LBPN, Leon sotto 0-9 rimonta e vince 24-11!

Pubblicato il Dic 7 2017 - 12:08pm by Giovanni Colantuono

Juan Torres nel box di battuta con Leon

Una clamorosa rimonta e un finale altrettanto clamoroso. I Leones de Leon nella Liga Nicaraguense ribaltano uno svantaggio di 0-9 e con 27 battute valide chiudono in proprio favore il match contro Chinandega con il risultato finale di 24-11!

L’impresa è ancora più clamorosa se si considera che delle 27 valide battute da Juan Torres e compagni nessuna è un fuoricampo. Andiamo con ordine in questa partita rocambolesca andata in scena dell’Estadio Heroes e Martires de Septiembre di Leon.

L’americano Willie Hale partente dei Tigres de Chinandega contro Willy Paredes di Leon. L’inizio gara era tutto in favore dei Tigres che dopo due attacchi erano avanti 5-0. Un punto nel primo inning e quattro nel secondo in cui Paredes subiva i singoli di Jesus Lopez, Andy Paz e Norlando Valle prima dei due doppi di Yosmany Guerra e Jamar Walton. Nel terzo inning i singoli di Edgar Montiel, Andy Paz e Martinez portavano il punteggio sul 6-0 con Paredes che lasciava il monte di lancio al rilievo Apolinar Garcia.

Per Leon la partenza di Willie Hale era di qualità e fino al terzo inning sul tabellone i punti dei Leones erano zero. Il parziale arrivava fino al 9-0 per Chinandega nel quarto attacco con il singolo di Guerra ed i doppi di Osman Marval e Edgar Montiel. Usciva dalla gara anche Apolinar Garcia rilevato da Edwuard Jimenez nei Leones.

Nel quarto turno offensivo di Leon l’inizio della rimonta con l’americano Hale che andava in crisi. Singoli di Juan Torres e Donel Linares, colpito Juan Carlos Urbina e ancora singoli di Renato Morales e Rafael Estrada e 5 punti recuperati. L’americano Hale lasciava la partita, per lui seconda delusione in due gare nella Liga in cui si trova a 15 di media PGL dopo due gare schierato da partente.

Nel quinto inning Armando Montenegro saliva sulla collinetta di Leon, per lui c’era il singolo di Guerra che batteva a casa il punto del 10-5 per Chinandega. Gara finita? Assolutamente no.

Sesto inning di gioco, accadeva quello che nessuno poteva prevedere. Tre singoli consecutivi di Estrada, Garth e Dwith Britton aprivano l’attacco di Leon. Junior Tellez rilevava Ernesto Glasgon sul monte di lancio di Chinandega. Dopo il K su Alegria arriva la base per ball a Renato Reyes ed i singoli di Juan Torres e Donel Linares per i primi tre punti a casa dell’attacco. Usciva anche Tellez rilevato da Esteban Perez ma la musica non cambiava. Sempre a basi cariche arrivavano il singolo di Juan Carlos Urbina e di Ofilio Castro. Fuori anche Perez per Wilfredo Pinnar e la girandola di valide continuava. Ancora singoli per Estrada, Reyes e Urbina, più il doppio di Ben Alegria e le basi per ball a Juan Torres e Linares. Alla chiusura, faticosa, dell’attacco di Leon i punti segnati erano 12 con 12 battute valide all’attivo. Risultato clamorosamente ribaltato in 17-10 per Leon!

Nel settimo inning le tre valide di Guerra, Walton e Smith servivano solo per portare a 11 il bottino di Chinandega che ormai era con la testa negli spogliatoi. Arrivavano infatti altre sei battute valide di Leon, tra cui un triplo di Juan Torres, che tra il settimo e ottavo inning portavano il risultato sul finale di 24-11!

 

WordPress Author Box
Giovanni Colantuono

Nato a Nettuno. Ha iniziato la carriera giornalistica nel 1991 nell’emittenza televisiva privata come autore e conduttore della rubrica settimanale sul baseball Casabase. Allievo del Piccolo Gruppo di Giornalismo Radio-Televisivo di Michele Plastino, ha poi collaborato con il quotidiano Il Tempo e con varie agenzie di stampa. Radiocronista di Idea Radio ed autore di due film reportage sulla Coppa Campioni di Parigi del ’91 e dell’Europeo del ’91. E’ stato per tre anni addetto stampa del Nettuno e collaboratore dei siti BaseballItalia.it e Baseball.it.. Nel marzo del 2012 è cofondatore di BaseballMania.it di cui è l'editore e il Direttore Editoriale.

Like us on Facebook
Giovanni Colantuono

Follow me on Twitter
Follow @https://twitter.com/g_colantuono on Twitter
Giovanni Colantuono