Alberto D’Auria:”Il Nettuno City vuole lottare fino in fondo in questi playoff”!

Pubblicato il Ago 17 2017 - 3:23pm by Redazione Baseballmania

Le semifinali di IBL sono ai nastri di partenza. Saranno due serie al meglio delle cinque partite, in cui presumibilmente regnerà l’equilibrio. Nelle serate di venerdì 18 e sabato 19 agosto si terranno alle ore 20:30 le prime due gare, poi si cambierà sede martedì 22 e mercoledì 23 per gare 3 e 4 e, se necessaria, ci sarà l’eventuale “bella” sabato 26 agosto. Al “Gianni Falchi” di Bologna si scriverà un nuovo capitolo della storica sfida fra i pirati del Rimini e la UnipolSai Fortitudo Bologna, che si affrontano in semifinale dopo tre finali consecutive.  A Serravalle, invece, la T&A SanMarino ospita il Nettuno City in un confronto tra due squadre che hanno mostrato progressi importanti nel corso della regular season.

Secondo i pronostici di inizio stagione erano le squadre che avrebbero dovuto lottare per il quarto posto in regular season. T&A San Marino e Nettuno Baseball City, invece, si sono rese protagoniste di una annata eccellente e il loro posto nei playoff non è mai stato realmente in discussione. La brutta stagione scorsa aveva fatto perdere quotazioni al San Marino che, invece, ha beneficiato dell’ “effetto Nanni” che è riuscito a rimotivare un ambiente che sembrava aver perso lo smalto dei grandi successi degli ultimi sette anni. Il Nettuno City, invece, era messo davanti all’impresa ardua di ripetere l’ottima stagione 2016 con un progetto che ha puntato tutto sui prodotti fatti in casa, con giocatori del posto che hanno dimostrato di valere quanto, se non più, degli stranieri. E’ il caso, solo per fare qualche esempio, di Andrea Sellaroli, preferito in seconda base a Omar Luna tornato in Sudamerica, o di Mattia Mercuri, unico interbase italiano della IBL, o ancora di Yuri Morellini che sul monte di lancio è stato spesso decisivo con i suoi rilievi vincenti.

Una semifinale che promette spettacolo tra due formazioni che, statistiche alla mano, praticamente si equivalgono. Il San Marino può contare su un monte straniero più profondo, ma quello del Nettuno City nella partita ASI è apparso più affidabile in stagione regolare. In attacco le due formazioni hanno dimostrato di essere alla pari, con il San Marino che si fa preferire in potenza e il Nettuno City che punta molto sul gioco aggressivo sulle basi. In difesa i nettunesi sono risultati seconda miglior squadra del campionato in regular season ed è anche quella che ha ottenuto più doppi giochi, ma il San Marino ha chiuso immediatamente dietro.

Dopo una stagione flagellata dagli infortuni, invece, il Nettuno Baseball City può finalmente contare sull’intero roster a disposizione per la gioia del suo manager Alberto D’Auria: “Per la prima volta in stagione non abbiamo indisponibili” ha detto “abbiamo fatto una bellissima regular season e non era facile ripetersi dopo lo scorso anno. Abbiamo avuto tanti problemi in stagione per quanto riguarda gli infortuni e nessuno ci ha regalato niente. Ci siamo meritati al 100% questa qualificazione, ci stiamo allenando bene non vogliamo assolutamente fare dei playoff anonimi, ma lottare fino in fondo”.

Una stagione regolare in cui il Nettuno City è stato una delle squadre protagoniste, ma dove qualcosa da migliorare c’è stato: “Abbiamo pagato un po’ lo scotto dell’inesperienza essendo una formazione molto giovane e ogni tanto abbiamo avuto dei blackout, come è successo con San Marino e Bologna, e questo dobbiamo evitare che succeda in questi playoff” ha detto D’Auria che poi prevede una semifinale combattuta: “Il San Marino è un grandissimo avversario, una squadra quadrata con un monte di lancio straniero fortissimo. A San Marino giocheremo le nostre partite e sarà importante per noi tornare a casa con almeno una vittoria.”

11 Commenti Unisciti anche tu alla conversazione!

  1. Giorgio Prosdocimi 19 agosto 2017 at 10:17 -

    Dopo questa gara,mi aspetto che i ragazzi del Nettuno,l’anno prossimo entrino in sciopero se la Federazione non abolisce il tie break.Immagino quanto si siano divertiti a giocare la prima partita,nonostante l’esito finale,ma fino in fondo,come chiesto dal manager certo si.P.S. ho seguito in parte le dirette radio del sito,mentre guardavo Jays@Cubs. Grazie e bravi i commentatori e un plauso all’ottimo Giuliano Carbonari dallo studio.

    • RedSox 19 agosto 2017 at 17:16 -

      Molto probabilmente la MLB introdurrà già il prossimo anno il tie-break: corridore in seconda a partire dal 12° inning, regola già in vigore dal 2017 nelle Minors, compreso l’AAA.
      Già da quest’anno è stata introdotta la BB ‘chiamata’ come nel softball: il manager chiama l’arbitro, gli mostra 4 dita e il battitore va in prima.
      Sono schifezze ma crediamo davvero che il baseball italiano possa da solo andare contro le decisioni prese a livello europeo (CEB), mondiale (WBC) ed ora pure dai superprofessionisti americani?
      Non capisco ma mi adeguo, purtroppo.

  2. Giovanni Colantuono
    Giovanni Colantuono 19 agosto 2017 at 14:31 -

    Grazie Giorgio per aver scelto il nostro sito e la nostra radio partner per seguire in diretta le partite. Mi associo al tuo commento per l’operato del conduttore di Social Web Radio Giuliano Carbonari e dei nostri radiocronisti

  3. giorgio prosdocimi 19 agosto 2017 at 22:07 -

    Notavo con piacere oggi pomeriggio al ” plebiscito” a Padova che la base intenzionale ad Angulo è stata data con quattro lanci,perchè potrebbe essere pure data con tantissimi lanci e solo se il quarto ball è volontario diventa intenzionalr o sbaglio?,perchè non sapevo o ricordavo se avessimo copiato pure questo abominio,ma al momento SALVII!!!I.Caro Red Sox speriamo almeno siano così di BUON SENSO di apportare le genialate in AL solo,ma nella e con la NATIONAL si gioca come da sempre.Grazie a Voii di tutto,Giovanni e perché continuiamoa migliorarci. insomma ad maiora come dice Hank Chinaschi

  4. RedSox 19 agosto 2017 at 23:54 -

    La BB intenzionale è tale solo se i quattro lanci vengono lanciati tutti intenzionalmente fuori dall’area di strike. Se inframezzati da uno strike rimane una BB ma non intenzionale.
    Rob Manfred è il commissioner della MLB ovvero AL, NL e Minors. Quello che decide lui vale per tutti, tranne che per le Indipendent Leagues.

  5. Giorgio Prosdocimi 20 agosto 2017 at 04:05 -

    Comunque quello che tuttora mi risulta odioso e contro il regolamento è vedere giocatori con collane,orecchini.Omar Vizquel durante un turno con Rhodes ottenne dall’arbitro che il pitcher lo cavasse.

  6. Giorgio Prosdocimi 20 agosto 2017 at 14:21 -

    La base intenzionale ricevuta era stata ad Alvarez,no ad Angulo.Mi scuso coi soggetti interessati.Durante la gara iniziata oggi a mezzogiorno,con Martone nel box e corridore in prima,il catcher Alvarez tirando verso la pria ha colpito lo switch itter padovano.La palla è andta alla sinistra del catcher sei sette metri.Il corridore in prima è stato fermo,ma la palla era viva?.Grazie Red Sox per la tua interpretazione della regola della base intenzional3e,ma mettiamo caso uomo in pprima e in seconda e il conto a casa 1 1.Ball e palla mancata e i corridori avanzano di una base.A questo punto voglio forzare e segnalo di lanciare due ball.

  7. Giorgio Prosdocimi 20 agosto 2017 at 14:38 -

    In realtà io ho visto la palla a terra alla sinistra di Alvarez,ma mi è stato detto poi perché fosse lì èperchè mi ero distratto.me ero distratto.

  8. Giorgio Prosdocimi 20 agosto 2017 at 16:14 -

    Alle diciotto e undici al sito fifs non è ancora consultabile il box score di coppa Italia IBL.Il tie break nelle gare di coppa è revocato come per quelle di IBL play off ?.La coppa Italia è trattata come un sottoprodotto.

  9. Giorgio Prosdocimi 20 agosto 2017 at 16:56 -

    L’assenza dell’amico Flavio Orati è stata devastante.L’amico Massimo l’ha scoperto con una ricerca approfondita che la gara sarebbe iniziata a mezzogiorno.Io lo sapevo perché sabato sera a diluvio sospeso ai pochissimi rimasti gli arbitri l’hanno detto.Una domanda al manager del Padova Francesco Aluffi: “Simone Bazzarini che fine ha fatto?”,ma ne avrei una marea sulla sua conduzione di gara 2 coppa Italia IBL.Bravo il Novara,a cui avevo promesso il mio tifo poi smorzatosi,ma ha interpretato meglio l’importante confronto.

  10. hank chinaski 21 agosto 2017 at 09:57 -

    sono d’accordo con Prosdocimi ,basta con questo tie break,
    iniziate prima le partite e giocate extra inning completi.
    anche per la base intenzionale meglio fare effettuare
    i quattro lanci perchè sappiamo quanto imprevedibile può
    essere il gioco,inoltre non sono quattro lanci non eseguiti
    che vanno a velocizzare il gioco.