Equilibrio padovano

Pubblicato il apr 14 2015 - 12:27pm by Allegra Giuffredi

Il campionato di baseball 2015 è ormai iniziato da tre turni e ancora non si capisce chi ne prenderà saldamente in mano le sorti.

Devo dire che, come ho scritto più volte anche sul foglio della Fortitudo Baseball “Fuoricampo”, non è proprio importantissimo arrivare primi, perché alla fine quel che conta è entrare nei play off e giocarsela lì.

Dico questo per diverse ragioni.

La prima è che nel campionato 2013 pur arrivando primi con la Fortitudo, non ne ottenemmo nessun vantaggio di campo e infatti neanche ci qualificammo per la parte finale. Fu molto dura da digerire, ma poi l’anno dopo ci siamo rifatti.

In secondo luogo le squadre che partecipano ai play off, spesso giocano il Campionato col freno a mano tirato, come accade soprattutto al San Marino, che infatti non appena inizia la fase finale del Campionato, comincia a tirare delle legnate colossali, picchiando come fabbri e siccome l’investimento sui battitori è sempre stato consistente, il Titano va come un treno, mentre gli altri non altrettanto (!?).

Arrivare primi poi implica una responsabilità psicologica suppletiva, rispetto all’andamento successivo del Campionato, perché in un certo senso si stringe una sorta di “patto” silenzioso con i propri tifosi, che si aspettano molto:  si aspettano il massimo!

Ad ogni modo , secondo me, quest’anno c’è un gran equilibrio. Meglio!

Merito di questo grande equilibrio è del Padova che però non può proprio più dirsi una meteora, poiché è già il secondo anno che si fa rispettare e quindi neanche una sorpresa, perché del resto se andiamo a vedere i componenti della squadra troviamo dei nomi importanti.

In pratica, ciò che voglio dire è che tra i patavini ci sono molti ex giocatori di squadre blasonate e di grande esperienza, come per esempio Nick Nosti e Daniele Malengo, che hanno militato nella Fortitudo e poi il fratello del fortitudino Crepaldi, che di nome fa Enrico e poi anche un Laidel Chapelli d’annata (è del 1971!!) ex giocatore di Parma, Rimini e San Marino.

Quindi non c’è poi da stupirsi così tanto.

Sull’equilibrio della stagione ha inciso anche l’ultimo turno di campionato, perché il Padova si è riconfermato contro Godo e la Fortitudo, pur avendo sfatato il Falchi, che quest’anno, per la verità, sembrava particolarmente stregato, vincendo contro Nettuno 2, si è attestata al secondo posto, a pari merito con Rimini, ma non col Parma, prossimo avversario della “Effe” e che quest’anno viaggia nelle retrovie del Campionato e non va proprio benissimo, ma è pur sempre un signor avversario.

Come dimenticare infatti che solo pochi anni fa i parmigiani vincevano lo scudetto proprio contro la Fortitudo?

Beh, il baseball è così: si va a periodi, l’importante è che la tua squadra sia in quello buono (!?) e francamente i tifosi fortitudini lo sono e quelli del Padova …. anche! Ecco perché vorrei che il Campionato IBL si aprisse ad altre realtà, oltre a quelle Made in Emilia – Romagna e poche altre Regioni!!

Ad ogni modo ci sarà da divertirsi! E questo è l’importante!

WordPress Author Box
Allegra Giuffredi

Nata a Parma quarantaquattro anni fa e bolognese d’adozione da più di venti, è laureata in Scienze Politiche e lavora come funzionario pubblico. Appassionata di baseball, segue la Fortitudo da una decina d’anni e da sette scrive su “Fuoricampo”, ossia sul notiziario della Fortitudo Baseball, articoli di costume su tutto ciò che contorna il mondo del “batti e corri”. Segue anche la MLB e in special modo la squadra dei Chicago Cubs, sulla quale spesso si intrattiene con aneddoti ed altre amenità.