IBSPA e Baseball per ciechi, ne parliamo con Eva Trevisan

Pubblicato il Mar 6 2020 - 8:41pm by Massimo Moretti

Con Baseballmania.eu ed il gruppo Facebook Casabase ci siamo occupati molto dell’Associazione IBSPA, perchè crediamo nel rispetto e nei diritti dei giocatori e giocatrici di baseball e softball. Con questa intervista abbiamo l’occasione di ascoltare le parole di Eva Trevisan che è rappresentante degli atleti softball e baseball ciechi della IBSPA. Tralasciamo il palmares di Eva Trevisan (oltre 200 partite con la nazionale di softball e quattro campionati europei vinti) entriamo nel merito sia del softball e che del baseball ciechi e della sua attività con IBSPA.

Nell’ultimo congresso Congresso Europeo Baseball e Softball che si è svolto a Vilnius hai presentato il baseball ciechi a tutte e 33 le federazioni europee, che riscontri hai avuto, può essere il punto di partenza per raggiungere il sogno Paraolimpico?

“Vilnius e’ stato per noi un trampolino di lancio per il panorama europeo del baseball e softball, che indubbiamente rappresenta per la nostra disciplina il punto di partenza per il lungo e arduo percorso paraolimpico.”

Come giudichi il movimento BxC italiano, aumentano gli iscritti, le squadre ed anche le soddisfazioni, siamo ad un punto di svolta per crescere ancora?

“Il bxc ha fatto tanta strada dal 1998 ad oggi in cui vantiamo una decina di squadre, circa 150 tesserati (tra giocatori e tecnici) ed un campionato che permette ai nostri atleti di giocare circa 60/70 partite durante l’anno tra campionato, coppa italia e vari tornei italiani ed internazionali. Per noi e’ un grande onore poter dire che il baseball ciechi e’ nato qui in Italia e speriamo di poter essere presenti presto in tutto il mondo. Abbiamo tanta strada da fare ancora ma abbiamo tutte le carte in regola per farlo”.

L’Associazione IBSPA è stata presente a CON6 che si è svolta a Rimini, dal 24 al 26 gennaio 2020, un tuo giudizio su questo evento?

“E’ stato sicuramente un evento importante per tutto il movimento ma soprattutto per noi Ibspa, che abbiamo avuto la possibilita’ di incontrare atleti e tecnici e spiegare loro qual’e’ la nostra mission. Ci tengo a ricordare con immensa gioia che quest’anno per la prima volta nella storia del bxc e per forte volonta’ della fibs siamo stati inseriti ufficialmente nel programma della convention”.

 

Eva Trevisan

Quale sono i programmi futuri sia nel breve periodo che nel lungo periodo della IBSPA?

“Stiamo lavorando duramente per sensibilizzare gli atleti alla loro tutela. Non e’ un lavoro semplice ma sono certa che con il tempo riusciremo a raggiungere il nostro obiettivo. Abbiamo molte idee in mente e molti progetti gia’ per il prossimo anno. Sicuramente ci saranno movita’ per quanto riguarda i servizi che offriamo per chi si iscrivera’ all’associazione”.

 

Nel softball stiamo vivendo un periodo magico, la partecipazione alle prossime Olimpiadi, la vittoria all’Europeo, frutto di sacrifici di un movimento intero, quali i punti di forza del nostro softball?

Sicuramente un gruppo di giovani atlete determinate e desiderose di far bene, di lavorare duro e di sacrificarsi per raggiungere il sogno che ogni atleta ha nella vita”.

La mia domanda classica per finire, un invito a tutti i giocatori/trici ad assocciarsi alla IBSPA di ogni categoria, perchè farlo?

“Perche’ ogni atleta merita di essere tutelato a 360°, non solo per il discorso svincoli, cartellini ma soprattutto a livello assicurativo. Il giocatore deve poter allenarsi e scendere in campo sapendo che qualsiasi cosa succeda, e’ coperto ed assistito e non e’ da solo, inoltre noi forniamo ai nostri associati consulenza legale gratuita, cosa non da poco considerato che spesso questo e’ un servizio che non tutti possono permettersi”.

WordPress Author Box
Massimo Moretti

Nato nel 1973....aspettando 17 anni lo scudetto. Semplice appassionato di baseball come tutti quelli che vivono nella città del Tridente. Ottima prima base nei tempi (mio giudizio) protagonista assoluto in una partita con la maglia dei Ragazzi del Nettuno B.C. contro gli americani della base Nato di Napoli (ho le prove ed i testimoni). Vanto una presenza al piatto con la maglia del Baseball Club Rovigo in serie C nono inning uomo in base sotto 3 a 1 in quel di Poviglio strike out senza gloria. Ho provato la scalata nelle Minors come da foto profilo ma senza successo. Più che un esperto sono un fanatico.