FastPitch, il NettunoAcademy gia pensa alla SuperCup 2020 di Praga

Pubblicato il Dic 11 2019 - 5:25pm by Massimo Moretti
La stagione agonistica del FastPitch si è conclusa ormai da più un mese con la vittoria dello scudetto da parte dell’Islanders Catania che si sono confermati al vertice in Italia.
Il 2020 vedrà oltre l’appuntamento della SuperCup di Praga dal 24 al 29 agosto 2020, anche il campionato europeo dal 20 al 27 luglio 2019 sempre in Repubblica Ceca, abbiamo l’occasione di toccare diversi argomenti con Fabio Mariani, forte giocatore del Nettuno Academy e della nazionale azzurra di fastpitch.
Nel campionato italiano l’obiettivo del NettunoAcademy era arrivare tra le prime due, ed è stato raggiunto, dopo una bellissima e tirata finale contro il Catania:
“Si, l’obiettivo dell’Academy per quanto riguarda il campionato italiano era quello di arrivare in finale per accedere alla SuperCup 2020. Ci siamo presentati a Messina un unico rinforzo giocandocela alla pari contro una squadra ben preparata e molto competitiva”.
Un po’ di sorpresa ha destato il campo delle finali della final four di Messina, come vi siete trovati voi giocatori?
“Il campo era sintetico, ma di calcio, attrezzato come meglio possibile per svolgere, le funzioni di un campo da softball, chiaramente con tutte le limitazioni del caso, tipo l’assenza del dugout o la presenza delle porte da calcio all’estremità. Trattandosi di una finale di campionato italiano, non ti nascondo che ci aspettavamo una considerazione diversa. Comunque detto questo abbiamo la passione, ci piace questo sport e ci siamo adattati senza problemi”.
Hai vissuto una SuperCup da protagonista, affrontando squadre una più forte dell’altra. Pronto alla rivincita in terra ceca? Sopratutto dopo la “beffa arbitrale” della semifinale contro i norvegesi Oslo Alligators:
“Quest’anno la SuperCup è stata una grande avventura, con un grandissimo risultato nonostante le tre chiamate di illegal pitch consecutive che hanno ribaltato a nostro sfavore il risultato in semifinale con la squadra norvegese. Per il 2020 ci stiamo già muovendo e organizzando per affrontare al meglio delle nostre possibilità la prossima SuperCup che si terrà a Praga, puntando sempre al podio”.
Altro impegno, sarà la competizione europea, sempre in terra ceca, a luglio. A livello di nazionale siamo indietro rispetto a nazioni tipo, Danimarca, Repubblica Ceca, Olanda e Gran Bretagna, sopratutto a livello giovanile, quale secondo te il modo per recuperare questo gap?
“Per gli Europei, che si terranno sempre in Repubblica Ceca, posso dirti che al momento sembrerebbe che il Campionato Italiano di Fast Pitch non sia stato confermato per il 2020. Ciò significa che la FIBS, dovrebbe iscrivere la nazionale pur non essendoci un campionato e sinceramente non so se è una cosa fattibile e sopratutto se c’è interesse a farlo. Inoltre il responsabile della Federazione è stato esonerato prima delle finali del campionato, Come sai su oltre venti squadre europee che hanno partecipato alla Super Cup, le due italiane si sono classificate terzo (NettunoAcademy) ed all’ottavo posto (Islanders Catania) ed è un vero peccato che la Federazione non veda un futuro questo sport. Sarebbe bello rispondere alla domanda sul gap tra le diverse nazionali ma dovremmo prima assicurarci che l’Italia abbia un campionato”.
Purtroppo, le premesse non sono buone, speriamo nello svolgimento del campionato italiano di fast pitch, attendiamo dalla FIBS, un segnale per questo movimento. Personalmente vedere nella SuperCup di Nettuno, tante squadre europee di questo sport, mi ha dato l’idea di un movimento molto attivo e florido che non va abbandonato, anzi deve essere aiutato a crescere in tutta Italia, anche a livello giovanile.
Non resta che prenotare il volo a Praga.
WordPress Author Box
Massimo Moretti

Nato nel 1973....aspettando 17 anni lo scudetto. Semplice appassionato di baseball come tutti quelli che vivono nella città del Tridente. Ottima prima base nei tempi (mio giudizio) protagonista assoluto in una partita con la maglia dei Ragazzi del Nettuno B.C. contro gli americani della base Nato di Napoli (ho le prove ed i testimoni). Vanto una presenza al piatto con la maglia del Baseball Club Rovigo in serie C nono inning uomo in base sotto 3 a 1 in quel di Poviglio strike out senza gloria. Ho provato la scalata nelle Minors come da foto profilo ma senza successo. Più che un esperto sono un fanatico.