Poma protagonista, Parma supera il Nettuno agli extra-inning

Pubblicato il Apr 11 2015 - 9:56am by Redazione Baseballmania

Ci vogliono ben 11 inning e alla fine il Parma la spunta di misura sul  Nettuno (5-4) al termine di una partita molto equilibrata (8 valide a testa) in cui a decidere è un singolo di Poma che spinge a casa Santolupo per il punto della vittoria. Poma diventa poi l’assoluto protagonista della gara quando va a togliere a Luis Nunez il fuoricampo nella seconda parte dell’undicesimo inning che avrebbe chiuso la gara in favore del Nettuno.

Il Parma parte decisamente bene, con il  Nettuno che gli spiana la strada con 2 errori: la valida da 2 basi di Poma e una rimbalzante di Garbella valgono il doppio vantaggio (0-2). Quando poi al terzo inning va nuovamente a punto, questa volta per merito del doppio di Biagini, la serata sembra volgere al meglio per i ducali, anche perché nel frattempo Jimenez tiene a bada il line-up laziale senza troppa fatica. La gara cambia volto al quinto quando con 2 out ed un corridore in base è lo stesso partente emiliano a commettere un errore sulla battuta che avrebbe chiuso l’inning. Il colpito che segue pone fine alla sua partita con le basi piene. E’ la volta di Camacho che però ha un brutto impatto: lancio pazzo (1-3) e singolo da 2 punti di Retrosi per il pareggio (3-3).

La sfida tra lanciatori stranieri fila via senza dare ulteriori emozioni con Jhonny Montoya e Camacho che non concedevano molto, e si arriva così agli extrainning. La decima ripresa è un botta e risposta tra le due squadre: al punto siglato da Santolupo sulla valida interna di Poma, risponde Retrosi,doppio, a casa sul singolo di Nunez (4-4). Ci vuole quindi iltie-break per decidere le sorti della partita. Ed è ancora Poma il protagonista (3 su 5 con 3 rbi) che con un singolo a destra spinge a casa Santolupo per il 5-4. Nella parte bassa dell’undicesimo i padroni di casa si trovano nella situazione di ribaltare il risultato, Luis Nunez picchiava duro su un lancio di Camacho, palla destinata al fuoricampo. Era proprio Poma con una presa in stile MLB a strozzare l’urlo dei tifosi del Nettuno. Il seguente strikeout su Paoletti chiudeva la gara in favore degli uomini di Gilberto Gerali.

Oggi gara 2 con i lanciatori ASI. Diretta streaming radio su Baseballmania.eu dalle ore 20,30

Foto CB/Oldman

3 Commenti Unisciti anche tu alla conversazione!

  1. karl 13 aprile 2015 at 22:40 -

    Certo che Parma c’e l’ha nel suo DNA di fare ste imprese ,quella del 1980 rimarra’ per sempre impressa,mi ricordo il clamore di quella partita,pazzesco.Un Glen Grant con un line up nucleare( Rum,Sanders,Oliveros,Del Sardo,Bagialemani solo alcuni) rimontato da una squadra ormai senza obiettivi a quel punto della stagione,da 10-0 a 10-12.

    • Redsox 14 aprile 2015 at 01:03 -

      Ero allo stadio di Rimini quella sera e le notizie arrivavano allo speaker via telefono. Passai dall’essere insultato per essere uno di quelli che avevano venduto la partita a clamorosi festeggiamenti finali: con la sconfitta del Nettuno lo scudetto andava automaticamente al Rimini. M’ingozzarono di piadine, che non mi sono mia piaciute tra l’altro. Credo che quella sconfitta rocambolesca e decisiva a Nettuno quelli della nostra età se la ricordino ancora con raccapriccio.
      L’altra grande partita che ricordo a Rimini è quella della no hitter di Romano contro Gioia con quel matto di Tim Pagnozzi che arrivò in prima su BB (l’unica concessa da Craig), per poi rubare seconda, terza e casa in rapida successione. Il catcher era Castelli, non un pirlotto qualsiasi. Il caricamento di Gioia era però lento e laborioso con la gamba che arrivava all’altezza della testa.
      Alla fine della partita il primo che scattò dal dugout del Parma per complimentarsi con Romano fu proprio Gioia, gran signore.

  2. karl 14 aprile 2015 at 20:28 -

    Gioia aveva quel gesto di scossare la pallina all’interno del guantone prima di tanti lanci e cmq lui e’ stato forse il piu’ grande pitcher di palle non veloci arrivato qui da noi.Un repertorio di lanci unico.