In MLB torna l’incertezza

Pubblicato il Giu 28 2019 - 11:47pm by Simone Bacio

Siamo a metà del campionato di Major League. Le squadre hanno giocato 80 delle 162 partite di Regular Season e troviamo alcune sorprese nelle classifiche delle 6 division. Alcune delle certezze che pensavamo scolpite nella pietra fino alla scorsa settimana si stanno sgretolando e torniamo ad avere delle lotte davvero interessanti per aggiudicarsi un posto nella Post Season.

Nell’American League East fino a settimana scorsa regnava l’equilibrio. Ora i NY Yankees (50 vinte-28 perse) sembrano voler premere sull’acceleratore: vincono 9 delle ultime 10 partite e lasciano i Tampa Bay Rays a 5 partite. I Boston Red Sox non sono troppo distanti ma hanno ancora 8 partite che li dividono dalla testa di questa division. Chiudono a oltre 20 partite di distacco i Toronto Blue Jays (21 partite) e i Baltimore Orioles (28 partite).

Situazione simile nella AL Central: guidano ancora i Minnesota Twins (50 vittorie-27 sconfitte) ma i Cleveland Indians riducono il loro svantaggio a 7,5 partite. Difficile dire che il campionato si è riaperto, ma la situazione è ora decisamente più interessante. A più di 10 partite le altre inseguitrici: a 13,5 partite troviamo i Chicago White Sox, a 22 partite ci sono i Detroit Tigers e chiudono a 24 partite i KC Royals.

Forse la sorpresa più grande la troviamo nella AL West: gli Huston Astros (49 vinte-30 perse) sembravano in completo controllo della division. Ma con solo 3 vittorie nelle ultime 10 giocate gli inseguitori si rifanno pericolosi: I Texas Rangers sono ora a 6,5 partite e gli Oakland A’s sono a 8 partite. Più indietro rimangono i LA Angels a 10 partite e i Seattle Mariners a 15,5 partite.

Nella National League East gli Atlanta Braves (46 vittorie e 33 sconfitte) ora provano l’allungo grazie soprattutto alle sconfitte dei Philadelphia Phillies che scivolano ora a 5,5 partite. Sempre poco distanti i Washington Nationals (8 partite) e i NY Mets (9 partite). Questa classifica è chiusa dai Miami Marlins con 14,5 partite di distacco.

Nuovo cambio in testa alla NL Central: al momento guidano i Chicago Cubs (43 vinte-35 perse) ma in questa division la classifica rimane molto corta con i Milwaukee Brewers  a 1 partita e i StL Cardinals a 2,5 partite. Nemmeno le due squadre in coda sono lontane dalla vetta: i Cincinnati Reds e i Pittsburg Pirates infatti inseguono a 6 partite.

Chi non accenna a rallentare sono i LA Dodgers (54 vinte-26 perse) che continuano a guidare la NL West con il miglior record della Major League. Il vantaggio sulle inseguitrici è aumentato: i  Colorado Rockies sono a 12 partite, gli Arizona D’Backs sono a 14 partite. I SD Padres si trovano a 15 partite e chiudono i SF Giants con 19,5 partite dalla vetta.

E propio di Dodgers si sono resi protagonisti di un nuovo record: per la prima volta nella storia hanno vinto 3 partite consecutive con 3 Walk Off Home Run realizzati da 3 Rookie. Di sicuro non sappiamo ancora se i Dodgers giocheranno la 3ª World Series consecutiva. Ma sembra che abbiano già pronto il ricambio generazionale.

I migliori della settimana sono stati Mike Trout (LA Angels) per l’American League e Pete Alonso (NY Mets) per la National League.

Per la stella della squadra californiana la settimana si è chiusa con una Media Battuta di .483 (14 su 29) con 7 Punti Segnati, 2 Doppi, 3 Home Run, 10 Punti Battuti a Casa e 1 Base Rubata. Da notare che dei 10 RBI Trout ne ha ottenuti 7 in una sola partita. Per Mike Trout è il 5° premio come Miglior Giocatore della Settimana.

Per il Rookie dei Mets la settimana scorsa si è chiusa con una Media Battuta di .427 (10 su 24) con 7 Punti Segnati, 3 Doppi, 4 Fuoricampo e 8 Punti Battuti a Casa. Da notare che con il suo 27° Homer stagionale ha superato Darryl Strawberry per Home Run realizzati prima dell’ All-Star-Game nei Mets ed è ad un solo Fuoricampo dal record assoluto di Mark McGwire, 28 realizzati prima del 1° Luglio, stabilito nel 1987.

Cosa molto importante per noi appassionati europei: per la prima volta nella storia di Major League, la prossima settimana, 2 partite verranno giocate in Europa. La grande rivalità tra Boston Red Sox e NY Yankees traslocherà in Inghilterra. La squadra ospitante sarà quella Boston, ma il teatro della sfida non sarà Fenway Park ma lo Stadio Olimpico di Londra. L’appuntamento è alle 19.10 di sabato 29 e alle 16.10 di Domenica 30 Giugno.

WordPress Author Box
Simone Bacio

Milanese, nonostante la carta di identità reciti 1974 come anno di nascita sono ancora un giocatore di baseball, da più di 30 anni. Ancora mi diverto a battere la palla e difendere il sacchetto di Prima Base. Appassionato di sport sono un tifoso interista (poche grandi gioie e interminabili sofferenze). Amo la musica in generale con una preferenza per il rock e la grande passione per gli U2. Seguo da molto vicino la tecnologia e adoro perdermi nel mondo di Hyrule, giocando alla serie “La Leggenda di Zelda" Seguo da vicino il baseball americano grazie al tifo sfegatato per i Los Angeles Dodgers e alle 4 leghe di Fanta-baseball che ogni giorno (meglio dire notte) seguo.