Il baseball vince ancora, i bambini argentini avranno la loro mensa

Pubblicato il Ott 27 2014 - 2:07pm by Redazione Baseballmania

La solidarietà chiama, il baseball risponde. I bambini di Colonia Santa Rosa, in Argentina, avranno la loro mensa. Mancavano 2.000 euro al raggiungimento dell’obiettivo dell’associazione “Camino a l’aurora” e Anzio ha centrato il risultato.

E’ stata una giornata di festa quella di ieri al “Reatini”, con tante vecchie glorie, i giocatori di oggi ma anche quelli di domani poiché all’ingresso in campo c’erano anche i bambini della neonata società Dolphins che svolgerà solo attività giovanili.

La partita è stata vinta – per la cronaca – dalla formazione “Old star” che schierava tra gli altri Franco Casolari battitore designato, Fernando Ricci ricevitore e Daniele Leonardi terza base. Sette inning giocati, in una discreta cornice di pubblico nella quale spiccava la presenza di  dirigenti storici dell’Anzio, con il risultato finale di 8-4.

Nel corso dell’incontro mandato anche in onda uno spezzone della radiocronaca di Radio Anzio della prima storica vittoria dell’Anzio nel derby con il Nettuno, il 21 luglio ’79, con fuoricampo del compianto Steve Gardella. Lì l’emozione è salita alle stelle

Dobbiamo ringraziare tutti quelli che hanno organizzato questa iniziativa – ha detto Alba Santillan, presidente dell’associazione Italo-Argentina – abbiamo vissuto un bel pomeriggio, ma soprattutto fatto conoscere l’attività che svolgiamo. Con questa iniziativa completeremo un altro progetto per i bambini delle zone più disagiate del Paese”. Chi vuole conoscere le attività dell’associazione può collegarsi al sito   www.caminoalaaurora.org

Ad Alba il delegato allo sport del Comune di Anzio, Massimiliano Millaci, ha donato la targa ricordo del sindaco Luciano Bruschini, esortando l’associazione a proseguire nella sua attività. Da parte di Camino a l’aurora, invece, Velia Lancia, una delle rappresentanti, ha donato all’Anzio baseball la bandiera argentina.

Siamo noi a ringraziare l’associazione per quello che fa – ha detto Carlo Morville,  manager della squadra Old star e organizzatore dell’evento – ci siamo messi a disposizione quando abbiamo saputo di questa necessità e sono contento che il risultato sia stato raggiunto. Con il nostro contributo, ma anche con quello di alcuni sponsor e la disponibilità dell’Anzio baseball”.