La squadra di Poma è la più attiva sul mercato, ingaggiato il giovane prospetto del Collecchio

Pubblicato il Nov 9 2017 - 2:04pm by Redazione Baseballmania

Dopo la conferma di Charlie Mirabal ed il ritorno di Sebastiano Poma a vestire la casacca del ParmaClima, la società ducale è riuscita ad assicurarsi un altro innesto per la stagione 2018 : Riccardo Paolini, giovanissimo interno classe 1999.

Fresco di un Mondiale U18, disputato in Canada i primi di settembre e nel quale è risultato come secondo miglior battitore della spedizione azzurra dietro solo a Seminati, Paolini ha trascorso l’ultima stagione in Serie A Federale con il Collecchio Baseball, costituendo un’importante risorsa per la squadra che ha sfiorato la promozione in IBL e che ha conquistato la sua prima Coppa Italia, e con la maglia dell’Euroacque Piacenza nel campionato giovanile Under18. Con la formazione collecchiese è stato autore di una media battuta di .326 e di 21 rbi in 95 turni utili, 31 le valide.

Il ragazzo, provvisto di doppio passaporto italiano e venezuelano, ha firmato un contratto pluriennale ed entra a far parte di quel gruppo di interni già costituito da giocatori importanti, quali Mirabal, Benetti e Gradali.

Paolini rappresenta solo uno degli ultimi giovani atleti che vestiranno la casacca pin-stripes ed è ulteriore prova dell’interesse e della fiducia del ParmaClima nei confronti di ragazzi provenienti da realtà nostrane, interesse e fiducia che hanno portato – e stanno tuttora portando – alla costruzione di un organico dotato di giovani affiancati da più esperti giocatori.

3 Commenti Unisciti anche tu alla conversazione!

  1. marco 9 novembre 2017 at 18:19 -

    ottimo!!!! dai che stiamo costruendo una gran bella squadra… speriamo di riuscire a prendere anche marval e di punti ne faremo tanti il prossimo anno!!!! Come lanciatore straniero secondo voi tornerà Testa??

  2. christian 10 novembre 2017 at 12:08 -

    Marval e Rivero gia confermati dalla Fortitudo….invece per gli italiani non si sa niente ancora di ufficiale

  3. Daitarn 10 novembre 2017 at 22:26 -

    Dai ,come sempre speriamo in Unipol,leggevo proprio ieri l’ultima trimestrale che e’ ottima,speriamo in un buon badget,con quello si viaggia tranquilli.