Marco Nanni:”Attenzione all’orgoglio del Rimini”

Pubblicato il Apr 20 2017 - 6:15pm by Redazione Baseballmania

Nel post Pasqua della T&A c’è l’ottimismo di chi sa di aver iniziato il lungo cammino del 2017 col piede giusto. Contro Padova sono arrivate due vittorie: diverse tra loro, questo è certo, ma col comune denominatore di una squadra che sa piazzare la zampata quanto più conta. Continuità di rendimento e due big inning, il 4° di gara1 e l’8° di gara2, hanno deciso i match e hanno mandato Simone Albanese e compagni sul 2-0 in questo primo mini-bilancio stagionale.

Al manager Marco Nanni chiediamo subito di questo San Marino che, soprattutto in gara1, non ha lesinato le battute extra-base… E allora i cosiddetti fuoricampo possono pure aspettare…

“Puntiamo a battere pure quelli, ci mancherebbe – commenta Nanni -, in fondo nelle braccia di qualche giocatore ci sono. La carriera e il passato dicono che siamo una squadra che batterà più di contatto, magari anche per extra-base, ma non è precluso nulla”.

È stato un avvio scintillante, ti ha sorpreso?

“Avevo visto Padova e mi avevano ben impressionato Canache e Fabiani. Il fatto di aver battuto così contro Canache è un bel segnale. Siamo al 100? No, quello no. Diciamo che per arrivare a quel punto dobbiamo trovare continuità nei nove, ma lavoriamo giorno per giorno per arrivare allo stato di forma massimo”.

La stranezza delle due partite si è tradotta, finora, in un campionato che ha proposto solo due partenti che hanno superato i cinque inning, Aristil e Bassani (6 per entrambi). Difficile ma doveroso, per i manager, attuare le previste rotazioni…

“Non è sicuramente facile ruotare tutti con due partite a disposizione, ma ogni manager lavora per impiegare il lanciatore più giusto in una determinata situazione. Cerchiamo di dare turni a tutti, per capire chi mi può dare qualcosa già adesso e chi magari lo potrà fare più in futuro”.

Arriva il derby con Rimini, che alla viglia ha perso due volte a Novara. Come consideri questi risultati?

“Mi hanno sorpreso, mi aspettavo forse un pari, un 1-1, ma Novara è squadra di buon livello che darà del filo da torcere a tante. In queste due partite noi dovremo stare attenti al loro orgoglio e al fatto che si presenteranno sicuramente agguerriti fin dai primi inning. Ci faremo trovare pronti”.

L’impiego di Reginato verrà deciso nell’imminenza di gara1, mentre gli altri giocatori sono tutti a disposizione.