MLB, gli Yankees in scia dei Red Sox!

Pubblicato il set 7 2017 - 10:09pm by SDrudi

Inizia il mese di settembre e inizia l’ultimo mese di regular season in Major League. Delle 162 partite di campionato ne mancano meno di 30 per vedere chi saranno le 10 squadre che parteciperanno alla Post Season per arrivare alle World Series.

Delle sei division due appaiono molto incerte e ancora ricche di possibili colpi di scena, mentre le altre 4 sembrano decise e manca solo l’ufficialità del risultato. Ancora incerti invece i nomi delle 4 squadre che vinceranno le classifiche per le Wild Card delle due leghe.

L’American League East ha due squadre che lottano per il primato: i Boston Red Sox (77 vinte-60 perse) guida ancora la classifica, ma i NY Yankees sono a 3,5 partite di distanza. La squadra di New York è stata capace di vincere gli scontri diretti in casa propria e riaprire il discorso sulla vittoria di questa division.

Nell’AL Central i giochi sembrano invece chiusi: i Cleveland Indians (80-56) vincono le ultime 11 partite giocate e si portano a 9 partite di vantaggio sui primi inseguitori, i Minnesota Twins. Sembra che gli Indiani siano davvero intenzionati a ripetere la stessa corsa che l’anno scorso li ha portati alle World Series.

Nella AL West la situazione rimane invariata, con gli Huston Astros (83-53) in attesa solo della matematica per aggiudicarsi questa division, con gli avversari a oltre 10 partite di distacco. Gli Astros sono riusciti a tornare a giocare nel loro stadio dopo i problemi con l’uragano Harvey e hanno attivamente contribuito al supporto della loro città.

Molto simile alla scorsa settimana la situazione nella National League.

Nella NL East i Washington Nationals (82-54) guidano con un vantaggio di 15 partite sui primi inseguitori, i Miami Marlins.

Più intricata la situazione nella NL Central, dove continuano a guidare i Chicago Cubs (75-61) ma i Milwaukee Brewers sono a sole 3,5 partite. Probabilmente saranno gli scontri diretti delle prossime settimane a dire se gli attuali campioni riusciranno a mantenere la testa della classifica e provare a vincere di nuovo il titolo o se saranno i birrai a vincere questa division

La NL West registra invece una battuta d’arresto da parte del LA Dodgers (92-44). La squadra californiana ha ancora il miglior record delle MLB, ma sono stati capaci di vincere solo 2 delle ultime 10 partite giocate. Gli inseguitori sono a distanza di sicurezza (gli Arizona D’Backs sono a 13,5 partite) ma adesso sembra davvero impossibile arrivare al record di 116 vittorie durante la stagione regolare: dovrebbero vincere ancora 24 partite quando ne mancano 26 alla fine della loro regular season.

La lotta per le 4 Wild Card si conferma davvero interessante. Per la AL Wild Card le due qualificate oggi sarebbe gli Yankees e i Twins, ma le 6 squadre che li seguono non accennano a rallentare e sono tutte racchiuse a 4 partite di distanza dalla coppia di testa. Qui, nell’ordine, troviamo gli Orioles, gli Angels, i Mariners, i Rangers, i Royals e i Rays. La battaglia si annuncia davvero interessante per le prossime 4 settimane.

Anche se coinvolge meno squadre, anche la lotta nella la NL Wild Card ora si fa più complessa. I D’Backs e i Rockies sono le squadre che a oggi vincerebbero questa classifica, ma adesso si trovano i Brewers a sola 0,5 partite di distacco, mentre i Cardinals (3 partite) e i Marlins (5 partite) hanno intenzione di giocarsi tutto in questo uno mese di gioco e provare a guadagnarsi il posto per la Post Season.

 

A livello individuale i migliori della settimana sono stati eletti José Ramirez (Cleveland Indians) per l’American League e Jeff Samardzija (SF Giants) per la National League.

Per il forte interno di Cleveland le statistiche dicono che ha chiuso la settimana con una Media Battuta di .538, con 7 Punti Segnati, 6 Doppi, 1 Triplo,  Home Run 6 Punti Battuti a Casa e 2 Basi Rubate. Difficile chiedere di più nelle 6 partite da lui giocate la scorsa settimana. Per Ramírez si tratta del 2° titolo come Player of the Week in carriera dopo quello vinto lo scorso giugno.

Per il lanciatore di San Francisco, al suo secondo titolo da miglior giocatore della settimana in carriera, le statistiche dicono che nelle due partite da lui giocate ha avuto 1 vittoria e nessuna sconfitta in 16 riprese lanciate, con una Media PGL di 0,56, 14 Strike Out effettuati e solo 2 Basi Ball concesse. Il suo precedente titolo risale al 2013 quando ancora era membro dei Chicago Cubs.

Ed è ancora un lanciatore che si mette in evidenza questa settimana: Chris Sale (Boston Red Sox). Il lanciatore, durante la scorsa settimana è diventato il più veloce a raggiungere i 1.500 Strike Out nella storia delle Major League. Per raggiungere questo traguardo ha impiegato 1.290 inning. Per fare un confronto e per capire la portata di questo record basta pensare che il precedente record apparteneva a Kerry Wood con 1.303 riprese lasciandosi dietro personaggi come Pedro Martinez (1.337 inning), Randy Johnson (1.365 2/3 inning), Nolan Ryan e Max Scherzer (entrambi 1.394 inning). Insomma, per il 28enne asso di Boston sembra che il futuro nei grandi della storia del baseball si assicurato.