MLB, una settimana e ancora tante incognite

Pubblicato il Set 26 2018 - 2:02pm by Simone Bacio
Siamo all’ultima settimana di gioco in Major League. Mancano solo 6 partite alla fine del campionato e ci sono ancora diverse incognite in vista dei Play Off 2018. Già sappiamo che i Cleveland Indians hanno vinto la loro divison e a loro si aggiungo soltanto i Boston Red Sox che vincono la American League East. In National League solo gli Atlanta Braves sono certi di andare alla Post Season. Per tutto il resto, dopo oltre 150 partite, regna ancora molta incertezza. Vediamo i dettagli:
Come già visto, i Boston Red Sox vincono la American League East; con ancora 5 partite da giocare hanno già superato il loro record di vittorie in stagione regolare che era fermo a 105 dal 1912. Hanno già il miglior record di tutte le Major League e questo gli garantirà il vantaggio di giocare in casa tutte le partite decisive di questi Play Off. Alle loro spalle i NY Yankees si sono garantiti un posto ai Play Off grazie alla Wild Card, ma ancora non conoscono il nome della loro avversaria e, forse più importante, non sanno ancora se giocheranno la partita singola ad eliminazione diretta in casa o lontani dallo Yankee Stadium.
Già sappiamo che i Cleveland Indians hanno vinto la AL Central. Il loro record è il peggiore tra le migliori dell’American League e giocheranno le Divsion Series contro la squadra vincitrice della AL West.
E proprio la AL West è ancora in bilico, anche se gli Huston Astros (99 vinte, 57 perse) sembrano decisamente favoriti alla vittoria di questa division con il vantaggio di 4,5 partite sugli Oakland A’s e solo 6 partite ancora da giocare. In ogni caso saranno queste le due ultime due squadre che completeranno il quadro della Post Season per l’American League.
La National League ha tanti verdetti ancora da emettere.
Gli unici certi della loro partecipazione ai Play Off sono gli Atlanta Braves vincitori della NL East. Diverse combinazioni possono ancora rendere necessari eventuali spareggi per determinare tutte le altre partecipanti della National League alla Post Season.
Nella NL Central guidano i Chicago Cubs (91 vittorie, 65 sconfitte) con 1,5 partite di vantaggio sui Milwaukee Brewers e 4,5 partite sui StL Cardinals. Niente da escludere in questo finale di stagione: i Cardinals ospiteranno i Brewers nella prima parte di questa settimana mentre saranno poi ospiti dei Cubs per l’ultimo week end di stagione regolare. Division che potrebbe decidere la propria vincitrice proprio all’ultimo Out.
Ancora una situazione intricata nella NL West: i LA Dodgers (88 vinte, 69 perse) sono usciti vincitori dallo scontro in casa propria contri i loro inseguitori, i Colorado Rockies. La squadra di Denver insegue ora a 1,5 partite di distanza e le due squadre non si incontreranno più fino alla fine della stagione. Vedremo chi avrà i nervi più saldi in questo finale di stagione.
Come nelle classifiche per le division anche le Wild Card hanno le loro incognite.
Nella AL Wild Card sappiamo che gli Yankees sono qualificati, e affronteranno la squadra che non vince la AL West, ovvero gli Astros o gli Athletics. Quello che è ancora da decidere, tra le migliori seconde, è chi sarà quella con il record migliore e quindi chi avrà la possibilità di giocare in casa la partita unica.
Nella Wild Card della National League oggi sarebbero qualificati i Brewers e i Cardinals, ma i Rockies sono solo a 0,5 partite da questa coppia. E naturalmente bisogna considerare il fatto che una di queste squadre potrebbe vincere la propria division e ribaltare l’attuale situazione.
A livello individuale, i migliori giocatori della settimana sono stati Yuli Gurriel (Huston Astros) per l’American League e Christian Yelich (Milwaukee Brewers) per la National League.
Per il Prima Base di Huston la settimana si è conclusa con una Media Battuta di .462 (12 su 26) con 8 Punti Segnati, 3 Doppi, 3 Home Run e 10 Punti Battuti a Casa nelle 6 partite giocate dalla sua squadra la scorsa settimana. Per Gurriel è il primo titolo da Player of the Week  in carriera.
Per Yelich la settimana si è invece confusa con una Media Battuta di .545 (12 su 22), con 7 Punti Segnati, 4 Doppi, 1 triplo, 2 Fuoricampo, 7 Punti Battuti a Casa, 3 Basi Ball ricevute e 3 Basi Rubate. Soprattutto, grazie al suo secondo Cycle battuto lunedì scorso, è diventato il 5° giocatore nella storia delle Major a battere più di un Cycle nella stessa stagione, dopo Aaron Hill (2012), Baby Herman (1931) Tip O’Neill (1887) e John Reilly (1883). Insomma, una prestazione davvero difficile da ottenere.
Cosa che invece non era ancora accaduta nella storia delle Major League è che un giocatore riuscisse a lanciare, ricevere e battere un fuoricampo nella stessa partita. Nella scorsa settimana a riuscire in questa (letteralmente) singola impresa è stato il rookie dei LA Angels, Francisco Arcia. Nella partita conclusa per 21-3 in favore degli Oakland A’s, il giovane ricevitore è stato nel suo ruolo fino alla 7ª ripresa per poi andare in aiuto dei propri lanciatori e concludere la partita sul monte di lancio. Ma proprio nell’ultimo attacco degli Angels, Arcia ha spedito la palla oltre la recinzione, realizzando qualcosa di davvero unico.
WordPress Author Box
Simone Bacio

Milanese, nonostante la carta di identità reciti 1974 come anno di nascita sono ancora un giocatore di baseball, da più di 30 anni. Ancora mi diverto a battere la palla e difendere il sacchetto di Prima Base. Appassionato di sport sono un tifoso interista (poche grandi gioie e interminabili sofferenze). Amo la musica in generale con una preferenza per il rock e la grande passione per gli U2. Seguo da molto vicino la tecnologia e adoro perdermi nel mondo di Hyrule, giocando alla serie “La Leggenda di Zelda" Seguo da vicino il baseball americano grazie al tifo sfegatato per i Los Angeles Dodgers e alle 4 leghe di Fanta-baseball che ogni giorno (meglio dire notte) seguo.