La squadra di Smith supera nettamente il Rimini per 13-3. Che partita Nik Nosti!

Pubblicato il mag 10 2014 - 1:24pm by SDrudi

Il Rimini Baseball subisce una sonora sconfitta nella prima partita dal Tommasin Padova col punteggio di 13-3 (al settimo). Una partita praticamente senza storia fin dalle prime battute in cui la formazione padovana ha colpito duramente i lanciatori italiani dei Pirati. Nel box grandi protagonisti Nosti (un triplo e un doppio) e Sartori (3 Rbi) che hanno confezionato ben 7 punti. Sull’altro fronte prova da dimenticare per il pitching staff riminese, Patrone (2.1ip), Torres (1.1ip), Del Bianco (1.1ip) e il giovane Biondi (1.0ip) non sono riusciti a contenere le mazze padovane autori di ben 12 valide. Il lineup degli uomini di Catanoso ha prodotto solo 7 valide complessive (5 sul partente Uviedo) troppo poco per poter impensierire i pitcher stranieri del Tommasin. Da segnalare al settimo il lunghissimo fuoricampo di Salazar (terzo stagionale) che ha scatenato grandi applausi dal numeroso pubblico presente sulle tribune del Plebiscito.

Questa sera sempre alle ore 20.30 andrà in atto la seconda partita della serie, per Rimini lancerà Ekstrom, mentre per Padova il manager Smith dovrà scegliere uno tra Faccini e Medina.

La cronaca

I padroni di casa passano a condurre l’incontro alla prima ripresa, il leadoff Nosti tocca una rimbalzante sul terza base Salazar che commette l’errore di tiro consentendo al corridore padovano di giungere in seconda. Arriva il turno di Pacini che batte valido. Primo momento difficile per il partente riminese Patrone. Ci pensa Sartori con una volata di sacrificio a spingere a casa base Nosti che sigla il vantaggio veneto (1-0). Prosegue l’attacco padovano, ma sul conto di Chapelli il corridore Pacini viene colto fuori base (pickoff) e lo stesso battitore italo-cubano sarà il terzo out.

Due riprese più avanti il Tommasin Padova allunga, Sandalo viene colpito e Sguassero si guadagna la base ball. Patrone mostra qualche problema di controllo e puntualmente viene punito dal triplo dell’ex Bologna Nosti che svuota le basi (3-0). Dopo lo strike-out incassato da Pacini termina la prova di Patrone sostituito da Torres. Nel box si presenta Sartori che batte una rimbalzante su Salazar che raccoglie ed assiste in prima completando l’eliminazione, ma sull’azione Nosti come un fulmine segna in scivolata (4-0), poi Chapelli sarà eliminato al piatto.

Al quarto la formazione del manager biancoscudato Smith chiude la pratica realizzando un big inning da ben 8 punti. Con due out e basi piene ci pensa lo scatenato Nosti a realizzare il doppio da due punti (dichiarato per regola causa pallina incastrata nella parte bassa del muro) che consente ai suoi di allungare (6-0). Torres, prima concede la base ball a Pacini che riempie nuovamente le basi, poi quella concessa a Sartori fa segnare il punto automatico a Sguassero (7-0). Altro cambio in pedana dentro Del Bianco al posto di Torres. Il neo entrato non ha un impatto felice sul match, Chapelli batte un singolo da due punti (9-0), Pestana batte valido e la base ball concessa a Medoro firma un altro punto (10-0). Questo lunghissimo attacco di Padova prosegue con la valida da due punti di Sciacca (12-0) e terminerà con l’eliminazione al piatto di Sandalo.

Al cambio di campo i Pirati hanno un sussulto d’orgoglio, con basi piene e zero eliminati si presenta in nel box il pinch hitter Di Fabio che toccherà una rimbalzante sulla seconda base permettendo a Spinelli di segnare il primo punto della serata per i neroarancio (12-1), sulla rimbalzante di Salazar il terza base veneto Pacini commette l’errore che consentirà a Gomez di segnare il secondo punto (12-2), poi Uviedo chiuderà la ripresa facendo battere a Chiarini e Zileri due comode volate.

Alla sesta ripresa in pedana per Rimini c’è Biondi (seconda presenza stagionale) al posto di Del Bianco. Il neo entrato incassa il singolo di Chapelli e passa in base Giacomazzi. Con due out sul tabellone ci pensa Sandalo a firmare il tredicesimo punto per i padroni di casa (13-2), poi la linea Sguassero porrà fine alla ripresa.

Nell’inning successivo sul rilievo padovano Acosta il terza base neroarancio Salazar realizzerà un poderoso fuoricampo (terzo stagionale) che decreterà l’amara sconfitta per manifesta (13-3).

2 Commenti Unisciti anche tu alla conversazione!

  1. ivano 10 maggio 2014 at 13:38 -

    era da 30 anni che non perdevamo cosi…partita rimini santarcangelo stadio dei pirati contro joe rossi

  2. Gabriele 10 maggio 2014 at 17:33 -

    Ogni commento è inutile solo sperare che con questa batosta qualcuno che di deve svegliare si svegli ( nella dirigenza) perché figure così non si devono fare