Già aperta la campagna elettorale per la Presidenza Fibs?

Pubblicato il Dic 6 2018 - 1:03am by Ezio Cardea

Un telegrafico annuncio federale  informa della nomina di Barbara Zuelli a  nuovo Presidente del Comitato Regionale FIBS  dell’Emilia Romagna.

Non molto più generoso di notizie è il giornalista Carlo Ravegnani su  Baseball.it  che, nel dare notizia della suddetta nomina  aggiunge, precisando essere una sua considerazione,  che se avesse vinto l’altra concorrente che non aveva presentato una sua squadra di consiglieri, quelli proposti dalla Zuelli si sarebbero dimessi rendendo necessario l’immediato commissariamento con conseguente incarico di gestire il Comitato  al Presidente federale Andrea Marcon.

Nessuno, tanto meno chi non vive a contato con quella realtà, può pensare che si tratti di ipotesi infondata, ma sicuramente ci viene da chiedere quale fosse la necessità o la finalità di quella osservazione, mentre sarebbe stato più interessante conoscere quali sono le priorità per la  signora Zuelli sia pure nelle linee generali e come intende affrontarle. Ma forse la signora Zuelli si è limitata a sottolineare  un risultato che dimostra la volontà delle società emiliano/romagnole di voler innovare.

Maggiore interesse, invece, è l’informazione, che lo stesso giornalista fornisce sulle sponsorizzazioni delle candidate, signore Barbara Zuelli e Graziella Casali, sostenute rispettivamente dai ben noti esponenti del baseball romagnolo/emiliano, Pillisio e Fochi: infatti potrebbe ipotizzarsi un primo e non confessato test tra due possibili eminenti candidati al prossimo appuntamento elettorale per la presidenza della Federazione.  La scadenza dell’attuale mandato è ormai vicina e il 2019 vedrà sicuramente aprirsi la campagna elettorale!  In tal caso, Pillisio, ammesso che abbia intenzione di candidarsi, sarebbe partito col piede giusto, tanto più che oggi la Regione Emilia/Romagna rappresenta da sola almeno il 30% dell’intero movimento del baseball italiano.

Non c’è dubbio che Pillisio ne sia orgoglioso e, facendomi molto piacere, ha mandato anche a me, come credo a suoi conoscenti che stima,  un messaggio nel quale sottolinea con soddisfazione di non essere arrivato a Rimini con l’intento di interessarsi solo della società di cui è Presidente, ma di attivarsi per tutto quanto è utile al baseball in una zona altamente importante, da tanti anni ormai la più importante d’Italia per il baseball: il suo impegno vincente nell’appoggio della candidatura della signora Zuelli ne sarebbe la prova.

Tale suo allungare lo sguardo come farebbe un  leader oltre ciò che sono gli interessi specifici della società di cui è Presidente,  se non finalizzato esclusivamente a porre tasselli per una possibile candidatura alla presidenza federale, non può che fargli onore e quindi è da apprezzare a  prescindere dalle possibili eventuali diversità di idee su come rilanciare questo nostro sport.

 

WordPress Author Box
Ezio Cardea

Nato a Milano il 9/12/1936, ha svolto attività come giocatore e come tecnico dal 1948 al 1980 partecipando ai campionati di prima serie dal ’55 al ’72, quasi sempre in società milanesi. Abbandonato il campo per impegni di lavoro, ha continuato a collaborare saltuariamente con società milanesi in supporto alle squadre giovanili e all'attività presso le scuole. A contato col baseball praticamente dal dopoguerra ai nostri giorni, ne conosce la sua evoluzione e ne ha evidenziato fin dal 1980 le criticità: prima fra tutte, a suo avviso, quella creatasi a causa della tendenza delle varie amministrazioni federali a potenziare il livello del campionato di punta fino a creare una frattura col resto del movimento, frattura insormontabile se non con l’'ingaggio di una forte percentuale di atleti d’oltre oceano.