MLB – DL affollatissima

Pubblicato il Apr 17 2014 - 12:37pm by Tommaso De Simone

Il dover restare fuori a causa di un infortunio, per un atleta, è una sofferenza tremenda, lo sappiamo. Gli infortuni, però, non frustrano solo i diretti interessati, ma anche tifosi e dirigenti; essendo infatti uno di quei fattori imponderabili capaci di far cambiare il verso di una stagione, spesso in negativo.

In questo inizio di 2014 purtroppo la lista infortunati si è riempita in maniera rapida si dall’opening day. In quel giorno infatti i Blue Jays hanno dovuto vedere Jose Reyes uscire dal campo per un problema al braccio sinistro; per fortuna i canadesi stanno per accogliere di nuovo il loro shortstop nel ruolo di leadoff, anche se Melky Cabrera non lo ha fatto rimpiangere troppo. E’ andata peggio ai Dodgers, che dovranno fare a meno di Clayton Kershaw fino all’inizio di maggio, a causa di uno stiramento al tricipite sinistro.

Al momento i Dodgers non sono l’unica franchigia ad avere problemi sul monte di lancio dettati dagli infortuni. I Cubs ad esempio devono rinunciare a Jake Arrieta (15 day DL) e Fujikawa, che probabilmente a già concluso la sua stagione e a breve si dovrà sottoporre alla cosiddetta “Tommy John surgery”. Lo stesso problema che lo scorso anno ha interrotto la strepitosa stagione di Matt Harvey, che i Mets riabbracceranno nel 2015. Così come i Rays, già privi di Alex Cobb (15 day DL per uno stiramento agli obliqui) e Hellickson (il cui rientro dall’operazione al gomito subita in off-season è previsto per maggio) dovranno rinunciare per tutto il 2014 a Matt Moore, al quale è toccato lo stesso destino infausto. Ad Oakland dovranno invece aspettare l’all-Star break per rivedere sul monte Eric O’Flaherty e il prossimo opening day per Jarrod Parker. Un problema ad un dito della mano destra sta invece tenendo fermo ai box Hisashi Iwakuma, il cui rientro dovrebbe essere fissato per l’inizio di maggio, o almeno così si augurano i Mariners, soprattutto vista l’ottima annata passata del nipponico. Tra gli altri pitcher in DL troviamo: Jaime Garcia (STL) Doug Fister (WAS) Cole Hamels (PHI) Matt Latos (CIN) in 15 day; mentre Derek Holland (TEX) resterà fermo fino a metà stagione.

I Rangers hanno però infortunati anche nel lineup: Adrian Beltre è prossimo al rientro ormai, mentre per rivedere Soto dietro al piatto si dovrà attendere almeno metà giugno. Parlando di lineup falcidiato però non si può non nominare Boston. Dopo aver perso fino alla fine del mese Victorino, fondamentale nel ruolo di leadoff dopo la partenza di Ellsbury, e Middlebrooks, i Red Sox al momento sono privi anche di Mike Napoli, che ha un problema all’anulare sinistro. Il gomito sinistro è invece ciò che impedisce a Josh Hamilton di essere il clean up degli Angels. L’ex esterno dei Rangers si è infortunato scivolando in prima base per un eccesso di generosità ed ora rimarrà fuori fino alla fine di maggio. Non è la prima volta che un giocatore si infortuna scivolando in prima, lo stesso Pedroia ha subito lo stesso incidente un anno fa, tanto da dichiarare che non ci avrebbe provato mai più. In effetti ormai questa pratica viene sconsigliata da molti, così come la collisione al piatto, proprio a causa della percentuale elevata di infortuni. Una frattura del pollice destro priverà invece i Nationals di Ryan Zimmerman fino alla metà di maggio. I Padres sono invece alle prese con un problema sugli esterni, dovranno infatti sostituire almeno per un altro paio di settimane Cameron Maybin e Carlos Quentin, rispettivamente per un problema al bicipite destro e al ginocchio. Problemi sugli interni invece per i Reds, ancora in attesa del recupero dall’operazione di Hannahan, fermo in 60 day DL, e del rientro, fissato per fine mese, del seconda base Skip Schumaker. Addirittura due 2B fuori al momento per i White Sox: Keppinger e Beckham, i cui tempi di recupero sono ancora incerti. Non sono immuni neanche i New York Yankees, i quali hanno appena inserito Cervelli in 60 day DL per un problema all’avambraccio destro; più vicino il rientro di Teixeira, anche se per un problema simile. Infine è ormai imminente il rientro a pieno servizio di Manny Machado, 3B All-Star degli Orioles operatosi ad ottobre al ginocchio.

WordPress Author Box
Tommaso De Simone

Fan dei Rays, forse l’unico fuori dalla Florida, nato a Roma nel 1990, sono sempre stato un grande appassionato di sport. Nel 2001 ho cominciato ad avvicinarmi al mondo del baseball, dopo aver visto una partita tra Expos e Phillies all’Olympic Stadium di Montreal. Da allora è diventata una passione sempre maggiore, tanto da occupare anche il tema della mia tesi di laurea in scienze della comunicazione nel 2013. Dall’unione di queste mie due anime nasce la mia collaborazione con Baseball Mania.

Like us on Facebook
on Facebook
Tommaso De Simone

Follow me on Twitter
Follow @https://twitter.com/Tommylalbino on Twitter
Tommaso De Simone