Massimo Rotondo del Saronno:”Da Cenerentola alla finale scudetto”!

Pubblicato il Ott 21 2020 - 4:53pm by Massimo Moretti

Dopo aver ascoltato le parole del DS Luigi Soldi vincitore dello scudetto softball con il MFK Bollate, allarghiamo il discorso sulla stagione softball con Massimo Rotondo vice presidente dell’Inox Team Saronno che ha disputato una stagione da prima della classe vincendo la regular season e che si è arresa solamente in finale con la più quotata squadra bollatese.

Massimo Rotondo

Iniziamo dai complimenti, storica finale raggiunta, frutta di oculata programmazione, e titolo di campione d’Italia battagliato contro il Bollate punto su punto un giudizio su questa bellissima stagione ?

“La stagione 2020 verrà ricordata come la stagione Fantasy ovvero ricca di speranze . Speriamo di ricominciare ad allenarci. Speriamo di iniziare a giocare. Speriamo non succeda nulla. Speriamo il pubblico possa entrare. Speriamo di vincere lo scudetto. Alla fine quasi tutte le speranze si sono avverate, tranne lo scudetto .

Noi siamo molto contenti di aver contribuito giocando questo campionato ad aiutare il movimento a rimanere vivo e ringrazio la federazione per aver dato aiuti sostanziosi concreti a tutte le società che hanno deciso di partecipare vedi no tasse gare e addirittura bonus in denaro per tutti”.

Cosa ha avuto Bollate in più e Saronno in meno per vincer il titolo?

“Bollate è una società che da i miei brevi ricordi (20 anni circa ) è sempre stata ai vertici del softball italiano e di finali scudetto ne ha giocate moltissime, l’ultimo scudetto risaliva a ben15 anni fa quindi molto esperta. Noi solo 7 anni fa eravamo la cenerentola del campionato di A2 con 24 partite giocate e 24 perse .Oggi invece ci siamo confrontati alla pari nella finale scudetto con la squadra più titolata D’Italia. Cosa ha avuto Bollate in più di noi ? Tanta esperienza !!!”

Da oggi inizia la offseason, già si pensa alla nuova stagione per tirarsi dietro il rammarico delle finali?

“In questi giorni si deve metabolizzare la sconfitta perché inutile fare gli ipocriti la sconfitta fa male specie se ci Credi intensamente .Per il futuro abbiamo ancora un po di tempo”.

La stagione del softball e baseball è stata segnata dalle mille difficoltà affrontante per l’emergenza COVID19 le partite di questo campionato saranno ricordate con maggior affetto in futuro?

“Le difficoltà sono state enormi ai primi di febbraio la squadra si era ritrovata per iniziare la preparazione e già le voci che circolavano proiettavano lunghe ombre nere sulla stagione che stava per cominciare poi è arrivato il lockdown  e tutte le atlete sono tornate alle loro case giuste in tempo prima della chiusura totale. Nei mesi successivi non sapevamo cosa dire alle nostre atlete poi finalmente uno spiraglio di luce. Credo verrà ricordato come il campionato più logorante di sempre dove ogni cosa come ad esempio fare una semplice doccia non sia stato possibile. Ma verrà anche ricordato per le splendide immagini televisive che sono state trasmesse ogni settimana una grande innovazione che ha fatto bene a tutti noi”.

Il prossimo anno sono in programma le Olimpiadi, il softball italiano le raggiunge vivendo da prime delle classe, dove nascono questi successi ?

“L’italia ha meritatamente conquistato un posto alle Olimpiadi e se si pensa che le partecipanti sono soltanto 6 nazioni ovvero una per continente più una come paese ospitante fa capire di quale impresa hanno fatto le ragazze e tutto lo staff sorretto dalla federazione. Un risultato fantastico senza dimenticare anche l’Europeo vinto qualche settimana prima in Repubblica Ceca. In pratica l’Italia ha sbaragliato chiunque si sia messo sul suo cammino”.

Ultima domanda, cosa fare per aumentare la base delle ragazze nelle categorie giovanili?

“Una grande difficoltà e dettata dal tempo in cui viviamo dove 10 bambini su 10 conoscono perfettamente cosa é un cellulare, una App, o addirittura una chat .Ma dieci bambini su 10 non sanno che lo sport è vita è qui chiedo ai genitori di insistere un Po di più nel aiutare i ragazzi e ragazze a frequentare i centri sportivi.

Purtroppo spesso mi sento dire dal genitore quando invito una bambina a partecipare ad un allenamento sul nostro campo che è lontano (5 km ) oppure che gli orari non coincidono o che lascia decidere alle bambina. Chiedo un piccolo sacrificio per permettere ad ogni piccola atleta di avere la possibilità di essere una giocatrice protagonista e perché no magari una campionessa.

Una alternativa alle solite cose che sento per allargare la base è…se la montagna non va a Maometto Maometto va alla Montagna .

Ogni paese ha un parco che dopo la scuola le mamme portano i loro figli a giocare a non si sa cosa (improvvisano) pensa se ti presenti in quel parco con un batti ti una mazza una palla e una rete e permetti a tutti di provare ..a fare qualche battuta.

A fine giornata vedrai che qualcuno disposto a seguirti ci sarà e per un pò i telefoni verranno dimenticati”.

In questi giorni, il vice presidente Massimo Rotondo con un post su Facebook ha espresso il proprio appoggio alla rielezione del presidente federale FIBS Andrea Marcon, che qui riporto integralmente:

Qualcosa non mi quadra e per uno che si chiama Rotondo non è piacevole.

Diverse persone mi hanno fermato dicendo che girano voci sul mio conto che io aspiri ad una carica come consigliere regionale e pertanto mi sono alleato sottobanco con un club lombardo cercando uno scambio di favori o meglio ancora scambio di voti favorendo la cordata del candidato Massimo De Luca in cambio di un appoggio per diventare consigliere regionale. Io di questa storia non ne so nulla e dichiarò pubblicamente che ho molto apprezzato il lavoro del presidente in carica Andrea Marcon. Il Presidente non e stato la mia prima scelta ma In questi anni ho apprezzato il suo lavoro la dedizione ed l’ impegno per tutto il movimento . Dopo 4 anni di mandato il risultato è…. che abbiamo una nazionale che parteciperà alle Olimpiadi 2021 con lui o senza di lui ..ma l’ITALIA ci sarà e non una cosa da poco

Concludo ..

IO Rotondo Massimo per quel che vale sto con il presidente Marcon. Andrea
E se la pensate come me condividete pure.

WordPress Author Box
Massimo Moretti

Nato nel 1973....aspettando 17 anni lo scudetto. Semplice appassionato di baseball come tutti quelli che vivono nella città del Tridente. Ottima prima base nei tempi (mio giudizio) protagonista assoluto in una partita con la maglia dei Ragazzi del Nettuno B.C. contro gli americani della base Nato di Napoli (ho le prove ed i testimoni). Vanto una presenza al piatto con la maglia del Baseball Club Rovigo in serie C nono inning uomo in base sotto 3 a 1 in quel di Poviglio strike out senza gloria. Ho provato la scalata nelle Minors come da foto profilo ma senza successo. Più che un esperto sono un fanatico.