Serie del Caribe, i Caribes sconfiggono i Gigantes e sono leader coi messicani !!

Pubblicato il Feb 4 2015 - 9:38pm by Filippo Coppola

Arriva un’altra buona vittoria per i Caribes de Anzoategui, dove poco fa hanno sconfitto i campioni della Rep. Dominicana, Gigantes de Cibao, per 6-5, dimostrando qualità e caparbietà nell’affrontare l’avversario e capacità di reagire nei momenti decisivi.
Partita con risultato in bilico e con tutti i punti segnati solo nelle prime due riprese complete di gioco, dove entrambi i line-up si sono scatenati conto i partenti di turno, che hanno subito svariati punti e che non hanno avuto vita facile, uscendo dall’incontro senza arrivare alla fine del 2° inn.
Vittoria trascinata fino alla fine con ottimo gioco dei rilievi che si sono avvicendati e sia i Caribes che i Gigantes hanno battuto in tutto 10 valide a testa e i rappresentanti della Rep. Dominicana hanno commesso ben tre errori in difesa, al cospetto dei due dei venezuelani.
Partita giocata all’Hiramo Bithorn stadium, davanti a 2600 spettatori e durato 4 ore e 2 minuti di gioco.
Come detto prima cominciano a soffrire i partenti dell’incontro, dove sin dalle primissime riprese si vedono segnare svariati punti su entrambi i fronti d’attacco.

Di fatto al 1° inn. aprono le marcature nella parte alta i rappresentati della Rep. Dominicana che riescono a segnare due punti contro lo starter dei Caribes del Venezuela, Yeiper Castillo. Con un out all’attivo e corridori agli angoli arriva il singolo-rbi di Luis Jimenez per l’1-0 e nella successiva azione arriva la SF di Elian Herrera, per il 2-0.
Arriva al cambio di campo il pronto riscatto dei rappresentanti venezuelani, che mettono fin dall’inizio in difficoltà il partente avversario, Edward Valdez, riuscendo a ribaltare il punteggio.
Infatti arriva una ground-out da rbi di Alexi Amarista, poi nella situazione di due out perviene il pareggio momentaneo con il singolo-rbi di Jose Castillo e nell’azione seguente il DH Oscar Salazar batte un doppio da due rbi per il 4-2. Doppio per regola, dato che la pallina è uscita dal campo dopo il rimbalzo in campo.
Valdez viene dunque subito cambiato dal pitcher Carlos Pimentel, che riesce a trovare il terzo out e termina così la ripresa.
Al 2° inn., dopo aver concesso due BB con 0 out a Willy Garcia e Jonathan Villar, il pitcher Castillo riesce a trovare il primo out della ripresa, facendo battere una secca linea a Francisco Pena, ma per il successivo battitore viene sostituito dal rilievo Eric Niesen.
Dopo due lanci questo subisce un doppio-rbi di Leury Garcia per il 4-3 e il successivo errore della difesa venezuelana fa portare in vantaggio i Gigantes per 5-4, facendo marcare a punto ben due corridori. Errore commesso dallo stesso lanciatore, su una rimbalzante velenosa battuta da Alexi Casilla.
Ancora una volta la reazione dei Caribes non tarda a venira, infatti l’ennesimo pareggio sul 5-5 arriva grazie ad un solo-homer di Niuman Romero, sul conto di 1-2 e 1 out all’attivo.
Pimentel va in difficoltà e dopo aver concesso una BB ad Alexi Amarista subisce un doppio-rbi da Balbino Fuenmayor, che vale il sorpasso per i suoi sul 6-5!
Da qui in poi i vari rilievi che si susseguono tengono bene a bada i battitori avversari, incapaci di marcare altri punti nelle successive riprese. Tra questi rilievi si segnalano per i Caribes Jean Toleado (1.2 IP, 3 K), Tiago Da Silva (1.0) e per i Gigantes, Sandy Rosario (1.1 IP). Da Silva è entrato per chiudere efficacemente il 5° inn., facendo battere una line-out a Jonathan Villar e poi esce indenne nella riprese che segue, dove aveva subito un doppio da lead-off da Francisco Pena. Di fatto il corridore PR Yefri Perez arriva salvo in 3ªB tramite un bunt di sacrificio di Leury Garcia, ma il pitcher se la cava ottenendo il secondo out della ripresa, facendo battere a terra una facile rimbalzante in diamante ad Alexi Casilla ed evitando la segnatura del punto del pari. Per terminare la ripresa il manager ospite rileva Da Silva e ci pensa il rilievo Amalio Diaz a terminare questa ripresa.
I Gigantes potrebbero riaprire il match nella parte alta dell’8° inn., quando contro Hassan Pena e un out all’attivo arrivano due singoli in sequenza di Carlos Paulino e Leury Garcia, ma il rilievo riesce a terminare indenne la ripresa, ottenendo anche uno strike-out girato su Alexi Casilla.
Arriva la 9ª ripresa e i Caribes schierano sul monte il closer Pedro Rodriguez, che ottiene subito uno strike-out girato ai danni di Luis Jimenez, in otto lanci e sul conto pieno, poi fa battere una ground-out a Elian Herrera. Dopo altri 5 lanci ottiene un altro strike-out girato, su Hector Gomez e finisce così l’incontro in favore dei suoi e salvezza per Rodriguez.
Il vincente è il rilievo Jean Toledo (1-0, 0.00), mentre lo sconfitto è Carlos Pimentel (0-1, 9.00) e Pedro Rodriguez ottiene la sua 1ª salvezza del torneo.
Per i venezuelani dal box di battuta spiccano con 2/4 Jesus Flores, con 2/5 Ehire Adrianza (1 R), mentre per i domenicani con 3/3 Leury Garcia (2 R e 1 rbi) e 2/5 Hector Gomez.

In attesa del match tra i portoricani (0-2), padroni di casa e i cubani (0-2), che potrebbe decidere l’esclusa del torneo i Caribes venezuelani sono leader con già due vittorie conquistate e sono appaiati in testa coi Tomateros messicani, anche loro due vittorie in altrettanto incontri e sono già in semifinale!
I messicani di fatto hanno battuto i portoricani ieri notte (italiana) per 3-2, in un altro incontro molto equilibrato e deciso nel 7° inn., con vincente il rilievo Juan Delgadillo (1-0, 2.25), perdente Nelvin Fuentes (0-1, 0.00) e salvezza per il closer Oscar Villarreal (2 SV, 0-0, 0.00). Il punto del pareggio momentaneo del 2-2 dei portoricani, era stato realizzato con il solo-homer di Enrique Hernandez, facendo registrare anche una BS allo stesso Juan Delgadillo.
Domani i venezuelani se la dovranno vedere contro i cubani, che fino a qui hanno deluso alcune aspettative e cercheranno il riscatto.

WordPress Author Box
Filippo Coppola

Nato a Scafati (SA) nel febbraio del 1986, vive alle falde del Vesuvio, precisamente a Boscotrecase (NA). Laureato prima alla triennale e poi alla magistrale specialistica in Ingegneria Navale alla Federico II di Napoli, appassionato da molti anni al baseball. Passione cresciuta di anno in anno, soprattutto di quello dell'estremo Oriente, in particolare quello giapponese e campionati asiatici (oltre a quello nostrano e Americano MLB), che seguo con assiduità. Sono tifoso dei Cincinnati Reds della NL in MLB, team storico di questo sport e che seguo da quando ho scoperto il baseball. Invece per i team asiatici, non ho alcuna preferenza in assoluto, essendomi appassionato di tutti. Ho per come hobby la vela, lo sport in genere e seguire il calcio Napoli, inoltre preferisce analizzare dati statistici e i numeri del baseball, sport dipendente da quest'ultimi, e alla ricerca e scoperta della sabermetrica, ovvero l'analisi del baseball attraverso le statistiche.

Like us on Facebook
on Facebook
Filippo Coppola