SerieA1 Softball, Sarah Pauly e Lisa Maulden al Forlì

Pubblicato il Mar 30 2019 - 4:35pm by Redazione Baseballmania

Alla vigilia dell’inizio della stagione di softball prevista per sabato 30 marzo sono arrivate a rinforzare la squadra forlivese due nuove straniere.

Pauly Sarah Jo  vecchia conoscenza negli ultimi due anni ha vestito la maglia del Bollate e  Maulden Lisa Michele, al suo debutto in Italia

Conosciamole meglio :

Forlì torna a schierare il lanciatore straniero fin dall’inizio della stagione regolare. Dopo le ultime due stagioni di pedana tutta italiana, l’assenza di Zanotti (a studiare in America per la gran parte dell’anno) ha lasciato in squadra due soli pitcher di ruolo, Cacciamani e Onofri, così la società ha pensato a un’americana. E di valore.

Sara Pauly

Si tratta di Sarah Pauly, che in Italia ha lanciato solo gli ultimi due anni, con Bollate, ma che in prededenza ha accumulato una carriera lunga e prestigiosa. Nata nel 1983 a Phoenix (Arizona), Pauly ha frequentato il college a Texas Corpus Christi e già qui ha iniziato a collezionare record. Poi è passata nella squadra semi-pro delle Stratford Brakettes (era assieme a Leslie Malerich), ed infine nella lega pro americana NPF, da Washington alle USSSA Pride, da Pennsylvania alle Akron Racers, la sua ultima formazione prima di venire in Italia. In mezzo, nel 2011 un’esperienza in Giappone con le Honda Reverta, il club di proprietà della multinazionale delle auto.

Senza tanti giri di parole, Sarah Pauly è un top-player. Sia nella Ncaa sia nelle Pro ha messo assieme cifre esagerate, se ne potrebbe scrivere a bizzeffe, ma è una statistica realizzata nel campionato itaiano che può essere ancor più indicativa. Negli ultimi due anni, Pauly ha contribuito in maniera sensibile alle due finali scudetto raggiunte (e perse) dal Bollate: fra regular season e playoff vari ha giocato ventisei partite. Ne ha persa una, una soltanto, la celebre garaquattro della finale 2017 che ha consegnato a Forlì il quarto titolo. In quella partita, Sarah Pauly ha incassato 9 punti, tanti quanti ne avrebbe incassati nell’intera stagione 2018.

Giocatrice esperta, espertissima, è un lanciatore destro più di controllo che di potenza e -pur raccogliendo ancora strike out in doppia cifra- se possibile si fa preferire per le poche basi ball al passivo e la bassa media battuta concessa agli avversari.

Lisa Maulden

Lisa Maulden è una giocatrice nata e cresciuta nel nord-ovest americano, a Maple Valley nello stato di Washington: da due anni ha anche la cittadinanza ungherese, e Forlì ha potuto tesserarla in qualità di “comunitaria”.

Ventisei anni, ha frequentato il college vicino a casa, a Seattle. Pur giocando in una conference poco competitiva per il softball (la Western Atlhetic), Maulden ha mostrato buone doti individuali e scritto cifre interessanti: istintivamente è un battitore di potenza, con una media battuta in carriera vicina ai .300; ma è anche battitore paziente e sa “lavorare” il lanciatore, garantendosi ottime percentuali di arrivi in base.

Tira di destro ma ha imparato a battere mancina, e grazie alla buona tecnica appresa di “slap” e “bunt” è un avversario fastidioso per qualunque pitcher. In difesa è una classica “utility”, buona praticamente per tutti i ruoli: si trova di più a suo agio negli angoli (Prima e Terza base), ma gioca bene anche nelle altre posizioni interne, se la cava all’esterno, con le Haarlem Sparks ha giocato ricevitore, e nel campionato magiaro ha perfino lanciato (anche se poi ha ammesso che non le piace).

Si capisce già che, dopo il diploma, Maulden ha lasciato Seattle e si è messa a girare il mondo per dedicarsi con tutta se stessa al softball. Durante l’estate europea ha giocato in Austria, nel 2015, il suo primo impegno fuori dagli Usa, e poi in Belgio e Ungheria, nazione di cui nel 2017 ha acquisito la cittadinanza mentre faceva la allenatrice / giocatrice nelle Budapest Reds; l’anno dopo lo ha passato con le Haarlem Sparks, le arcirivali di Forlì nelle competizioni continentali.

Durante l’estate australe, Lisa Maulden gioca in Oceania: è stata prima in Australia (Brisbane) e poi in Nuova Zelanda con le Auckland Western Magpies, squadra con cui ha appena vinto il titolo nazionale.