare la logistica e la sistemazione dei palchi in previsione degli spettacoli estivi. In maniera da far coincidere senza problemi l’attività agonistica con le esigenze nell’organizzazione dell’estate nettunese.

A quella missiva la dirigenza del Nettuno BC non ha mai avuto risposta, come non ha mai ricevuto comunicazione su quali sarebbero state le date in cui l’amministrazione comunale avrebbe avuto bisogno dello stadio Steno Borghese. L’unica comunicazione arrivata al Nettuno sugli spettacoli è datata 5 agosto 2014, dopo che è stato fatto quell’atto di diffida e dopo che si sono già svolti due spettacoli.

C’è qualcuno adesso che ancora non ha capito a cosa è servito quell’atto di diffida?

Evidentemente si, visto lo sfogo di questa mattina del Presidente Fortini:

“Sono rimasto molto deluso anche da quanto letto sul Granchio che ha riportato notizie totalmente false in merito a questa vicenda. Hanno scritto due pagine di giornale senza degnarsi di fare una chiamata al sottoscritto per conoscere le motivazioni reali. Hanno scritto l’entità della corrente da pagare – continua Fortini – quando neanche noi la sappiamo. Vorrei sapere, da chi ha scritto, come fa a conoscere a quanto ammonta il debito, se non c’è neanche scritto nella diffida che c’è stata notificata. Come si fa a scrivere di una cosa se non si conoscono i fatti. A noi, con una notifica sbagliata, è arrivata una diffida in cui viene chiaramente scritto che si ritiene sciolto l’accordo per l’utilizzo della corrente elettrica e veniamo diffidati dall’utilizzo della stessa nello Steno Borghese, a causa di utenze non pagate. Senza specificare entità del debito. Sottolineo che di quelle pendenze evidentemente arrivavano notifiche alla vecchia proprietà e noi non siamo mai stati messi a conoscenza di questi mancati pagamenti. E’ chiaro che se ci avvisavano in tempo, senza arrivare al 2 di agosto che era anche di sabato, avremmo potuto provvedere a sistemare le cose. Se accadeva questo però per loro c’era poi il grosso problema della partita del 15 agosto, come avrebbero fatto con il palco montato il 14, da smontare e poi da dover montare di nuovo il 16?”

A queste domande cercheremo le risposte.

WordPress Author Box
Giovanni Colantuono

Nato a Nettuno. Ha iniziato la carriera giornalistica nel 1991 nell’emittenza televisiva privata come autore e conduttore della rubrica settimanale sul baseball Casabase. Allievo del Piccolo Gruppo di Giornalismo Radio-Televisivo di Michele Plastino, ha poi collaborato con il quotidiano Il Tempo e con varie agenzie di stampa. Radiocronista di Idea Radio ed autore di due film reportage sulla Coppa Campioni di Parigi del ’91 e dell’Europeo del ’91. E’ stato per tre anni addetto stampa del Nettuno e collaboratore dei siti BaseballItalia.it e Baseball.it.. Nel marzo del 2012 è cofondatore di BaseballMania.it di cui è l'editore e il Direttore Editoriale.

Like us on Facebook
Giovanni Colantuono

Follow me on Twitter
Follow @https://twitter.com/g_colantuono on Twitter
Giovanni Colantuono

10 Commenti Unisciti anche tu alla conversazione!

  1. antonio basso 9 agosto 2014 at 14:29 -

    Ecco svelato l’arcano, il nettuno bc rinuncia alla.coppa italia, ma credo che qualcuno degliamministratori dovrebbe dimettersi

  2. antonio basso 9 agosto 2014 at 14:39 -

    Ecco svelato l’arcano, tutti zitti ora, il nettunobc rinuncia alla coppa italia, aspettiamo le dimissioni dei responsabili di questa pagliacciata, la fibs invece di prendere posizione in favore del nettuno danneggiato cerca una squadra in sostituzione, mah…. Alla storia della corrente elettrica non ci credeva nessuno. Forza presidente il baseball pulito e apolitico e con te.

  3. BELVA 9 agosto 2014 at 14:49 -

    …e che sei matto..mi auguro sola che la termine del mandato la gente scritta nei vari libri paga di questi “signori” sia inferiore alla maggioaranza dei cittadini

    chi è sul libro paga?
    Io non ci sono

  4. Roy Campanella 9 agosto 2014 at 15:29 -

    La squadra di Nettuno è e sarà sempre una sola… Nettuno BC. Tutti quelli che remano contro non sono uomini di sport. Vanno contro il proprio paese. Ridicoli! Sciogliere la squadra delle sagre e riunite tutti i ragazzi… O non capite proprio un ca…o.

  5. antonio basso 9 agosto 2014 at 15:32 -

    Il 14/08 i giocatori del nettunobc saranno sul palco a cantare con la amoroso, utilizzeranno il campo per quello che é .

  6. Tifoso Nettunese 9 agosto 2014 at 17:22 -

    Abbiamo perfettamente chiaro come sono andate le cose ogni cosa viene fatta per ostacolare il Nettuno bc. voglio vedere dove giocherà il nettuno 2 e che farà il comune se diffiderà anche loro. perché penso che in quella corrente non pagata ci saranno pure quando ha giocato il nettuno2 e quando è stata fatta quella buffonata del all star games.

  7. Massimo Ciamarra 9 agosto 2014 at 17:35 -

    Ultime schermaglie di una guerriglia senza senso. State con la speranza che il Presidente Fortini si stanchi e molli tutto, RASSEGNATEVI, E’ determinato e non mollerà. L’anno scorso dal palazzo comunale, all’indomani della crisi con il vecchio sponsor, uscivano dichiarazioni nelle quali si chiedeva discontinuità con il passato. Ciò è finalmente avvenuto, ed il vostro bluff è stato scoperto. Avete perso, accettate la sconfitta, e liberate tutte le persone che tenete in ostaggio.

  8. roberta 11 agosto 2014 at 15:29 -

    al contrario di quanto avvenuto in passato l’intero roster e manager sono stati tutti rimborsati così come da impegno preso dal NOSTRO GRANDE PRESIDENTE CHE ONORA LA MAGLIA DEL NETTUNO LO STAFF ED I GIOCATORI. La diffida non era pubblicata dunque le informazioni sono state prese face to face perchè dunque non chiamare Fortini???? Fraccari per favorire il suo amico votante in federazione domenico della millia membro anche lui della fibs con carica di tutto rispetto nn ha perso tempo a trovare la soluzione per far giocare una seconda squadra senza campo pagandogli tutte le spese!!!!

  9. roberta 11 agosto 2014 at 15:31 -

    FORTINI FAI SCOPPIARE LO SCANDALO!!!!!!

  10. roberta 11 agosto 2014 at 15:46 -

    per quanto riguarda l’under21 e IBL2 Marco Costantini ha detto la sacrosanta verità!!!! fraccari TI DEVI DIMETTERE hai fallito e nnn azzardarti a cancellare un girone che vieni commissariato!!!!! nn te resta che fare le valige…..arrivera’ presto chi verra’ a controllare le deleghe negli uffici della Fibs ….