Arriva il ritiro ufficiale della squadra a cui il Sindaco di Nettuno Coppola aveva assegnato gratis lo Steno Borghese. Su quale campo giocherà il Nettuno2?

Pubblicato il Giu 27 2020 - 3:25pm by Redazione Baseballmania

Adesso è ufficiale, anche il Nettuno Baseball City si è ritirato dal campionato di A1! Una notizia che in realtà in riva al Tirreno coglie impreparati in pochi, forse solo quelli che per molto tempo hanno fatto finta di non vedere in che situazione si trovava la squadra, che è bene ricordare, nacque nel 2015 e si ritrovò ben presto in quella che all’epoca si chiamava IBL, solo dopo due passaggi di titolo dal Mastiff Grosseto al Nettuno2 e dal Nettuno2 al City.

Tutti i nodi arrivano al pettine, come si suol dire. Probabilmente per il City è arrivato quindi il momento della resa dei conti. Peccato che ancora una volta ci è andato di mezzo il sindaco Coppola che da qualche settimana aveva assegnato gratuitamente proprio al Nettuno Baseball City lo stadio Steno Borghese. Che autogol signor Sindaco! Assegnare uno stadio a chi dopo qualche giorno si è ritirato dal campionato.   Ammiriamo comunque la costanza e la fedeltà del Sindaco al Nettuno City, ricordiamo infatti quanto il primo cittadino si era impegnato proprio 12 mesi fa quando il City minacciava il ritiro dal campionato per problemi economici.

Adesso bastava fare una analisi veloce sulla realtà e rendersi conto che nel roster di quella squadra non era praticamente rimasto nessuno. Bastava fare una ricerca sul sito federale della FIBS per leggere del procedimento a carico del City a inizio maggio per la vicenda degli stipendi non pagati nel 2019. Bastava semplicemente leggere un nostro articolo dello scorso 31 gennaio in cui mettemmo in luce la situazione di profonda crisi del Nettuno City, una crisi che all’epoca non era dovuta all’emergenza coronavirus. Il tremendo virus ha fatto molti danni nel mondo e nel nostro paese, ma non è certo responsabile di quanto è accaduto a questa squadra di baseball.

Il ritiro del City toglie di mezzo anche i “giochetti” di cui abbiamo parlato nei giorni scorsi. Sembra infatti che è stato provato fino all’ultimo, con riunioni alla vigilia del ritiro, a convincere Domenico Della Millia e il suo Nettuno2 al ritiro al posto del City.

Prendiamo atto che questa volta l’ammiraglio nettunese Della Millia non ha ceduto, confermando con orgoglio la sua squadra nella massima serie. Questo è un segnale non da poco in riva al Tirreno, un segnale che indica che le “politiche” nel movimento del baseball a Nettuno probabilmente stanno cambiando. La storia del City in fin dei conti parla chiaro. In tutto questo proprio il Nettuno2 adesso ha il problema dello stadio, che succederà con lo Steno Borghese? Resterà affidato al Nettuno City? E dove giocherà quindi il Nettuno2? Voci insistenti parlano di una richiesta per giocare all’impianto di Roma dell’Acquacetosa. Sembra anche che Della Millia sia disposto a disputare tutti i turni in trasferta.

In questi ultimi due casi, non ci sarà nessuna gara di baseball delle due squadre nettunesi iscritte al massimo campionato. Complimenti ai responsabili di questo scempio!

Per gli appassionati il baseball però va avanti anche in riva al Tirreno dove a questo punto sarà il Nettuno BC 1945 l’unica squadra a giocare a Nettuno in questo 2020!

5 Commenti Unisciti anche tu alla conversazione!

  1. camillo palma 27 giugno 2020 at 17:22 -

    Questo bellissimo sport, e dove tanti giovani sono cresciuti ed educati, lo scrivente compreso, e di tante generazioni, è purtroppo diventato un trofeo di TRISTEZZA. Non voglio additare e colpevolizzare nessuno, perché non sono un giudice, e non ho nessuna carta in mano, ma faccio solo questa considerazione in qualità di libero cittadino. un caro saluto a tutti e mi viene da affermare, e come a me penso anche a tanti, che vedere o non vedere le partite del max campionato senza una squadra di Nettuno, non mi fà più né caldo e né freddo, anzi è meglio non vederle.

  2. Michele 27 giugno 2020 at 18:16 -

    Questo il triste epilogo dei fatti. Nessuna soluzione da indicare? Penso che la teoria del chiodo scaccia chiodo dovrebbe essere nota al sindaco. Insomma, il baseball è Nettuno

    • Alby66 28 giugno 2020 at 12:14 -

      Parliamo di cose serie ho sentito che nei campi dove hanno organizzato delle amichevoli il pubblico è stato lasciato fuori… Ma come funziona la storia? Io ho letto le linee guida game scritte dalla fibs dicevano l’opposto… Il 10 di luglio si potrà entrare allo stadio o no? Logicamente in sicurezza come da protocollo ciao a tutti da Parma

  3. Harlock 28 giugno 2020 at 12:21 -

    Il sindaco pensa a fare gli inchini a certa gente che dovrebbe essere cacciata a calci nel culo dal baseball nettunese. Anni e anni di giocatori non pagati, minacce continue di ritiri e finalmente adesso si sono levati di mezzo. Speriamo di non rivederli mai più ma questi cercheranno di resistere di tornare nel 2021 a rompere le scatole.

  4. Temistocle 28 giugno 2020 at 15:55 -

    Tutta Italia quella seria ringrazia