Tutte le mosse del mercato giapponese ! Negli USA Tsutsugo, Akiyama e Yamaguchi

Pubblicato il Mar 15 2020 - 11:14am by Filippo Coppola

L’edizione num. 71 della Nippon Professional Baseball al giorno d’oggi ancora non si sa quando inizierà per via della diffusione del Covid-19 in tutto il mondo e anche in Giappone.
Quindi le partite dell’ Opening-Day slittano (forse per il mese prossimo) e non sapendo ancora una data ufficiale e in che modo si articola la stagione, visto che più si va avanti e più vi è rischio di avere possibilità di giocare non tutte le gare previste, vince il buon senso per la salute pubblica.
Per tanto proseguono i match delle partite di spring-training, ma doverosamente senza pubblico, dunque a porte chiuse e queste però sono finite oggi 15 Marzo.
Qualche giorno fa si è tenuta una riunione in merito tra i vertici delle dodici compagini della NPB e anche della J-soccer per discutere le varie ipotesi formulate per i campionati, considerando anche le Olimpiadi che si giocheranno a Tokyo (pandemia permettendo).
Di fatto con alcuni specialisti si pensa che probabilmente fino al 10 Aprile non inizi la stagione, poi la decisione verrà presa nei prossimi giorni in base allo sviluppo della situazione sanitaria nel paese. Abolita per ora l’idea di eliminare le Climax-Series e quindi unica idea è quella di riformulare i calendari riducendo il numero delle partite giocate, in base sempre all’eventuale ulteriore slittamento dell’Opening-Day e con prime gare di Nippon-Series addirittura per fine novembre.

Il campionato regolare inizierà a data da definire sia per la PL che per la CL, e per adesso con queste seguenti gare:

CENTRAL LEAGUE

TIGERS @ SWALLOWS, Jingu Stadium di Tokyo, omonima pref.

DRAGONS @ CARP, Mazda Stadium di Hiroshima, omonima pref.

BAYSTARS @ GIANTS, Tokyo Dome di Tokyo, omonima pref.

 

PACIFIC LEAGUE

BUFFALOES @ GOLDEN EAGLES, Rakuten Siemei Park Miyagi, pref. di Miyagi.

MARINES @ HAWKS, Fukuoka PayPay Dome di Fukuoka, omonima pref.

FIGHTERS @ LIONS, MetLife Dome di Tokorozawa, pref. di Saitama.

 

ANALISI TEAM CL

GIANTS (Record 2019: 77-64-2) –
La squadra più titolata del Giappone punta nuovamente al vertice della Lega, dopo la cocente sconfitta nelle scorse Nippon-Series per mano degli Hawks, subendo un clamoroso sweep, dimostrando una certa inferiorità.
Il manager Hara non potrà contare su Shun Yamaguchi, il miglior pitcher per loro nella passata stagione e qualche mese fa è volato via in Canada alla corte dei Toronto Blue Jays. In entrata però si registrano gli acquisti del campione del mondo Gerardo Parra e del lanciatore Angel Sanchez.
Team solido con gli esperti Hayato Sakamoto, Yoshiyuki Kamei, Yoshihiro Maru, Daikan Yoh, con il supporto dei giovane battitori Kazuma Okamoto e Shinnosuke Shigenobu.
Dal monte di lancio quindi con Sanchez si va a completare il reparto che vede l’ace Tomoyuki Sugano sugli scudi, Nobutaka Imamura, Kazuto Taguchi, Rubby De La Rosa, Cristopher Crisostomo Mercedes e Hirokazu Sawamura.

BAYSTARS (Record 2019: 71-69-3) –
Il team di Yokohama sempre guidato da Alex Ramirez punta anche in questo campionato alla post-season, nonostante abbiano perso il forte battitore Yoshitomo Tsutsugo, andato in MLB per i Tampa Bay Rays. Da altro canto però sono riusciti ad acquistare l’ex NY Yankees Tyler Austin, oltre Michael Peoples e il primo già ha battuto alcuni fuoricampo decisivi in match di spring-training.
Confermati Neftali Soto e il veterano Jose Lopez la squadra punta sulla crescita definitiva del 3B Toshiro Miyazaki e di Takayuki Kajitani, che assieme ai giovani promettenti Kazuki Kamizato e Seiya Hosokawa possono ben fare dal box di battuta.
Dal monte di lancio Shota Imanaga e Haruhiro Hamaguchi guidano il reparto dei pitchers, col closer Yasuaki Yamasaki, uno dei migliori rilievi del panorama giapponese.

TIGERS (Record 2019: 69-68-6) –
L’annata da rookie del manager Akihiro Yano è stata spettacolare sul finale di stagione, riuscendo al primo colpo a trascinare la storica franchigia alle Climax-Series e battendo anche i BayStars, hanno disputato perdendo la finale di Lega contro i Giants.
Persi i veterani Randy Messenger (10 stagioni in NPB) e Takashi Toritani (16 campionati e qualche giorno fa firmato per i Marines) e via free agent il closer Rafael Dolis, questo team è riuscito a portare a casa lo slugger Justin Bour (ex Miami Marlins e LA Angels), Jerry Sands (dalla Corea, re degli rbi) e due lanciatori dagli Hawks, Kenichi Nakata e Robert Suarez.
Rimangono quindi leader gli esperti Kosuke Fukudome e Yoshio Itoi trascinatori in attacco con i giovani Yusuke Oyama, Koji Chikamoto, Shun Takayama, Taiga Egoshi e Fumiya Hojo. Dal monte di lancio cerca riscatto Shintaro Fujinami, mentre Onelki Garcia e Yuki Nishi conferme come pitcher dominanti.

CARP (Record 2019: 70-70-3) –
Dopo tre stagioni di fila a conquistare il primo posto in questa Lega, lo scorso anno sono stati costretti a non partecipare neanche alla post-season per mezza gara di svantaggio a discapito dei Tigers. Per quest’anno sicuro punteranno al riscatto.
Team che si basa su un ottimo collettivo difensivo e dal box di battuta, con i soliti Kosuke Tanaka, Ryosuke Kikuchi, Seiya Suzuki, Ryuhei Matsuyama e Takayoshi Noma. Dopo la squalifica per doping per Xavier Batista e quindi rilasciato a fine anno scorso, la squadra di Hiroshima hanno perso anche Kyle Regnault e Casey Lawrence. Al fronte di queste perdite il reparto dei pitchers, che comprende Daichi Osera, Aren Kuri, Kris Johnson e Yusuke Nomura si è rinforzato con l’ingaggio di DJ Johnson e Tayler Scott, oltre Jose Pirela buon innesto nel line-up.

DRAGONS (Record 2019: 68-73-2) –
La squadra di Nagoya guidata dal manager Tsuyoshi Yoda in questo campionato tenteranno di ben figurare come la passata stagione.
Team che ha un buon mix di giovani e giocatori di esperienza, come Akira Neo (prima scelta al draft nel 2018) e Yota Kyoda, con Yuhei Oshima e Ryosuke Hirata, che da anni sono perni importanti del box di battuta. Con lo slugger Dayan Viciedo invece si affianca Moises Sierra, ingaggiato in inverno e che può ben fare creando un’ottima coppia, assieme a Zoilo Almonte.
Invece dal monte di lancio perso il 39enne Daisuke Matsukaza il reparto dei pitchers si basa su Yudai Ono, Kazuki Yoshimi, Shinnosuke Ogasawara e Katsuki Matayoshi e prevede anche l’innesto di Luis Gonzalez, che vedremo che contributò darà ai Dragons.

SWALLOWS (Record 2019: 59-82-2) –
L’obiettivo è sicuramente evitare l’ultima posizione e non superare le ottanta sconfitte subite. Perso lo slugger caraibico Wladimir Balentien, andato agli Hawks, il team in attacco avrà come leader Tetsuto Yamada e l’esperto Norichika Aoki. Questi contribuiranno alla crescita di altri giocatori, come Tomotaka Sakaguchi, Munetaka Murakami, Yasutaka Shiomi, Yuhei Takai e via free agent è stato ingaggiato l’ex MLB (Brewers e Royals) Alcides Escobar. Sempre via free-agent arriva dai Golden Eagles l’esperto ricevitore Motohiro Shima, per cercare spazio e può essere utile assieme al già consolidato ricevitore Yuhei Nakamura.
Anche dal monte di lancio vi sono stati dei cambi, con le partenze di David Buchanan e David Huff si registrano gli ingaggi di Gabriel Ynoa e Matt Koch, provenienti dalle minors americane. Questi faranno parte del reparto dei pitchers con Yasuhiro Ogawa, il veterano Masanori Ishikawa, Hirotoshi Takanashi e Juri Hara.

 

ANALISI TEAM PL.

LIONS (Record 2019: 80-62-1) –
Dopo aver perso due finali casalinghe alle Climax-Series e soprattutto dopo aver dominato per due volte consecutive la Lega in Regular Season anche quest’anno la squadra di Tokorozawa punta al vertice, nonostante l’ennesima partenza illustre.
Di fatto dopo aver perso un anno e mezzo fa l’ace Yusei Kikuchi per questa stagione il team ha perso anche l’esterno Shogo Akiyama, andato in MLB per i Cincinnati Reds.
In ingresso si nota l’acquisto dell’ex MLB Corey Spangenberg, che darà manforte ad un line-up abbastanza collaudato, con gli slugger Takeya Nakamura e Hotaka Yamakawa, oltre che Shuta Tonosaki, Sosuke Genda, Takumi Kuriyama e Tomoya Mori.
Tra i lanciatori invece si registra il ritorno di un illustre ex, ossia il quasi 40enne Daisuke Matsuzaka, che dopo aver giocato per alcuni anni in MLB e rientrato in Giappone per Hawks e Dragons ritorna nel team che lo ha lanciato quando era un ragazzino, divenendo una star.
Oltre lui sono stati acquistati Sean Nolin e Reed Garrett dagli USA, che assieme a Zach Neal, Tatsuya Imai e Daiki Enokida cercheranno di non essere l’anello debole della squadra, che negli ultimi anni subisce molti punti.

HAWKS (Record 2019: 76-62-5) –
I campioni in carica che stanno dominando la scena del baseball giapponese da almeno sei anni anche per quest’anno punteranno a lottare per i primi posti.
Ingaggiato Balentien dagli Swallows, si prospetta ancora una volta un line-up molto difficile da affrontare, con i soliti Seiichi Uchikawa, Nobuhiro Matsuda, Yuya Hasegawa, Takuya Kai, Kenta Imamiya e Yurisbel Gracial, dopo che Alfredo Despaigne è divenuto free agent lo scorso dicembre.
Per questa stagione Kodai Senga dovrebbe consacrarsi a leader tra i pitchers, con reparto affidabile composto anche da Nao Higashihama, Shota Takeda, Matt Moore (ingaggiato dagli USA), Rick van den Hurk, Rei e Jumpei Takahashi, l’esperto Tsuyoshi Wada e i rilievi/closer Yuito Mori e il rientrante Dennis Sarfate, che l’anno scorso causa infortunio non ha giocato affatto.

GOLDEN EAGLES (Record 2019: 71-68-4) –
La squadra di Sendai dopo la conquista della post-season nella passata stagione riparte da alcuni punti importanti, nonostante abbiano avuto un mercato mediamente movimentato.
Infatti riescono a portare a casa il pitcher esperto Hideaki Wakui, proveniente dai Marines, a discapito di Manabu Mima, riportando dagli USA l’ex Lions Kazuhisa Makita e sempre tra i pitcher si registra l’ingaggio di JT Chargois. Il monte di lancio prevede l’ace Takahiro Norimoto, completamente recuperato dallo scorso infortunio e il giovane closer Yuki Matsui, oltre il buon supporto di Wataru Karashima, Takahiro Shiomi e dell’esperto Takayuki Kishi.
Dal mercato si notano anche altri innesti, ossia Daichi Suzuki dai Marines e Stefen Romero dai Buffaloes, entrambi che possono fare la differenza. Questi si uniscono ad un line-up che compone Ginji Akaminai, Zelous Wheeler, Jabari Blash, Hideto Asamura, Eigoro Mogi. Oltre ciò ci si attende la crescita dei giovani Louis Okoye, Kazuki Tanaka e Hiroaki Shimauchi.

MARINES (Record 2019: 69-70-4) –
Evitato l’ultimo posto nella passata stagione il team di Chiba punta a stabilizzarsi nelle zone calme della classifica.
Perso Wakui andato ai Golden Eagles, ingaggiano Manabu Mima e Frank Herrmann da quel team, inoltre riportando in Giappone il rilievo Jay Jackson e l’esterno Shuhei Fukuda dagli Hawks. Inoltre qualche giorno fa è stato ingaggiato il veterano interbase Takashi Toritani, che aveva annunciato il ritiro dai Tigers.
Movimenti in usciti soprattutto per gli stranieri e di fatto dopo Suzuki si notano il non rinnovo di Kennys Vargas, Josh Ravin e Mike Bolsinger.
Quindi il line-up che ha sempre non prodotto tantissimo vede tra gli elementi di spicco Brandon Laird, Katsuya Kakunaka, Seiya Inoue e Takashi Ogino.
Dal monte di lancio oltre Ayumu Ishikawa, Yuji Nishino e Tatsuya Uchi si vedrà all’opera il fenomeno Roki Sasaki, scelto al primo giro al sorteggio nello scorso draft.

FIGHTERS (Record 2019: 65-73-5) –
Nella passata stagione questo team aveva ben altre ambizioni di classifica, sempre in lotta per mesi per un posto alle Climax-Series, ma poi verso il finale di stagione hanno subito un crollo e sono giunti addirittura quinti in graduatoria.
Team che porta a casa dai Giants Christian Villanueva per dare contributo di potenza ad un line-up che prevede buoni battitori di contatto, con Sho Nakata, Po-jung Wang, Kensuke Kondo, Taishi Ota e Haruki Nishikawa.
Tra i pitcher non confermato Justin Hancock si nota l’ingresso di Drew VerHagen proveniente dalle minors dei Tigers, che contribuirà sul monte di lancio con Nick Martinez, Toshihiro Sugiura, Kohei Arihara e Naoyuki Uwasawa.

BUFFALOES (Record 2019: 61-75-7) –
Per l’ex team di Maestri l’obiettivo è senza dubbio evitare l’ultimo posto e puntare ad un campionato più competitivo e di fatto dagli USA sono riusciti a ingaggiare l’ex Mariners, Orioles e D’backs Adam Jones.
Mazza importante, visto la partenza si Romero ai Golden Eagles e Marrero via free agent e oltre l’ex MLB i Buffaloes portano a casa il lanciatore Tyler Higgins e l’interno Aderlin Rodriguez, provenienti dalle minors.
Jones quindi darà qualità ad un line-up che prevede Takahiro Okada, Masataka Yoshida, Keita Nakagawa e Hiroyuki Shirasaki.
Invece dal monte di lancio si punta ad una buona crescita di alcuni giovani lanciatori, come Daiki Yajima, Taisuke Yamaoka, Yoshinobu Yamamoto assieme agli esperti Hirotoshi Masui (closer) e l’americano Brandon Dickson.

 

Di seguito tutti i movimenti principali di mercato della NPB:

Ecco tutti i movimenti di mercato della CL al 15/03/2020 (clicca sull’immagine per ingrandirla):

Ecco tutti i movimenti di mercato della PL al 15/03/2020 (clicca sull’immagine per ingrandirla):

WordPress Author Box
Filippo Coppola

Vive alle falde del Vesuvio, a Boscotrecase (NA), laureato in Ing. Navale alla Federico II di Napoli è appassionato da tanti anni al grande gioco del baseball. Passione cresciuta di anno in anno, soprattutto di quello dell'estremo Oriente e in particolare quello giapponese e campionati asiatici (oltre a quello nostrano e Americano MLB), che segue con assiduità. E' tifoso dei Cincinnati Reds della NL in MLB, team storico di questo sport e che segue da quando ha scoperto il baseball. Invece per i team asiatici, non ha alcuna preferenza in assoluto, essendo appassionato di tutti. Primo in Europa a scrivere del baseball giapponese, coreano e taiwanese, direttamente da siti specializzati di quei paesi. Ha aperto la coach-convention del 2016 della FIBS a Roma, presentando il baseball del Giappone, descrivendo storia e particolarità dello "yakyu". Ha per come hobby la vela, lo sport in genere e seguire il calcio Napoli, inoltre preferisce analizzare dati statistici e i numeri del baseball, sport dipendente da quest'ultimi, e alla ricerca e scoperta della sabermetrica, ovvero l'analisi del baseball attraverso le statistiche.

Like us on Facebook
on Facebook
Filippo Coppola