Punto sul mercato delle Major League. I Padres assoluti protagonisti, gli Yankees rinforzano il monte. Mets ottimi colpi

Pubblicato il Gen 19 2021 - 12:27pm by Marco Ravenna

Sono settimane belle toste nei front office delle organizzazioni MLB. Si sta costruendo la prossima stagione e sono tante le squadre che hanno le idee abbastanza chiare sul tipo di campionato che vorranno svolgere e sugli obiettivi da porsi. Mosse importanti e conferme illustri sono già state archiviate e abbiamo una prima ma già indicativa panoramica su quello che dovrebbe riservarci il prossimo campionato e sulle sue protagoniste.

Partiamo con L’American League e con la vincitrice: i Tampa Bay Rays.

I Rays come ogni anno stanno cercando di trarre il meglio dai giocatori che hanno valorizzato in queste ultime stagioni.

Blake Snell

L’operazione che ha portato il vincitore del Cy Young award Blake Snell, in cambio di prospetti, ai San Diego Padres ne è la dimostrazione più lampante. Come, anche se in tono minore, l’operazione che ha portato Brandon Lowe ai Texas Rangers, sempre in cambio di prospetti. Conferma importante per Mike Zunino, il catcher italo-americano è stato uno dei protagonisti della passata stagione, e la speranza della definitiva consacrazione di Randy Arozarena dopo la postseason da assoluto fenomeno.

Una squadra che stranamente sembrava immobile erano i New York Yankees. Ma in realtà stavano lavorando, eccome. In una sola giornata sono arrivati in ordine. Il rinnovo di 6 anni a 90 milioni di dollari di D.J. LeMahieu, la rinuncia all’arbitration di Judge che si accorda ad una cifra relativamente bassa (sui 10 milioni di dollari per la prossima stagione) e infine la firma di uno starting pitcher di livello da affiancare a Cole: Corey Kluber.

Corey Kluber

Il due volte Cy Young award è fermo dal 2019 per infortunio e l’anno scorso ha approfittato della stagione corta per recuperare completamente. Allo showcase che ha organizzato in Florida e al quale erano presenti tutte le organizzazioni, ha fatto una sessione di lanci esemplare dimostrando di essere tornato abile ed arruolabile. Gli Yankees non ci hanno pensato due volte e gli hanno fatto firmare un contratto annuale da 11 milioni di dollari.

 Gli Houston Astros per ora stanno cercando di correre ai ripari per il loro bullpen e dopo aver perso Robert Osuna, Brad Peacock e Chris Devenski hanno firmato Ryne Stanek, ex Miami Marlins, e Pedro Baez, ex Los Angeles Dodgers. Gli ultimi rumors li danno estremamente interessati al closer free agent Brad Hand. Da vedere poi come si comporteranno con George Springer e Michael Brantley.

I Chicago White Sox vogliono fare un’altra stagione importante. Dopo la decisione fulminea e inaspettata del proprietario Jerry Reinsford di dare la squadra in mano al 76enne Hall of Famer Tony la Russa (è dal 2011 che è fermo da quando ha portato i St. Luis Cardinals a vincere la seconda World Series della sua gestione), firma uno dei closer e dei nomi più importanti di questo mercato free agent: Liam Hendricks ex Oakland Athletics.

Anche i Toronto Blue Jays di Mark Shapiro sono in cerca di gloria e sono molto forti sia su George Springer (dei due il favorito) che su Michael Brantley. Sul monte di lancio l’obiettivo numero uno rimane il Cy Youg Award Trevor Bauer.

In National League invece la temperatura si alza molto. Perché sono tante le squadre che hanno aspettative alte e sono anche molte quelle che si sono già mosse sul mercato rinforzandosi pesantemente.

Sicuramente i più determinati in questo inverno sono i San Diego Padres che rinforzano il loro monte di lancio con tre acquisti di estrema qualità. Il Cy Young Award del 2018 dell’ American League Blake Snell dai Tampa Bay Rays, il giapponese Yu Darvish dai Chicago Cubs e per ultimo Joe Musgrove dai Pittsburgh Pirates. Firmano la stella della KBO (Korean Baseball Oragnization) e della selezione coreana Ha Seong Kim, interbase e terza base i suoi ruoli, e hanno iniziato una trattativa molto serrata per un rinnovo di 10 anni con Tatis Jr.

Il sogno sarebbe aggiunge alla line up Nelson Cruz dai Minnesota Twins, come battitore designato, e avere così a disposizione una batteria di bombardieri davvero temibile.

Anche I New York Mets del nuovo proprietario Cohen si sono mossi con decisione. Infatti la trade con i Cleveland Indians ha portato nella Grande Mela, lato Queens, l’interbase 27enne Francisco Lindor e il veterano starter Carlos Carrasco rinforzando pesantemente il roster sia in battuta che al monte.

Bene anche i Washington Nationals che prima prendono Josh Bell dai Pittsburgh Pirates e poi il manager Dave Martinez si porta dai Chicago Cubs sia Kyle Scwarber che il lanciatore veterano Jon Lester.

I Philadelphia Phillies  sono alle prese con il rinnovo di Realmuto che è una priorità ma nel frattempo hanno rinfozato il loro bullpen portando a casa Archie Bradley, ex Arizona Diamondbacks e Cincinnati Reds, Jose Alvarado, ex Tampa Bays, e Sam Coonrod dai San Francisco Giants. Ma il presidente esecutivo Dave Dombrowski ha gia dichiarato che gli acquisti per il bullpen non sono finiti qui. Per sostituire Didi Gregorious l’obiettivo numero uno è Marcus Semien, ex Oakland Athletics.

E infine i campioni in carica : I LosAngeles Dodgers.

Purtroppo l’anno è iniziato con la morte del manager storico ed ex giocatore, per i Brooklyn Dodgers, Tommy Lasorda che è riuscito ad andarsene rivedendo i suoi Dodgers campioni. La figura storica del baseball americano è stato pianto anche in Italia visto il suo legame con la città natia di sua padre Tollo in Abruzzo.

Per quanto riguarda il mercato rifirmano il rilievo Blake Treinen ed evitano l’arbitration per i rinnovi di Corey Knebel, Cody Bellinger, Corey Seager e Dylan Floro. Sul monte di lancio il sogno anche a Los Angeles, come a Toronto, è Trevor Bauer mentre come closer dovrebbe arrivare Kirby Yates dai rivali Padres. Come terza base inizia a circolare la voce di un interessamento per Marcus Semien (sempre che non si riesca a trovare un punto di incontro con Turner). L’operazione avrebbe il beneficio di rinforzare pesantemente la line up senza mandare in contrasto Semien e Seager e nell’eventualità che nel 2022 si dovesse perdere Seager, c’è già l’interbase di livello in casa pronto per sostituirlo.

Per questa settimana è tutto, arrivederci con i prossimi colpi e rumors di mercato MLB su BaseballMania.

 

Nota della Redazione.

Con questo articolo diamo il benvenuto nella nostra Redazione a Marco Ravenna.

WordPress Author Box
Marco Ravenna

Marco Ravenna, nato a Genova il 25 settembre 1984. Nel lontano 2010 iniziai a viaggiare, un po' per passione e un po' per necessità, ho abitato e lavorato in Australia, Usa e UK. Adoro gli sport americani e sono innamorato del baseball, della MLB e della sua enorme tradizione. Gestisco la pagina Wild Thing - MLB Mania su Facebook dove riporto notizie di Major League.