Ecco gli azzurrini Under18 per l’Europeo di Grosseto

Pubblicato il Lug 3 2018 - 7:15pm by Redazione Baseballmania

Finalmente ci siamo, dopo decine di giornate di selezione e preparazione, centinaia di lanci e migliaia di swing, è fatta la Nazionale U18 che dal 9 luglio, agli ordini di John Cortese, difenderà i colori azzurri nel massimo campionato continentale di categoria, che la città di Grosseto si appresta a ricevere e ospitare nei suoi invidiabili impianti tirati a lucido.

Ecco i 20 ragazzi per cui l’Italia del baseball e del softball si appresta a emozionarsi e tifare nei prossimi giorni, mentre il capoluogo maremmano dà ufficialmente il via alla grande festa di sport, fuori e dentro il diamante.

 
1 ALDEGHERI Samuel P/1B Baseball Team Verona
2 ANGIOI Gabriele SS Cagliari Baseball
3 BATTIONI Tommaso IF/P Collecchio BC –  Junior Parma
4 BERTOSSI Riccardo OF/C/IF New Black Panthers
5 DA RE Giulio C/IF/OF New Black Panthers
6 DALL’AGNESE Gabriel P CUS Brescia –  Bergamo Baseball
7 DI MONTE Daniele P/OF New Black Panthers-Junior Alpina B.S.
8 GIAROLA Tommaso SS/2B Grizzlies Torino 48 B.C.
9 IOLI Nicolò P Torre Pedrera Falcons – Godo B.S.C.
10 MARZIALI Nicola P Macerata Angels
11 MENONI Leonardo P Lancers B.C.
12 MONTI Daniel Xavier IF Bollate B.C. 1959
13 MORRESI Lorenzo C Macerata Angels
14 PASOTTO Andrea OF/1B Collecchio B.C.-Milano Baseball 1946
15 PIZZOLINI Marco P  Ronchi -White Sox Buttrio
16 REAL SANCHEZ Gabriel P/IF Cagliari B.C – Ares Milano Baseball
17 SERVIDEI Marco 3B Godo B.S.C. – Cral Enrico Mattei
18 TUCCI Oscar P Macerata Angels
19 URQUIOLA Carlos Alfredo IF Rams B.C. Viterbo
20 VILORIA SERDA Norberto Alexander P/OF Junior Parma B.C.
Staff
21 CORTESE John Manager
22 CRETIS Rolando Pitching Coach
23 CAPPUCCINI Stefano Coach
24 COSTA Gianmario Coach
25 MARENGHI Gianluca Coach
26 SANTOLUPO Daniele Preparatore Atletico
27 ABBATE Graziano Fisioterapista
28 SQUARCIA Guido Medico
29 FERRINI Fabio Media Officer
30 DE ROBBIO Fabrizio Team Manager

12 Commenti Unisciti anche tu alla conversazione!

  1. max 3 luglio 2018 at 19:55 -

    notare l’assenza di un giocatore nettunese…..

  2. massimo 4 luglio 2018 at 12:24 -

    Brutta botta per il baseball giovanile nettunese, nessun convocato, nel 2009 vincemmo l’europeo in Germania con il 60% dei convocati nostrani , mah….

  3. luca 4 luglio 2018 at 13:15 -

    possibile che da viterbo arrivando a nettuno non c’è un atleta nel roster ‘ da quello che si legge sono sempre gli stessi. Non credo che in giro non ci siano atleti in grado di stare in nazionale forse qualcuno non vuole vederli o forse serve una raccomandazione.

  4. Pino 4 luglio 2018 at 20:25 -

    È un cerchio chiuso non danno la chance ad altri atleti di essere visionati e ce ne sono molti in giro. Sempre gli stessi anche se le statistiche parlano chiaro
    Alzate il naso e nn restati meravigliati se qualche talento c’è guarda Modena lo scorso anno finali scudetto under 18

  5. Monica 4 luglio 2018 at 21:12 -

    Forse se le società di Nettuno smettessero di farsi la guerra e ricominciassero ad allenare i ragazzi come sanno sarebbero nel roster come sono sempre stati.
    E smettiamola con la solita …… serve una raccomandazione…. sono sempre gli stessi.

  6. Gianni 5 luglio 2018 at 10:25 -

    Bgiorno a tutti, volete sapere la storia di un anno e mezzo che un ragazzo di nettuno under 18 campione d’ Italia ha dovuto subire dallo staf della nazionale?( e quanti soldi ha speso la famiglia x questo).

  7. luca 6 luglio 2018 at 08:34 -

    dire la verità fa male sig. monica è vero purtroppo funziona cosi oggi serve una racc. e da quanto ci sono questi tecnici chiamano sempre gli stessi atleti non guardano altro.
    Sante parole del Sig. Pino quando alle finale under 18 qualche tecnico che fa parte dello staff è rimasto colpito da alcuni giocatori per la loro bravura che non hanno mai visto o selezionato…………

  8. Pino 6 luglio 2018 at 12:23 -

    La guerra…nel 2017 tre titoli su quattro sono andati a Nettuno under 12 18 21 e pure le convocazioni parlano chiaro serve il passaporto per i nettunesi

  9. Gianni 6 luglio 2018 at 17:41 -

    Cara Monica volevo dirti che lo scorso anno un ragazzo di nettuno poco più che diciassettenne ha giocato in Afederale con ottini risultati sia in difesa che in battuta ( statistiche fibs) é stato chiamato ben 4 volte dallo staff della nazionale dove é stato visionato con almeno altri 25 ragazzi più gli accademisti per il famoso mondiale in Canada, nn è mai stato chiamato x partite o tornei ma solo allenamenti,chiudo dicendo che è stato l’ unico ragazzo che in allenamento ha mandato la pallina oltre la recinzione ben 120 mt.

    Ciao Monica ( scartato xché è di Nettuno)

  10. Gianni 6 luglio 2018 at 18:01 -

    Dimenticavo di dirti di informarti chi sono e cosa fanno i genitori dei giocatori della nazionale altro che raccomandazione.

  11. Gianni 6 luglio 2018 at 18:12 -

    Ciao Luca nella lista c’è un giocatore del Viterbo un certo Urquiola Carlos, visto uno è stato preso.

    Un augurio di un buon europeo a Morresi, Bertossi, Pasotti e Pancellini sicuro che loro meritano la NAZIONALE.

  12. Rossodisera 7 luglio 2018 at 07:55 -

    Purtroppo le responsabilità sono tante ed equamente divise. E’ fuori di dubbio che le raccomandazioni, ci siano, eccome! Non ne farei una questione, solo, di Nettuno, anche al centro nord, ci sono giocatori che meritavano la nazionale (qui a Parma almeno un paio stanno fuori!), così come a Nettuno (dove almeno un paio, per come conosco io i ragazzi, la meritavano a prescindere che fossero più piccoli di altri, ma il talento e la forza contano eccome, quando fai viaggiare la palla oltre la recinzione!).
    La cosa che lascia basiti è come il potere di scelta di un manager, venga esautorato da un dirigente (magari molto vicino alla Federazione….sarà il gatto o la volpe ahahahah) che fa il bello e il cattivo tempo, nelle scelte dei ragazzi, dalla U15 (perchè Burato lo manderebbe a cagare se solo provasse a metter bocca sulla U12!) per finire alla U18 e anche alla Seniores……per continuare anche nelle scelte dei nuovi accademisti, a quanto mi hanno detto! Una vergogna che non so come Marcon si possa accollare, perchè alla fine il “pesce puzza dalla testa”!. Tornando ai Manager, se risultano vincenti, come Burato e il suo staff, riescono a essere refrattari ai tentativi di forzatura del “gatto e la volpe”, ma quando hai raggiunto risultati non troppo brillanti, come il buon Jhon al mondiale Canadese o Roberto all’europeo Austriaco; ecco che il “gatto e la volpe” riescono a forzare la mano. Il “gatto e la volpe” lasciano che i migliori 10/12 rispondano a criteri di meritocrazia e si tengono altri 6/8 posti, per aggraziarsi la simpatia di qualcuno che potrebbe diventare loro nemico, con buona pace del nostro amato sport che così va a finire! Cè ancora tantissimo da dire, ma per il momento mi fermo qui……