Il Nettuno BC 1945 risponde alle preoccupazioni di Della Millia!

Pubblicato il Nov 1 2019 - 10:24pm by Redazione Baseballmania

Siamo in off-season e come di consueto a Nettuno è periodo di tante parole buttate al vento. Sono infatti iniziati i rumors che ormai sono gli stessi da tanti anni. Gli stessi ad esempio che lo scorso anno indicavano nel Nettuno2 una delle squadre pronte al ripescaggio in A1. Tutti sanno come andarono le cose. Il Nettuno2 di Domenico Della Millia ritirò la sua richiesta un giorno prima della decisione del Consiglio Federale della Fibs che doveva decidere in merito ai ripescaggi. Era chiaro a tutti il tentativo di fare confusione ulteriore in riva al Tirreno in un momento in cui intorno ai ripescaggi c’erano molte attese. Oggi la storia sembra ripetersi ed i personaggi sono sempre gli stessi. I rumors sono partiti, le farneticazioni anche, a Nettuno il “fantaCampionato” è ufficialmente iniziato, con tutte le bugie e le storie montate ad arte che si porta dietro da anni in questo periodo dell’anno. Chiaro il tentativo, maldestro come sempre, di destabilizzare, di screditare e di fare confusione.

A questo gioco al massacro non partecipa il Nettuno BC 1945 che ha diffuso oggi un comunicato ufficiale sulla propria pagina ufficiale su Facebook che vi riportiamo di seguito:

“In riferimento alle preoccupazioni esternate a più persone da parte del presidente del Comitato Regione Lazio (Domenico Della Millia detto, per ragioni a noi non note, l’Ammiraglio) vogliamo innanzitutto  ringraziarlo per la stima, l’affetto e la considerazione che ha del nostro team. Vogliamo altresì sollevarlo dall’enorme peso di preoccupazione che lo attanaglia da giorni. Infatti il Nettuno BC 1945 è un progetto pluriennale che ha la vision di riportare il baseball nettunese ai posti che merita. È quindi un task a lunga scadenza e non un effimero progetto a 2 anni come da lui paventato. Ci riempie di orgoglio sapere che Lui pensa così spesso a noi. Si è vero, noi siamo stati tanto magnanimi sostenendolo nelle notevoli difficoltà affrontate dal suo team lo scorso anno, prestando no-cost  giocatori appartenenti la nostra società. Il Nettuno bc 1945 crede tantissimo in questo scambio (ha prestato anche al Nettuno City giocatori no cost). Non vogliamo ne chiediamo, o pensiamo di meritare tutta questa riconoscenza. Noi non agiamo su base favore fatto, favore restituito. Semplicemente crediamo nell’aiuto verso chi è in evidente difficoltà. Quest’anno sarà nostra cura, per festeggiare i santi, far recapitare del buon vino cacchione all’esimio Della Millia da bere alla nostra lunga salute e prosperità.
Doveroso era far uscire questo post il giorno dei santi, anche perché se avessimo tardato un giorno in più poteva ulteriormente essere mal interpretata la nostra buona fede!”

4 Commenti Unisciti anche tu alla conversazione!

  1. armando paggetti 2 novembre 2019 at 12:31 -

    Come detto nell’articolo sono cominciati i “rumors” per il futuro del baseball Nettunese; grande bacino di produzione di atleti AFI a cui attingono un sacco di società.
    Da osservatore esterno mi permetto alcune constatazioni:
    l’allargamento del campionato di serie A1 porterà al ripescaggio di 4 società, il Nettuno City è la squadra che ha diritto a partecipavi, Coppa Campioni compresa, ma non si sa quali possibilità economiche e di giocatori, il Nettuno 1943 farà sicuramente domanda di ripescaggio ma essendo una squadra che arriva dalla serie c penso che abbia la peggiore classifica di ranking per il ripescaggio essendo sempre dai rumors 5 le squadre che lo richiederanno, il Nettuno 2 dopo l’ottimo campionato scorso forse chiederà anch”esso il ripescaggio poi non so se solo per “INCASINARE” la situazione, staremo a vedere.

  2. Alberto 2 novembre 2019 at 18:06 -

    Se il baseball a Nettuno è agonizzante è perché ci sono ancora certi personaggi che vengono tenuti a galla. Spero che nessun giocatore nettunese abbia il coraggio di andare ancora a giocare per squadre come il Nettuno 2 o il Nettuno Baseball City così finalmente spariranno dalla circolazione. Spero anche che sia la federazione a fare chiarezza su cosa sta accadendo a Nettuno ma se si crede ancora, come lo scorso anno, che squadre come il Nettuno 2 possano salire in A1, allora siamo alla frutta con tutto il movimento. Certi personaggi vanno isolati e dovrebbe per prima la fibs prenderne le distanze. Ma è dura visto che presto si voterà per la presidenza federale e per Marcon certi personaggi significano voti in assemblea. A farne le spese sarà ancora una volta il baseball nettunese che finchè avrà certa gente a mettere le mani sul giocattolo non si uscirà mai fuori dalla crisi.

  3. Claudio 3 novembre 2019 at 18:26 -

    Devono sparire Nettuno 2 e Nettuno City è l’unico modo per far tornare Nettuno a lottare per lo scudetto.

  4. max 4 novembre 2019 at 18:38 -

    finchè ci saranno certi personaggi a Nettuno sarà sempre peggio sono d’accordo con Claudio ed Alberto