Benvenuti a Bologna! … e a Castenaso!

Pubblicato il Giu 3 2019 - 1:40pm by Allegra Giuffredi

Nel dare il benvenuto alle squadre che come noi affronteranno questa European Champions Cup, non posso che iniziare con un saluto affettuoso al nostro amico e tifoso Claudio, che ci ha lasciati veramente troppo presto!

Per i tifosi che frequentano il Falchi, Claudio è stato per anni una figura mite, quanto importante: sempre presente con lo score card sottobraccio, attento e puntuale nell’avvertire gli amici quando una gara veniva rinviata o proprio rimandata ad altra data.

Ma non solo, perché Claudio con la sua discrezione è sempre stato disponibile nel saper ascoltare le tante chiacchiere e i tanti dibattiti che sempre si scatenano sugli spalti e che sono il bello coreografico del nostro sport e della passione di tutti noi per questo nostro movimento sportivo.

Ci mancherai Claudio, ci mancherai davvero molto, ma penso che in qualche modo parteciperai anche tu di questa festa sportiva che si appropinqua e sarai comunque con noi!

E allora bando alla tristezza, che sicuramente Claudio non avrebbe voluto gli dedicassimo e vai col baseball: quello bello, europeo e di livello che al Falchi sarà onorato alla grande e proprio a partire dalla prima giornata della European Champions Cup,  che vede misurarsi, tra Bologna e Castenaso, il Parma contro il cugino olandese del Nettuno bolognese, ossia il Curaçao Neptunus e quindi la Fortitudo contro la L&D di Amsterdam.

Completano la giornata gli incontri tra l’ex capitale della Germania Ovest, Bonn, ossia i Bonn Capitals contro i francesi del Rouen Huskies e i cechi dell’Ostrawa Arrows contro i belgi del Deume Spartans.

Bologna accoglie i suoi campioni con un Logo evocativo delle bellezze cittadine che son certa i tifosi al seguito delle squadre europee partecipanti alla European Champions Cup, andranno a visitare, tra la Basilica di San Luca, vero Faro cittadino e il complesso monumentale di Santo Stefano con le sue Sette chiese in una! per non dimenticare le centralissime Due Torri e la Statua del Nettuno, quello felsineo, ovviamente!

La Coppa dei Campioni della Effe e del ParmaClima inizia col botto, rinnovando l’antico duello contro le squadre olandesi, che insieme alle nostre sono tra le migliori in Europa e che dal 2015 si sono accaparrate le ultime quattro edizioni della European Champions Cup, lasciandoci spesso l’amaro in bocca, ma non certo demeritando.

Per una settimana, giocheremo pressoché tutti i giorni in un clima che si spera sia davvero primaverile e non novembrino e che per una settimana appunto ci farà tenere quei ritmi americani che fanno (e farebbero!!) tanto bene al nostro sport, perché più si gioca, meglio è.

Tra i giocatori che forse vedremo all’opera nella squadra di Amsterdam, troveremo anche Rob Cordemans, classe 1974 e che è anche pitching coach della squadra olandese.

In pratica avremo modo di vedere un monumento del baseball europeo ed internazionale che ha disputato ben quattro Olimpiadi, è stato selezionato per il World Baseball Classic ed ha vinto davvero tanto.

La Fortitudo, come il Parma arriva a questo impegno con molta voglia e molta responsabilità, dato che giochiamo in casa, ma credo anche che la maturità dei giocatori italiani permetterà loro di giocarsela con la mente libera e questo in fondo è ciò che immodestamente consiglierei: giocate come sapete, godetevela e divertitevi il più possibile, anche, perché dal modulo del “calcio totale”degli anni Settanta in poi, proprio l’Olanda ci insegna che bisogna impegnarsi in maniera … come dire “scialla” e quindi, traducendo, in maniera serena e il più possibile spensierata, ma non certo superficiale, eh!?

Go italian baseball!

WordPress Author Box
Allegra Giuffredi

Nata a Parma quarantaquattro anni fa e bolognese d’adozione da più di venti, è laureata in Scienze Politiche e lavora come funzionario pubblico. Appassionata di baseball, segue la Fortitudo da una decina d’anni e da sette scrive su “Fuoricampo”, ossia sul notiziario della Fortitudo Baseball, articoli di costume su tutto ciò che contorna il mondo del “batti e corri”. Segue anche la MLB e in special modo la squadra dei Chicago Cubs, sulla quale spesso si intrattiene con aneddoti ed altre amenità.

2 Commenti Unisciti anche tu alla conversazione!

  1. Daitarn 4 giugno 2019 at 00:06 -

    Aspetta,se seguiamo i consigli di Rinus Michels…. birra e donne a volonta’ fino all’alba..sara’….,l’unica sfiga e’ che Rinus non ha mai vinto una mazza…

  2. marco 4 giugno 2019 at 12:55 -

    Stasera ci sarò; con mio padre, AR detto “Dino”, amico di gioventù di MP; per chi ha l’amanacco del Cinquantesimo della F, foto nelle primissime pagine e ovviamente nelle formazioni. A stasera ! Marco