Per i californiani record di 43 vittorie nelle ultime 50 gare, come i New York Giants nel 1912!

Pubblicato il Ago 9 2017 - 10:06am by Simone Bacio
In Major League siamo a due terzi della stagione regolare e mancano circa 50 partite alla fine del campionato. Come abbiamo visto nelle scorse settimane, 3 classifiche sembrano già decise con largo anticipo mentre le altre 3 division hanno andamenti davvero difficili da prevedere e sembra che ci terranno col fiato sospeso fino alla fine di settembre.
Andando in ordine, la prima division dall’andamento veramente incerto è l’American League East, dove i Boston Red Sox (63 vinte-49 perse) riguadagnano la testa della classifica grazie alle 8 vittorie nelle ultime 10 partite e staccano di ben 3 partite i NY Yankees. Unica squadra rimasta a impensierire questo duo di testa sembrano i Tampa Bay Rays a 5,5 partite dalla testa.
Anche nell’AL Central abbiamo una lotta serrata tra due squadre. I Cleveland Indians (59 vinte-50 perse) non cedono la testa della classifica e a rincorrerli sono rimasti solo i KC Royals a 2,5 partite. I Minnesota Twins sono scivolati ora a 6 partite dalla testa e staremo a vedere se saranno in grado di lottare ancora per la vittoria di questa division.
Nella AL West continua la corsa solitaria degli Huston Astros (71 vittorie-41 sconfitte) con le avversarie davvero lontane dalla testa. I più vicino sono ancora i Seattle Mariners a 15 partite dai texani.
La National League presenta davvero poche variazioni rispetto alla scorsa settimana.
La NL East è sempre guidata dai Washington Nationals (65 vinte-44 perse) e un rassicurante vantaggio di 13 partite sui primi inseguitori, i Miami Marlins.
La NL Central invece sembra essere aperta a tanti risultati e ribaltamenti. Questa settimana guidano ancora gli attuali campioni, i Chicago Cubs (58 vittorie-52 sconfitte), ma il loro vantaggio sugli inseguitori si è ridotto davvero al minimo visto che i Milwaukee Brewers sono a 0,5 partite dalla testa. Attenzione poi agli inseguitori ancora in corsa: i StL Cardinals sono a 3,5 partite e i Pittsburgh Pirates a 4,5.
Continua la marcia da record dei LA Dodgers (79 vittorie-32 sconfitte) in testa alla NL west. La squadra più vicina a loro, i Colorado Rockies, sono a 15,5 partite. Ancora più impressionante però sono i numeri delle loro vittorie: con la vittoria di sabato sera la squadra californiana ha vinto 12 delle ultime 13 partite, 23 delle ultime 26 e 43 partite delle ultime 50. Questo ultimo risultato eguaglia il record stabilito dai New York Giants nel 1912, oltre un secolo fa, per il maggiore numero di vittorie nell’arco di 50 partite giocate. Con questo ritmo possono davvero cercare di eguagliare o addirittura battere il record stabilito dai Seattle Mariners con 116 vittorie nella stagione regolare.
Per quanto riguarda le Wild Card abbiamo sempre una situazione molto intricata per l’American League: oggi sarebbero qualificate i NY Yankees e i KC Royals, ma ci sono ben 6 squadre (Rays, Mariners, Orioles, Angels, Twins e Rangers) alle loro spalle a meno di 5 partite dalla testa di questa classifica che assegna gli ultimi due posti disponibili per la Post Season.
Più semplice la situazione nella National League: i Colorado Rockies e gli Arizona D’Backs sarebbero le due squadre qualificate a oggi, e sembra che solo i Brewers (a 5 partite) possano rientrare nella lotta per la NL Wild Card.
A livello individuale ci sono tanti giocatori che si sono distinti nella scorsa settimana. I riconoscimenti come migliori giocatori sono andati a Tim Beckham (Baltimore Orioles) per l’American League e a Wilson Contreras (Chicago Cubs) per la National League.
Per il nuovo Seconda Base degli Orioles, arrivato a Baltimora lo scorso 31 Luglio, la settimana si è chiusa con una Media Battuta di .583, con 6 Punti Segnati, 3 Doppi, 1 Triplo, 3 Home Run e 6 Punti Battuti a Casa. Dopo 4 anni di carriera a Tampa Bay, non male come presentazione alla nuova squadra con il suo primo titolo da Player of the Week.
Per il ricevitore dei Cubs la settimana si è invece chiusa con una Media Battuta di .455 (10 su 22) e 6 Punti Segnati, 1 Doppio, 5 Home Run e 13 Punti Battuti a Casa. Anche per Contreras si tratta per primo titolo da giocatore della settimana.
Altri 4 giocatori si sono messi un luce durante questa settimana: abbiamo Evan Longoria (Tampa Bay Rays) che ha battuto un Cycle durante la partita contro gli Huston Astros. Il giocatore simbolo di Tampa Bay è solo il secondo componente della squadra a riuscire in questa prestazione, dopo che Melvin Upton Jr. Ci riuscì nel 2009.
Abbiamo Jon Lester (Chicago Cubs) che nella partita contro gli Arizona D’Backs non solo ha battuto il suo primo Fuoricampo della carriera, ma ha anche raggiunto il suo Strike Out numero 2.000 in MLB.
Abbiamo Corey Kluber (Cleveland Indians) che ha ottenuto 11 Strike Out nella partita contro gli Yankees. Questo gli ha permesso di diventare il 4° lanciatore nella storia di MLB a ottenere almeno 8 Strike Out per 12 o più partite consecutive. Prima di lui ci sono riusciti solo Randy Johnson (4 volte), Pedro Martinez (2 volte) e Nolan Ryan (1 volta). Niente male essere accostati a questi nomi.
Abbiamo infine Bartolo Colon (Minnesota Twins) che nonostante i suoi 44 anni non smette di stupirci. Venerdì scorso, contro i Texas Rangers, ha lanciato una partita completa. Alla sua età è il secondo in questa speciale graduatoria guidata da Jamie Moyer che nel 2010 ha lanciato un Complete Game a 47 anni. Per Colon si tratta della 37ª partita completa della carriera ed è arrivata a 20 anni dalla prima, ottenuto il 28 Luglio 1997.
Proprio quando si dice che il baseball è uno sport che non ha età.
WordPress Author Box
Simone Bacio

Milanese, nonostante la carta di identità reciti 1974 come anno di nascita sono ancora un giocatore di baseball, da più di 30 anni. Ancora mi diverto a battere la palla e difendere il sacchetto di Prima Base. Appassionato di sport sono un tifoso interista (poche grandi gioie e interminabili sofferenze). Amo la musica in generale con una preferenza per il rock e la grande passione per gli U2. Seguo da molto vicino la tecnologia e adoro perdermi nel mondo di Hyrule, giocando alla serie “La Leggenda di Zelda" Seguo da vicino il baseball americano grazie al tifo sfegatato per i Los Angeles Dodgers e alle 4 leghe di Fanta-baseball che ogni giorno (meglio dire notte) seguo.