Grande riconoscimento per la società lombarda in questo trionfale anno 2017

Pubblicato il Dic 5 2017 - 11:57am by Ezio Cardea

Recentemente il baseball codognese ha potuto compiacersi dell’ennesima soddisfazione di quest’anno giacché l’A.S.D. Codogno Baseball ’67  proprio in questi giorni ha ricevuto dal CONI l’onorificenza della STELLA D’ARGENTO al MERITO SPORTIVO, conferita in occasione della Giornata Olimpica di Lodi assieme al Premio Speciale di squadra dell’anno per la promozione in Serie A.

Ma è riduttivo parlare di “baseball codognese”: in realtà tutta la città, e non solo,  è stata resa partecipe di tali benemerenze perché la notizia ha trovato spazio sui giornali locali,  in particolare sul quotidiano “Libertà” di Piacenza che della cerimonia di premiazione ha dato risalto con ampi  reportage ricchi di foto.

Non soltanto in questa circostanza la società codognese ha fatto buona propaganda per sé stessa e per il baseball.

Ricordiamo, innanzitutto, il GALA DEI 50° ANNI DI FONDAZIONE DEL CODOGNO BASEBALL’67  (http://www.baseballmania.eu/notizie/news/presenti-le-massime-cariche-della-citta-e-della-federazione-oltre-a-giocatori-e-dirigenti-che-hanno-fatto-la-storia-del-club/), organizzato nella prestigiosa Sala dei Congressi della capostipite delle Banche Popolari italiane, la Banca Popolare di Lodi, con un “parterre” eccezionale per la presenza delle maggiori autorità federali e cittadine.

Non poteva non mancare un ampio seguito da parte della stampa locale e cito in particolare l’importante quotidiano “Il Cittadino” di Lodi su cui l’amico giornalista che conosciamo, Angelo Introppi, e non solo lui, hanno fatto bellissimi reportage.

La società ha onorato questo importante anniversario nel modo migliore guadagnando la promozione in Serie A. Ebbene, oltre a festeggiare l’avvenimento, come è normale che avvenga, con l’immancabile coinvolgimento di autorità del baseball e comunali, i dirigenti non si sono lasciata scappare l’occasione di un colpo veramente grosso cui chissà quanti altri Club ambivano: facendo leva sui due importanti traguardi, il 50° anniversario e la promozione in A, la società ha ottenuto che uno dei tre incontri internazionali dell’European Baseball Series venisse giocato in Codogno!

Ovviamente anche questo avvenimento è stato organizzato con professionalità e col solito impegno propagandistico dei dirigenti societari, attenti non solo ai propri tifosi ma a tutto il mondo esterno:  i loro sforzi sono stati premiati dal pubblico che ha riempito gli spalti nonostante la giornata fredda che minacciava pioggia.  L’incontro è stato preceduto da una magnifica coreografia con l’ingresso della fanfara dei bersaglieri di Cremona, che già in mattinata era sfilata per la città!  La stampa, ovviamente, ha accompagnando l’evento con  ampie cronache e molte foto che testimoniano le importanti presenze di personaggi del baseball e delle autorità cittadine.

Per contro la stampa meno raggiungibile, quella di grandi quotidiani sportivi, è stata veramente avara di spazi dando poco rilievo all’evento: non certo perché i dirigenti del Codogno non si fossero attivati adeguatamente, ma per quella insensibilità dei grandi media ormai allontanatisi troppo dal baseball. Sicché si può verificare, come è successo, che la “rosea” liquidi con solo un trafiletto l’incontro internazionale Italia-Olanda in quel di Codogno e magari qualche giorno dopo dedichi nell’inserto della Lombardia una pagina all’incontro di rugby disputato a Brescia “Madri contro figli”!

La ormai sempre più diffusa attitudine da parte delle società di concentrarsi sulla comunicazione interna tende a rendere sempre meno visibile il baseball con le conseguenze che vediamo e che ci danno veramente fastidio.

Il Codogno, e per fortuna non è solo, al riguardo dimostra un comportamento virtuoso. Lo metto   in evidenza non solo per un giusto riconoscimento alla Società ed ai suoi dirigenti, ma perché rappresenta il giusto “modus operandi” che era molto diffuso in passato e che ha contribuito molto alla diffusione del baseball: massima attenzione verso il mondo esterno, quello da conquistare facendogli arrivare la nostra voce e le nostre immagini.

Ora, invece, la gran parte delle società (e la stessa Federazione non è completamente esente da tale pecca …) limita il proprio impegno nell’offrire informazione al piccolo mondo (sempre più piccolo) dei loro seguaci, curandosi poco dell’immenso mondo esterno.

E’ assolutamente necessario che le società, senza trascurare l’informazione interna peraltro molto ben servita dai siti specializzati oltre che da quello federale, si rendano visibili cercando di moltiplicare, curare ed intensificare i rapporti con i giornalisti per veicolare il baseball fuori dal nostro mondo attraverso i quotidiani e le tv.

Questo sembra che stia facendo egregiamente il Codogno i cui  dirigenti hanno ben compreso quanto sia importante non rinchiudersi all’interno del proprio sito, ma rivolgersi a tutto l’ambiente esterno per sensibilizzarlo e conquistarlo. Avrebbero desiderato anche più attenzione da parte dei grandi quotidiani sportivi, ma questo è compito soprattutto della Federazione che deve attivarsi per creare maggiore sintonia con i media “nazionali”, più difficilmente raggiungibili  dalle società.

E’ un esempio da seguire, sebbene bisogna ammettere che è molto più difficile farlo nelle grandi città dove si rende necessario il supporto federale; ma, per esempio, nell’hinterland milanese, dove pure esistono ottime realtà specie nel softball, non pare che vi sia analoga attenzione.

Per questo non esito ad indicare l‘A.S.D Codogno Baseball ’67 società pilota del baseball lombardo (ma non solo!).

 

IL COMUNICATO UFFICIALE DELLA SOCIETA’

Nello splendido scenario del salone conferenze della BANCA CENTROPADANA di Lodi in Corso Roma 100 si è svolta sabato 2 dicembre la giornata Olimpica con le premiazioni di tantissime società sportive del Comitato Provinciale del CONI di Lodi di atleti e dirigenti. A fare gli onori di casa il delegato provinciale del Coni Ambrogio Sfondrini che ha sottolineato l’impegno sempre crescente e determinante di tanti volontari vero motore delle società sportive e che fanno della passione e dell’entusiasmo i veri artefici della continuità delle attività sportive nel lodigiano sia a livello dilettantistico sia a livello di eccellenza
A fare gli onori di casa il delegato provinciale del Coni Ambrogio Sfondrini che ha sottolineato l’impegno sempre crescente e determinante di tanti volontari vero motore delle società sportive e che fanno della passione e dell’entusiasmo i veri artefici della continuità delle attività sportive nel lodigiano sia a livello dilettantistico sia a livello di eccellenza. Ha preso la parola poi il sindaco di Lodi Sara Casanova e il “padrone di casa “il Presidente della Banca Centropadana Cav.Serafino Bassanetti assicurando di essere sempre vicino allo sport ed a tutte le realtà sportive del Territorio.

Si è quindi subito passati alle Premiazioni del CONI Centrale  e il CODOGNO BASEBALL ’67 nella persona del suo “longevo” e instancabile Presidente Marco Baccioccchi  che è stato premiato dal Consigliere del CONI Lombardo Federigo Ferrari Catellani (nella foto) con la prestigiosa STELLA D’ARGENTO al merito sportivo per i 50 ANNI di attività, per i titoli conquistati fra cui “CAMPIONI D’ITALIA SERIE A 1976”  e “CAMPIONI D’ITALIA JUNIORES 1982” e per aver dato alla nazionale Italiana ben 17 Giocatori nati e cresciuti a Codogno .

Dopo altre premiazioni di società e atleti meritevoli il CODOGNO BASEBALL’67 con i propri dirigenti al completo Marco Bacciocchi, il segretario Sello Giangiacomo e l’addetto stampa Pietro Barattini è stato chiamato ancora sul palco dallo speaker Luca Mallamaci per ricevere dal Cav. Serafino Bassanetti l’ambito riconoscimento come Premio Speciale per Squadra rivelazione dell’anno per la Promozione in Serie “A“ 2018.
Con questi due preziosi riconoscimenti si chiude un anno veramente speciale per la Società biancoazzurra che ha visto organizzare svariate iniziative nell’ambito dei festeggiamenti per il 50 ° di fondazione a cominciare dal Galà di febbraio, alla presentazione delle proprie formazioni nella piazza Principale di Codogno, alla Promozione in serie “A” 2018 sino all’incontro internazionale ITALIA-OLANDA svoltosi a fine ottobre allo Stadio di Viale Resistenza e per concludersi con la presenza alla edizione n°227 ^ della prestigiosa Fiera di Codogno con un tunnel di battuta per far provare il baseball a tantissimi giovani che ora chiedono di iscriversi.
Insomma tanto impegno, tanto lavoro, tante soddisfazioni ora riconosciute dal CONI centrale con le parole spese dal Presidente Giovanni Malagò che ha inviato una sua personale lettera di complimenti.
Insomma un’altra giornata di grandi emozioni vissuta dal nostro sodalizio che non fa altro altro che rimarcare il prestigio che oramai ci siamo guadagnati sul “campo”.

WordPress Author Box
Ezio Cardea

Nato a Milano il 9/12/1936, ha svolto attività come giocatore e come tecnico dal 1948 al 1980 partecipando ai campionati di prima serie dal ’55 al ’72, quasi sempre in società milanesi. Abbandonato il campo per impegni di lavoro, ha continuato a collaborare saltuariamente con società milanesi in supporto alle squadre giovanili e all'attività presso le scuole. A contato col baseball praticamente dal dopoguerra ai nostri giorni, ne conosce la sua evoluzione e ne ha evidenziato fin dal 1980 le criticità: prima fra tutte, a suo avviso, quella creatasi a causa della tendenza delle varie amministrazioni federali a potenziare il livello del campionato di punta fino a creare una frattura col resto del movimento, frattura insormontabile se non con l’'ingaggio di una forte percentuale di atleti d’oltre oceano.

3 Commenti Unisciti anche tu alla conversazione!

  1. The voice 5 dicembre 2017 at 13:30 -

    Che dire …l’amico Ezio Cardea ha già detto tutto.
    Da parte nostra non resta che rimarcare l’impegno e la tenacia che il Codogno Baseball sta mettendo per farsi conoscere e uscire dai confini spesso riduttivi del proprio territorio e ambito locale.
    Lo stesso impegno e la stessa tenacia che metteremo anche quest’anno per sottolineare che non solo nelle grandi occasioni (vedi 50 anni) siamo “sul pezzo” ma anche nella quotidianità degli impegni che ci aspettano in questo 2018.
    Ringrazio ancora a nome di tutto il Consiglio Direttivo la redazione di Baseballmania per la spazio che ci concede da tempo e per l’attenzione nei confronti di tutte le nostre manifestazioni.
    Siamo veramente orgogliosi di far parte della vostra “famiglia” !

  2. Piero 5 dicembre 2017 at 13:50 -

    Io mi aggiungo a The Voice la cui collaborazione e’ stata fondamentale per sfondare sulla gazzetta dello sport.Siete invitati in

    http://www.gazzettafannews.it

    Sez.Altro Ricerca:Codogno
    Leggete e imari chi del baseball sa poco o nulla o rimane nei propri confini.Non ci impegnamo al massimo ma i ragazzi in campo sono stati fantastici.

    • Piero 5 dicembre 2017 at 13:53 -

      L’Emozione ha preso il sopravvento. Noi ci impegniamo al massimo ma i ragazzi in campo sono stati Fantastici conquistando la Promozione. Senza il loro impegno non avremmo modo di scrivere. Grazie anche a voi