MLB, Oakland ferma i campioni e li raggiungo in vetta

Pubblicato il Ago 20 2018 - 11:23pm by Simone Bacio

Siamo arrivati alla fine di agosto e le squadre di Major League hanno giocato più di 120 partite: siamo arrivati ai tre quarti della stagione regolare e le lotte in testa alle classifiche iniziano ad essere davvero interessanti, almeno in quattro delle sei division. La squadra sorpresa di questa parte di stagione è sicuramente la franchigia di Oakland, capace di vincere 7 partite delle ultime 10 e fermare per 2 volte i campioni in carica di Huston. Tutto questo gli permette di mettere davvero paura agli Astros nella lotta per il titolo della American League West.

Ma andiamo in ordine.

Nessuna sorpresa nella AL East con i Boston Red Sox (88 vinte-37 perse) che continuano la loro marcia di avvicinamento alla Post Season senza troppi problemi. I NY Yankees sono a 9,5 partite e non sembrano più in grado di mettere paura alla capolista.

Divario anche più importante in AL Central dove i Cleveland Indians (71 vittorie e 52 sconfitte) hanno un vantaggio di 12 partite sui Minnesota Twins. Sembra che oramai gli Indiani stiano solo aspettando di conoscere il nome degli avversari nel primo turno dei Play Off.

Come anticipato, la situazione è ben diversa nella AL West: in classifica sono ancora davanti gli Houston Astros (75 vinte-49 perse) ma ora gli Oakland A’s sono ad una sola partita. E il primo scontro diretto verso la fine della stagione ha già detto che la squadra californiana sembra davvero in grado di sorpassare e andare a vincere questa division. Terzi incomodi, i Seattle Mariners non si danno per vinti e a 4,5 partite dalla vetta sono ancora in grado d impensierire le due squadre davanti a loro, con lo scontro diretto contro gli Astros proprio questa settimana.

Nella National League nessuna division sembra decisa, anche se nella NL Central forse è arrivato il momento decisivo per i Cubs. Guardiamo nel dettaglio.

Si rinnova la lotta in testa alla NL East, con gli Atlanta Braves (68 vittorie-55 sconfitte) avanti di sole 0,5 partite sui Philadelphia Phillies. I Washington Nationals non sembrano più in grado di tenere il passo della coppia di testa e al momento scivolano a 7 partite dalla vetta.

Allungo che potrebbe essere decisivo nella NL Central con i Chicago Cubs (71 vinte-52 perse) che approfittano dei passi falsi delle inseguitrici e si portano a 3,5 partite dai Milwaukee Brewers e a 4 partite dai StL Cardinals. Anche i Pittsburgh Pirates cedono il passo e si ritrovano a 9 partite dalla testa della classifica.

Rivoluzione nella NL West: tornano in testa gli Arizona D’Backs (69 vittorie-56 sconfitte) con i Colorado Rockies a ridosso e uno svantaggio di 0,5 partite. Rallentano i LA Dodgers che rimangono a 2 partite dalla vetta, mentre crollano i SF Giants: dopo 4 sconfitte consecutive si trovano ora a 8 partite dalla capofila.

Pochi cambiamenti nelle classifiche per le 4 Wild Card.

Nella American League oggi sarebbero qualificati gli Yankees e gli A’s, con i Mariners, a 3,5 partite,  pronti a sfruttare i passi falsi delle due squadre che li precedono.

Piena bagarre nella National League, con 8 squadre ancora in lotta per gli ultimi 2 posti validi per la Post Season. In testa a questa classifica troviamo addirittura 3 squadre, i Rockies, i Phillies e i Brewers, con i Cardinals a 0,5 partite e i Dodgers a 1,5 partite. Più attardati i Pirates, i Nationals e i Giants racchiusi in un distacco tra le 5,5 e le 7,5 partite.

A livello individuale, i migliori giocatori della settimana sono stati Nicholas Castellanos (Detroit Tigers) per l’American League e Ronald Acuna Jr. (Atlanta Braves) per la National League.

Per il giocatore dei Tigers la settimana si è conclusa con una Media Battuta di .393 con 3 Doppi, 2 Home Run e 10 Punti Battuti a Casa. Per interrompere il suo slump ha trovato la sua prima partita in carriera con 5 valide.

Sensazionale settimana per Acuna Jr., giovane fenomeno di Atlanta: in settimana ha avuto una Media Battuta di .464, con 2 Doppi, 4 Home Run, 9 Punti Battuti a Casa e 3 Basi Rubate. Considerando anche la fine della scorsa settimana, a 20 anni è diventato il più giovane giocatore della storia a battere almeno 1 Fuoricampo in 5 partite consecutive. Altro piccolo record per lui: è il 4° giocatore nella storia di Major League a iniziare entrambe le partite di un Doppio Incontro con un Fuoricampo.

Numeri importanti per dei veterani: Justin Verlander (Huston Astros) ha ottenuto la sua vittoria numero 200 (114° lanciatore a raggiungere questo traguardo) ed è uno dei 3 lanciatori in attività ad esserci arrivato. Gli altri due sono Bartolo Colon (274 vittorie) e CC Sabathia (244 vittorie).

Per Clayton Kershaw (LA Dodgers) è arrivata la vittoria numero 150 in carriera.

Caso curioso invece per gli amanti delle statistiche sui giochi difensivi: i Texas Rangers, con le basi piene e zero eliminati, sono riusciti ad uscire dall’inning senza subire punti. Il Terza Base è riuscito a difendere un Line Drive che gli è rimbalzato davanti al guanto, ha toccato la sua base e subito dopo il corridore che stava andando verso Casa Base. Ha poi concluso l’azione con una assistenza in Seconda Base. Triplo Gioco e ripresa conclusa. La particolarità di questa giocata è che per la prima volta dopo 106 anni, è stato fatto un Triplo Gioco senza che venisse eliminato il battitore.

Insomma, scomodando detti che riguardano cose ben più importanti, possiamo dire che le vie del baseball sono davvero infinite.

WordPress Author Box
Simone Bacio

Milanese, nonostante la carta di identità reciti 1974 come anno di nascita sono ancora un giocatore di baseball, da più di 30 anni. Ancora mi diverto a battere la palla e difendere il sacchetto di Prima Base. Appassionato di sport sono un tifoso interista (poche grandi gioie e interminabili sofferenze). Amo la musica in generale con una preferenza per il rock e la grande passione per gli U2. Seguo da molto vicino la tecnologia e adoro perdermi nel mondo di Hyrule, giocando alla serie “La Leggenda di Zelda" Seguo da vicino il baseball americano grazie al tifo sfegatato per i Los Angeles Dodgers e alle 4 leghe di Fanta-baseball che ogni giorno (meglio dire notte) seguo.