Preoccupa Liddi a 1 su 23 nel box di battuta. Vince Da Silva da rilievo con i Dunedin Blue Jays

Pubblicato il Apr 19 2015 - 11:18am by Nicolo Balzani

Chris Colabello.Foto Nik Balzani

Siamo all’inizio di stagione e già Alex Liddi fa preoccupare i suoi tifosi. Pur giocando quasi tutti i ruoli nel diamante, anche in seconda base, i suoi sono numeri da brivido e il posto da titolare è messo in discussione nonostante la sua discesa di categoria in AA con gli Arkansas Naturals. Alex non trova pace, dopo il giro delle franchigie delle ultime stagioni, anche in Doppio A le cose non sembrano andare meglio e, malauguratamente, le statistiche non possono che dare ragione ai coaches dei Naturales che gli stanno preferendo giovani prospetti:

1 su 23 con 6 SO, 1 BB ed un AVG .043!
La faccenda dispiace soprattutto per la determinazione con cui Alex si è impegnato durante tutto l’inverno e la pre season. Non ci tocca che vedere quello che succederà, il prossimo mese sarà per lui cruciale non solo per restare in Arkansas ma per il suo futuro negli States.
Le buone notizie arrivano dalla Florida dove chi si sta comportando molto bene è Tiago Da Silva e, come previsto, il Singolo A Avanzato gli va già stretto! Nei Dunedin Blue Jays (affiliati ai Toronto Blue Jays) proprio in questi giorni Tiago ha siglato la sua prima vittoria da rilievo, ecco i suoi numeri:
W 1 – ERA 3.38 – IP 8.0 – H 5 – ER 3 – BB 1 – SO 10
Come riportano alcuni siti americani, l’inizio in A+ dell’italo brasiliano sembra dovuto, più che a meriti o demeriti, ad un processo d’adattamento graduale nel mondo del baseball americano che fino a poco tempo fa non conosceva.
Per Alberto Mineo solo tre apparizioni al piatto ed una valida, normale routine per un ragazzo giovane come lui con ancora tanto da apprendere.
Per ultimo chiudiamo con Chris Colabello in AAA con Buffalo Bisons (affiliati ai Toronto Blue Jays) buone le sue statistiche ed in ascesa nelle ultime gare:
AB 26 – R 8 – H 7 – HR 2 – RBI 4 – BB 6 – SO 8 – AVG .269
WordPress Author Box

Uno dei suoi ricordi più vividi da bambino sono le coppe e i trofei del padre (Andrea) e dello zio (Ugo), due dei più importanti protagonisti del baseball nazionale a cavallo degli anni '60 e '70. Prova ad emularli, con assai scarsi risultati ci tiene a precisare sorridendo, prima nelle giovanili del Milano negli anni '80, poi in giro per l'Italia nelle serie minori, abbandona quindi il baseball per dedicarsi "anima e penna" agli sport della neve dove collabora con siti e riviste del settore. Negli ultimi anni è stato corrispondente per le tappe europee del circuito professionistico di snowboard TTR e degli ESPN X Games, ma nel 2011, decide di prendersi il tempo per girare il mondo trovando casa tra le rosse montagne dell'Arizona e le Ande peruviane, dove collabora come volontario in associazioni no profit per la tutela delle minoranze etniche andine. Scrivere è la sua grande passione e potrete leggere i suoi articoli direttamente sul nostro sito o sul suo blog personale www.nicoblz.com.