Tutte le 30 squadre in campo nell’Opening Day, non accadeva dal 1968. Al primo lancio della stagione è subito fuoricampo!

Pubblicato il Apr 10 2018 - 2:09pm by Simone Bacio
Finalmente il baseball è tornato. Lo scorso 29 Marzo, e per la prima volta dal 1968, tutte le 30 squadre sono scese in campo lo stesso giorno per dare il via alla stagione 2018.
I primi a scendere i campo sono stati i Chicago Cubs ospiti in Florida dei Miami Marlins. Subito partenza con fuochi d’artificio per la nuova stagione: al primo lancio della stagione la palla è stata spedita oltre la recinzione di Marlins’ Park (per gli amanti delle statistiche, l’ultima volta che il primo lancio della stagione è diventato il primo Fuoricampo della stagione era capitata 32 anni fa, nel 1986). I Cubs hanno poi vinto la partita 8-4 in una partita incerta fino al 7° Inning.
Il tempo ha condizionato molti campi, ma le 15 squadre della National League hanno giocato una decina delle 162 partite in programma fino al prossimo 30 settembre. Naturalmente è molto presto per capire le reali forze delle squadre in campo ma già delle piccole sorprese nelle classifiche le possiamo trovare.
Nella NL East guidano i NY Mets con una sola sconfitta nelle 8 partite giocate, inseguiti dagli Atlanta Braves con 6 vittorie e 3 sconfitte. I Washington Nationals hanno invece 4 vittorie e 5 sconfitte mentre chiudono la classifica i Philadelphia Phillies (3 Vittore 5 sconfitte) e i Miami Marlins (3 vittorie 6 sconfitte).
Nella NL Central guidano i Pittsburgh Pirates con un record di 7 vittorie e 2 sconfitte, loro miglior record di inizio stagione dal 1976. I Chicago Cubs seguono con 5 vittorie e 4 sconfitte (e curiosamente sono l’unica squadra che deve ancora giocare nel proprio stadio di casa) e i Milwaukee Brewers con 5 vittorie e 5 sconfitte. Chiudono questa classifica i St. Louis Cardinals e i Cincinnati Reds con un record di, rispettivamente, 4 vittorie e 5 sconfitte e 2 sole vittorie a fronte di 6 sconfitte.
Nella NL West troviamo davanti gli Arizona D’Backs, anche loro con un record di 7 vittorie e 2 sconfitte. Dietro di loro troviamo i Colorado Rockies (5 vittorie e 5 sconfitte) e i SF Giants (4 vittorie e 4 sconfitte). Chiudono questa classifica i LA Dodgers che con un record di 3 vittorie e 6 sconfitte sono al loro peggior inizio di campionato dal 1976, e i SD Padres con 2 sole vittorie sulle 10 partite giocate.
Tanti gli episodi curiosi dopo questa prima manciata di partite. Ad esempio, i Dodgers hanno perso le prime due partite di campionato giocate a Los Angeles. Entrambe le partite sono finite 1-0 per gli ospiti, i rivali storici di San Francisco. Ma la cosa più curiosa è che in entrambe le partite il punto della vittoria sia stato siglato dal Fuoricampo di un solo giocatore, Joe Panik. Guardando alla storia di questi curiosi risultati, era dal 1943 che una squadra non vinceva con il risultato di 1-0 le prime due partite di campionato.
Ancora più particolare quello che è successo questa settimana a Milwaukee, nella partita dove i Brewers ospitavano i Cardinals. I primi due battitori di St. Louis, Fowler e Pham, hanno battuto 2 Home Run portando la loro squadra in vantaggio 2-0. Gli ospiti allungano ancora nel corso della partita, portandosi sul 4-0. Dal 5° i padroni di casa reagiscono e accorciano le distante. l’8ª ripresa di chiude sul 4-3 per gli ospiti e si va all’ultima ripresa. Con 2 Out, nell’ultimo attacco dei Brewers, prima Yelich e poi Braun battono due Home Run da 1 punto, pareggiando e vincendo la partita per Milwaukee. 
Naturalmente i Walk Off Home Run non sono così rari durante un campionato.
Ma il fatto che i primi due battitori abbiano battuto un Home Run, e che gli ultimi due battitori facciano la stessa cosa nella stessa partita è cosa ben diversa: infatti è la prima volta che è capitato nella storia delle Major League.
Nella National League il miglior giocatore della settimana è stato Jameson Taillon (Pittsburgh Pirates). Nella settimana appena trascorsa il lanciatore partente dei Pirati ha giocato due partite vincendole entrambe. Ha lanciato complessivamente 14.1 riprese con soli 2 Punti subiti (1,26 Media PGL), e una delle due partite è stato un Complete Game con una sola valida subita.
Ma ricordiamoci che sicuramente la sua vittoria più importante è stata quella che l’ha aiutato a sconfiggere il cancro e tornare a fare al cosa che più gli piace: giocare.
WordPress Author Box
Simone Bacio

Milanese, nonostante la carta di identità reciti 1974 come anno di nascita sono ancora un giocatore di baseball, da più di 30 anni. Ancora mi diverto a battere la palla e difendere il sacchetto di Prima Base. Appassionato di sport sono un tifoso interista (poche grandi gioie e interminabili sofferenze). Amo la musica in generale con una preferenza per il rock e la grande passione per gli U2. Seguo da molto vicino la tecnologia e adoro perdermi nel mondo di Hyrule, giocando alla serie “La Leggenda di Zelda" Seguo da vicino il baseball americano grazie al tifo sfegatato per i Los Angeles Dodgers e alle 4 leghe di Fanta-baseball che ogni giorno (meglio dire notte) seguo.