MLB, All Star Game dei record!

Pubblicato il Lug 25 2018 - 10:51am by Simone Bacio
Che sia una partita delle stelle lo si sa da sempre, da quando, 89 anni fa, è stato giocato il primo All-Star-Game. Sappiamo anche che questa è tornata ad essere una partita di puro spettacolo dallo scorso anno, da quando non c’è più in palio il vantaggio di giocare in casa le partite decisive delle World Series. Quello che però non sapevamo è che i giocatori scesi in campo al Nationals Park di Washington non solo si sono divertiti e hanno fatto divertire il pubblico: ce l’hanno davvero messa tutta per vincere e nessuno voleva lasciare all’altra lega la vittoria in questa tradizionale partita di mezza estate.
Anche se di poco conto, per far capire quanto fosse forte la rivalità tra le due squadre basta guardare il risultato: l’American League ha vinto 8-6 alla 10ª ripresa.
Il risultato era inchiodato sul 2-2 fin all’8º inning quando un Home Run da 3 punti di Jean Segura portava in vantaggio gli ospiti 5-2. Anche se con 2 soli attacchi a disposizione, la National League non si è data per vinta: prima un Fuoricampo di Yelich accorcia le distanze (8ª ripresa) e poi Scooter Gennett pareggia i conti con un altro Homer all’ultimo attacco. Risultato sul 5-5 e si va agli extra-inning. Non ci vuole molto per cambiare il risultato: Alex Bregman batte subito l’ennesimo Home Run della partita seguito, al lancio successivo, da George Springer, e risultato arrotondato dalla volata di sacrificio di Michael Brantley. La risposta della National League si ferma al solo Fuoricampo di Joey Votto e risultato fissato sull’8-6, con l’America League che può festeggiare per il suo 6° successo consecutivo e per il sorpasso nelle vittorie totali: 44 a 43 (con 2 pareggi).
Come già accennato, diversi i record e le curiosità di questa partita. Per la prima volta nella storia dell’All-Star-Game le due squadre hanno battuto 10 Home Run, nell’ordine: Judge, Trout, Contreras, Story, Segura, Yelich, Gennett, Bergman, Spinger, Votto. Il precedente record era di 6 Fuoricampo nella partita del 1971, firmati da Johnny Bench, Hank Aaron, Reggie Jackson, Frank Robinson, Harmon Killebrew e Roberto Clemente. Tutti questi giocatori sono stati eletti nella Hall of Fame.
Ben 13 punti sui 14 totali sono stati realizzati grazie a Home Run. E per chi se lo chiedesse, nessuna partita prima di questa (Regular Season, Play Off, All-Star-Game) ha mai visto 5 giocatori diversi per ogni squadra battere almeno un Furoicampo.
Per capire che la partita non era solo puro spettacolo basta pensare che Chris Sale, partente per l’American League ha lanciato una palla veloce a 100,7 Miglia/h, il suo lancio più veloce dal 2010. E Max Scherzer, partente per la National League? Nelle 2 riprese lanciate ha realizzato 4 Strike Out, con i 4 lanci più veloci della sua stagione.
Chiudiamo le curiosità con Mike Trout. Innanzitutto il forte esterno degli Angels, è il 4° giocatore nella storia  dell’American League ad essere un giocatore partente dell’All-Star-Game per 6 volte prima dei 27 anni. I tre giocatori precedenti sono nomi di tutto rispetto: Joe DiMaggio, Mickey Mantle e Ivan Rodriguez. Come se non bastasse, nella sua serata ha chiuso con 1 valida su 2 turni (un Home Run, come già citato) e questo gli ha permesso di essere il terzo giocatore nella storia a battere almeno una valida nei suoi primi 6 All-Star-Games. I due giocatori precedenti sono Joe Morgan e Willie Mays.
Se avessimo dubbi sul futuro di Mike Trout, tutti i giocatori nominati fanno parte della Hall of Fame.
Da record anche l’Home Run Derby, con 221 Fuoricampi battuti in tutta la serata dagli 8 partecipanti. Ha vinto Bryce Harper davanti al suo pubblico, realizzando in finale 19 Home Run contro i 18 di Kyle Schwarber. La vittoria però è arrivata con la giusta suspense: a 50 secondi dalla fine, l’esterno dei Cubs era in vantaggio 18-9. Al termine del tempo a disposizione i due erano 18 pari. Ed è stato alla prima battuta dell’extra-time guadagnato che l’idolo di casa ha battuto il Fuoricampo della vittoria. Bryce Harper è il 3° giocatore nella storia dell’Home Run Derby a vincere davanti al pubblico di casa, dopo Todd Frazier nel 2015 e Ryne Sandberg nel 1990.
Ora l’appuntamento è per il 9 Luglio 2019, a Cleveland. L’ultima volta che si è giocato al Progressive Field era il 1997 e si chiamava ancora Jacobs Field. E sarà in casa dell’American League che la National League proverà a pareggiare di nuovo i conti durante il 90° All-Star-Game. 
WordPress Author Box
Simone Bacio

Milanese, nonostante la carta di identità reciti 1974 come anno di nascita sono ancora un giocatore di baseball, da più di 30 anni. Ancora mi diverto a battere la palla e difendere il sacchetto di Prima Base. Appassionato di sport sono un tifoso interista (poche grandi gioie e interminabili sofferenze). Amo la musica in generale con una preferenza per il rock e la grande passione per gli U2. Seguo da molto vicino la tecnologia e adoro perdermi nel mondo di Hyrule, giocando alla serie “La Leggenda di Zelda" Seguo da vicino il baseball americano grazie al tifo sfegatato per i Los Angeles Dodgers e alle 4 leghe di Fanta-baseball che ogni giorno (meglio dire notte) seguo.