I lanciatori del team di Hiroshima imbrigliano le mazze dei Giants, bene Kuri e Franzua!

Pubblicato il Ott 19 2018 - 8:02pm by Filippo Coppola

Climax Series Stage 2, Gara 3, Central League

Gara disputata al Mazda Stadium di Hiroshima, omonima pref. Match cominciato alle 18.00 locali (11:00 in Italia) e durato 3 ore e 2 minuti, davanti a 31371 spettatori con i seguenti arbitri = HP: Kiuchi, 1B: Tanba, 2B: Tsuchiyama, 3B: Fukaya, LF: Nishimoto, RF: Yoshimoto.

Hiroshima Toyo Carp – Yomiuri Giants   5 – 1  (serie 4 – 0).

Gli HIROSHIMA TOYO CARP accedono alle Nippon-Series per l’ottava volta nella loro storia e ci ritorna dopo l’apparizione del 2016, quando furono battuti dai Fighters.

Vincono anche oggi i Carp ed eliminano così i Giants dalle Climax-Series ed accedono dopo due anni alle Nippon-Series, dove troveranno la vincente tra Fukuoka SoftBank Hawks e Saitama Seibu Lions, che dopo la gara odierna la serie è sul 2-2.
Anche oggi gli ospiti hanno avuto difficoltà a trovare punti contro i pitcher del team di Hiroshima al Mazda Stadium e i padroni di casa vincono nettamente questa serie e conquistano le Climax-Series della CL.
Corsi e ricorsi storici per queste due squadre, coi Carp che hanno quindi riscattato l’eliminazione subita al 2° Stage del 2013 ad opera proprio dei Giants, vittoriosi 4-0 in casa al Tokyo Dome e anche in quella occasione i terzi in classifica, ossia i Carp batterono i secondi (Tigers) al 1° stage 2-0, quindi in trasferta e come all’ora i primi in classifica poi vinsero le Climax-Series.
Di fatto i Giants siglano un solo punto quando il match era già in netto favore per i Carp, dove questi passano a condurre al 2° inn. con rbi battuto da Takayoshi Noma e nello stesso inning arriva il raddoppio su rbi trovato da Tomohiro Abe. Poi il 3-0 contro Nobutaka Imamura arriva nella ripresa seguente con il solo-homer di Yoshihiro Maru e i punti del 5-0 arrivano poi su errore commesso dagli ospiti al 5° inn. L’unico punto realizzato dai Giants arriva quindi al 6° inn. con rbi siglato da Casey McGehee contro il partenti di casa Aren Kuri che domina dalla collinetta fino alla fine del 5° inn. e da li in poi la partita rimane con questo parziale fino alla fine e gli ospiti non entrano più in partita.
Arriva dunque un’altra sconfitta meritata per i Giants, che hanno fatto vedere ben poco in questa serie e ai Carp è bastato giocare sufficientemente per avere la meglio di loro, coi pitchers che in totale hanno subito solo tre punti, tra l’altro tutti rbi di McGehee e dopo anche questo match con poche emozioni offensive escono vittoriosi i Carp.
Il tabellone a fine gara recita in definitiva cinque valide per i Carp e quattro per i Giants, un errore commesso dalla difesa di casa e due dalla difesa ospite, inoltre i battitori dei Giants hanno battuto 0/9 da lead-off, 1/7 in RISP, l’unico rbi è arrivato nella situazione di due out (3/12) e 6 LOB, mentre i Carp 2/7 da lead-off, 3/8 in RISP, un rbi arrivato nella situazione di due out (1/8) e 5 LOB.
In totale in questa serie i Giants hanno battuto quindi con AVG .132, mentre i Carp con AVG .189, confermando molta difficoltà dal box di battuta, ma i padroni di casa hanno capitalizzato molto bene quanto creato, approfittando oggi anche degli errori avversari (2 di Sakamoto) e con una media così bassa sono riusciti a segnare ben quindici punti in tre gare.

Ecco il ruolino completo di line-up di gara 3:

Ecco le stats dei lanciatori:

Note di cronaca.
I padroni di casa riescono a sbloccare la gara nella parte bassa del 2° inn., con il partente dei Giants Nobutaka Imamura che dopo aver subito un doppio da lead-off da Alejandro Mejia al primo lancio visto, poi il successivo battitore Takayoshi Noma batte il doppio-rbi che porta i Carp sull’1-0, sempre al primo lancio visto.
Dopo il primo out il corridore avanza in 3ªB e la ground-out da rbi di Tomohiro Abe fa entrare il punto del 2-0 per i padroni di casa.
Nella ripresa successiva i Carp incrementano il loro vantaggio, con Imamura che subisce un solo-homer da Yoshihiro Maru a destra e parziale che va sul 3-0 per i padroni di casa, con fuoricampo battuto a destra e dopo aver visto due balls. Il pitcher dei Giants prima di trovare il terzo out concede una BB a Seiya Suzuki, poi chiude indenne l’inning eliminando Mejia.
Nel frattempo lo starter di casa Aren Kuri tiene bene a bada il line-up ospite che per i primi cinque inning arriva in base solo su BB, come quella concessa a Daikan Yoh nel 2° inn. e ad Hayato Sakamoto al 3° inn., ma chiudendo sempre indenne le ripresa.
Nella parte bassa del 5° inn. i Carp mettono in difficoltà il rilievo ospite Kota Nakagawa che subisce un singolo da lead-off da Kensuke Tanaka, poi il bunt di sacrificio di Ryosuke kikuchi fa avanzare il corridore in 2ªB. Con occasione di RISP si riempiono le basi con due BB concesse di fila a Maru e Suzuki, con l’appena entrato rilievo Hirokazu Sawamura e dopo lo strike-out inflitto a Mejia la battuta in diamante di Noma fa commettere errore alla difesa ospite ed entrano così altri due punti per i Carp, che si portano sul 5-0.
Al cambio di campo i Giants riescono ad accorciare le distante contro Kuri, che dopo il primo out subisce un doppio da Sakamoto, poi dopo il secondo out ci pensa Casey McGehee a siglare il punto del 5-1, battendo un singolo-rbi. Gli ospiti cercano di riaprire il match con il singolo di Kazuma Okamoto e con opportunità di RISP il manager di casa schiera sul monte di lancio il rilievo Akitake Okada che al primo lancio trova il terzo out e chiude la ripresa senza ulteriori danni.
All’8° inn. gli ospiti cercano ancora una volta di riaprire la partita contro il rilievo di casa Jay Jackson, che con due out subisce prima un singolo da Shunta Tanaka e poi concede una BB a McGehee e con occasione decisiva di RISP entra il rilievo Geronimo Franzua che in due lanci elimina Okamoto e nulla di fatto per i Giants. Rimane sul monte di lancio Franzua anche per il 9° inn. elimina in sequenza i tre battitori dei Giants e chiude così ripresa, fimrnao la salvezza da quattro out e partita e serie in favore dei Carp, portando il team di Hiroshima alle Nippon-Series.

Il partente vincente di oggi Aren Kuri dei Carp, oggi 5.2 IP, 7 K, 1 ER

Vincente : Kuri (1-0, 1.59); perdente : Imamura (0-1, 10.13); salvezza: Franzua (1 SV).

L’esterno Takayoshi Noma, oggi mentre batte !

MVP del match: Aren Kuri (’91), lo starter dei Carp che oggi ben gestisce il line-up dei Giants non subendo nessuna valida fino alla fine del 5° inn. e solo al 6° viene colpito dagli avversari, ma quando i padroni di casa stavano già in netto vantaggio e avevano così le mani sul match. Team traghettato da lui quindi alle Nippon-Series.

Aggiornamento completo box-score:

R H E
Yomiuri 0 0 0 0 0 1 0 0 0 1 4 2
Hiroshima 0 2 1 0 2 0 0 0 X 5 5 1
WP : Kuri ( 1 – 0 )
LP : Imamura ( 0 – 1 )
Sv : Franzua ( 1S )
HR : [C] Maru ( 2, 3rd inn. off Imamura, 0 on )
Yomiuri
Hiroshima
AB H RBI BB HP SO
H.Sakamoto, SS 3 1 0 1 0 2
S.Tanaka, 2B 4 1 0 0 0 1
McGehee, 3B 3 1 1 1 0 0
Okamoto, LF 4 1 0 0 0 1
Abe, 1B 4 0 0 0 0 1
Chono, RF 4 0 0 0 0 1
Yoh, CF 1 0 0 1 0 0
Sawamura, P 0 0 0 0 0 0
Tsuji, PH 1 0 0 0 0 0
M.Yoshikawa, P 0 0 0 0 0 0
Guerrero, PH 1 0 0 0 0 1
Kobayashi, C 3 0 0 0 0 1
Imamura, P 1 0 0 0 0 1
Nogami, P 0 0 0 0 0 0
Nakagawa, P 0 0 0 0 0 0
Tateoka, CF 2 0 0 0 0 0
AB H RBI BB HP SO
Tanaka, SS 3 1 0 0 1 0
Kikuchi, 2B 2 0 0 0 0 0
Maru, CF 3 1 1 1 0 2
Suzuki, RF 2 0 0 2 0 0
Mejia, 1B 4 1 0 0 0 2
Uemoto, 3B 0 0 0 0 0 0
Noma, LF 4 1 1 0 0 1
Aizawa, C 4 0 0 0 0 2
Abe, 3B-1B 3 0 1 0 0 2
Kuri, P 2 0 0 0 0 0
Okada, P 0 0 0 0 0 0
Nishikawa, PH 1 1 0 0 0 0
Ichioka, P 0 0 0 0 0 0
Jackson, P 0 0 0 0 0 0
Franzua, P 0 0 0 0 0 0
IP BF H BB HB SO ER
Imamura, (L) 2 .2 13 3 1 1 1 3
Nogami 1 .1 5 0 0 0 2 0
Nakagawa 0 .1 3 1 1 0 0 0
Sawamura 1 .2 7 1 1 0 3 0
M.Yoshikawa 2 6 0 0 0 3 0
IP BF H BB HB SO ER
Kuri, (W) 5 .2 22 3 2 0 7 1
Okada, (H) 0 .1 1 0 0 0 0 0
Ichioka 1 3 0 0 0 0 0
Jackson 0 .2 4 1 1 0 1 0
Franzua, (S) 1 .1 4 0 0 0 1 0

 

Art. prec. St2g2 CLCS

 

 

 

WordPress Author Box
Filippo Coppola

Nato a Scafati (SA) nel febbraio del 1986, vive alle falde del Vesuvio, precisamente a Boscotrecase (NA). Laureato prima alla triennale e poi alla magistrale specialistica in Ingegneria Navale alla Federico II di Napoli, appassionato da molti anni al baseball. Passione cresciuta di anno in anno, soprattutto di quello dell'estremo Oriente, in particolare quello giapponese e campionati asiatici (oltre a quello nostrano e Americano MLB), che segue con assiduità. E' tifoso dei Cincinnati Reds della NL in MLB, team storico di questo sport e che segue da quando ho scoperto il baseball. Invece per i team asiatici, non ho alcuna preferenza in assoluto, essendo appassionato di tutti. Ha per come hobby la vela, lo sport in genere e seguire il calcio Napoli, inoltre preferisce analizzare dati statistici e i numeri del baseball, sport dipendente da quest'ultimi, e alla ricerca e scoperta della sabermetrica, ovvero l'analisi del baseball attraverso le statistiche.

Like us on Facebook
on Facebook
Filippo Coppola