“Figli della Lippa”, 50 anni di Baseball a Novara raccontati da Paolo Bossi

Pubblicato il Giu 7 2018 - 10:38pm by Ezio Cardea

Un nuovo lavoro si aggiunge alla già ricca collana di libri sul baseball italiano: è intitolato “Figli della Lippa” e racconta la storia dei primi cinquant’anni del baseball novarese, un baseball  tuttora vitale nonostante l’improvvisa ed inaspettata uscita dei “seniores” dal palco della massima serie dove Novara ha recitato per tanti anni un ruolo di grande rilevanza.

L’attività novarese si è interfacciata per decenni con i più forti club di baseball italiani, e la sua storia è quindi piena di episodi, racconti e ricordi che toccano non solo atleti e personaggi di Novara, ma anche i nomi più noti di tutto il baseball italiano. Il tutto sapientemente colorito e documentato con vecchie foto d’archivio e flash più recenti: insomma un  bellissimo tuffo nel passato  che non da scampo a  forti emozioni, almeno a chi è della mia generazione.

Il merito di questo impegnativo lavoro è di Paolo Bossi con la collaborazione di un eminente personaggio del baseball novarese e italiano che non ha bisogno di presentazione, Giuseppe Guilizzoni. Ed è appunto  Beppe, cui mi sono rivolto, a farci il ritratto di Bossi:  Novarese doc e di generazione Novarese,  e’ stato il primo a rispondere al mio appello, fatto con Francesco Chiaretti sull’allora Gazzetta del Popolo, con cui presentavo la mia intenzione di creare una societa’ di Baseball a Novara e pertanto chiedevo a chiunque volesse giocare di chiamarmi dando i miei riferimenti. Paolo fu pertanto il primo giocatore ad iscriversi ed ebbe la casacca Nr 1 ritirata proprio lo scorso anno durante una cerimonia allo Stadio Provini. Per molti  anni fu giocatore (ricevitore)  e contemporaneamente Segretario del neonato Baseball Novara. Tra tante altre cose Paolo Bossi fu uno degli artefici della nascita del Softball a Novara la moglie Lia ne e’ una testimonianza) e della nascita dell’allora Piemonte Orientale creato per aiutare la diffusione e la crescita del Baseball e del Softball  a Vercelli (Cortese ed altri)  ed Alessandria (capofila Pozzi). Lasciata per impegni da lavoro  Novara per Milano, Paolo e’ diventato la memoria storica della societa’ conservando negli anni tutto quello che di Baseball aveva e mantenendo vivi i rapporti con altri attori sia del Baseball che del Softball, non solo della Citta’ di Novara. Basta leggere il libro per rendersene conto. Contatti e amicizie che gli sono state anche utili per scrivere l’eccellente libro di cui stiamo parlando . Come Elia Pagnoni , il compianto Bugane’ ed altri, Paolo Bossi era, e’, e rimarra’ una persona preziosissima nella storia del baseball e del Softball Italiani ed in particolare della Societa’ Baseball Novara .

 

L’autore precisa: “Iniziativa spontanea, 224 pagine, 1008 riproduzioni (foto e documenti), migliaia di volti, carta patinata, formato 20×29, irriferibili altri numeri, omissioni e qualche errorino inevitabili, speriamo pochi… scuse anticipate”,  e ci informa che  per ulteriori informazioni e modalità per ottenere il volume, ci si potrà rivolgere a Beppe Guilizzoni  via whatsApp, per e-mail o telefono (gguilizzoni@yahoo.com – 338 7338570).

 

WordPress Author Box
Ezio Cardea

Nato a Milano il 9/12/1936, ha svolto attività come giocatore e come tecnico dal 1948 al 1980 partecipando ai campionati di prima serie dal ’55 al ’72, quasi sempre in società milanesi. Abbandonato il campo per impegni di lavoro, ha continuato a collaborare saltuariamente con società milanesi in supporto alle squadre giovanili e all'attività presso le scuole. A contato col baseball praticamente dal dopoguerra ai nostri giorni, ne conosce la sua evoluzione e ne ha evidenziato fin dal 1980 le criticità: prima fra tutte, a suo avviso, quella creatasi a causa della tendenza delle varie amministrazioni federali a potenziare il livello del campionato di punta fino a creare una frattura col resto del movimento, frattura insormontabile se non con l’'ingaggio di una forte percentuale di atleti d’oltre oceano.