Dominio assoluto di Boston che dopo la trionfale regular season conquista anche le World Series

Pubblicato il Ott 31 2018 - 4:35pm by Simone Bacio
E alla fine la squadra che ha dominato il campionato ha vinto il titolo. I vincitori delle World Series 2018 sono i Boston Red Sox, la squadra che stava per polverizzare record durante la stagione regolare. Sono partiti favoriti per tutta la Post Season e sono riusciti a mantenere le aspettative vincendo ben 11 partite sulle 14 giocate in questi Play Off.
Non era così scontata la loro vittoria da favoriti: se pensiamo che sono solo la 13ª squadra a vincere il titolo dopo aver ottenuto il miglior record in stagione regolare. Non era così scontata se pensiamo alla voglia di rivincita dei LA Dodgers dopo che avevano perso le World Series 2017 in Gara 7, e tornavano alle World Series dopo 30 anni dall’ultimo titolo portato in California.
Ma questi Red Sox si sono dimostrati superiori in tutti i reparti, guidati dal loro manager che da solo meriterebbe di vincere il titolo di Rookie of the Year, visto che è il primo anno che allena una squadra di Major League.
I Red Sox sono arrivati alle World Series dopo aver battuto gli Yankees 3-1 (Serie al meglio delle 5 partite) vincendo addirittura 2 partite allo Yankee Stadium. Per il titolo dell’American League hanno superato 4-1 i campioni uscenti, gli Huston Astros.
Gara 1, giocata a Boston, prometteva un duello stellare tra lanciatori partenti: Sale per i padroni di casa, Kershaw per gli ospiti. Ma le mazze di Boston sono subito pronte e al termine della 1ª ripresa sono già in vantaggio 2-0. Los Angeles prova a recuperare, ma non riescono mai a superare gli avversari. Siamo al 7° Inning quando le squadre sono ancora molto vicine, 5-4 per i Red Sox quando Nunez batte un Home Run sopra il Green Monster che vale 3 punti e fissa il punteggio sul 8-4 e porta in vantaggio Boston 1-0 nella Serie.
Gara 2, giocata sempre a Fenway Park, si rivela un’altra partita molto tesa e combattuta: di nuovo i Red Sox vanno in vantaggio al 2° Inning grazie al una valida di Kinsler, ma alla 4ª ripresa una Volata di Kemp e un Singolo di Puig portano in vantaggio i Dodgers per 2-1. Ma è al 5° che si decide la partita: con 2 Out e basi vuote Boston pareggia grazie a 2 Singoli e 2 Basi Ball consecutive, e grazie ad un altro singolo di J.D. Martinez il risultato si porta sul 4-2 per i Padroni di casa. Con i Dodgers che non riescono a reagire, battendo solo 3 valide in tuta la partita, la partita si chiude e la Serie va 2-0 per i Red Sox.
La Serie si sposta al Dodger Stadium e Gara 3 da sola entra nella storia delle MLB. I Dodgers vincono questa partita 3-2 grazie al Fuoricampo di Max Muncy alla 18ª ripresa. Per quanto riguarda una partita di baseball, diversi sono i record segnati da questa sigla partita: non è la prima volta che una partita si conclude al 18° Inning durante la Post Season, ma è la prima partita che succede alle World Series. Sono stati usati 18 lanciatori per un totale di 561 lanci. In totale sono stati schierati 46 giocatori per 118 turni alla battuta. Sono stati realizzati, in totale, 34 Strike Out. Il tutto in 7 ore e 20 minuti di partita, la più lunga partita di World Series mai giocata. La serie va sul 2-1 e i Dodgers riaccendono le speranze sul proprio campo amico.
Gara 4 sembra la partita della svolta per Los Angeles: Hill concede a Boston una sola valida per 6 riprese e provo al 6° Inning i padroni di casa segnano 4 punti grazie ad una battuta di Bellinger e al Fuoricampo di Puig da 3 punti. Sul 4 a 0 e con le mazze dei Red Sox che sembrano spente i Dodgers iniziano ad utilizzare il loro Bull Pen. Mossa che però non si rivela efficace visto che l’attacco di Boston si sveglia e produce 9 punti nelle ultime 3 riprese (3 al 7°, 1 all’8° e ben 5 al 9°). Il Fuoricampo di Hernandez al 9° Inning serve solo ad accorciare le distanze ma non evita la sconfitta. I Red Sox vincono 9-6 e la Serie si porta sul 3-1 per gli ospiti.
Gara 5 prevede nuovamente il duello stellare sul monte di lancio, Kershaw contro Sale per la partita decisiva: Boston vincerà il titolo oppure Los Angeles riuscirà ad allungare la serie e giocare per il titolo nuovamente a Fenway Park? La risposta l’abbiamo già al primo attacco dei Red Sox: Valida di Benintendi e Home Run di Pearce, 2-0 per gli ospiti. Il primo attacco dei Dodgers sembra promettere battaglia ed è Freese, da primo uomo del Line Up, che batte un Fuoricampo che dimezza il distacco. Ma questo è l’unico acuto delle mazze di Los Angeles. La partita finirà 5-1 grazie a 4 Fuoricampo di Boston e Los Angels che produrrà solamente 3 valide in tutta la partita. La serie di conclude sul 4-1 per I Red Sox che vengono così incoronato Campioni del Mondo per il 2018.
Boston vince il titolo numero 9 della propria storia. Vince 100 anni dopo le ultime World Series vinte prima della famosa Maledizione del Bambino, nata per la cessione di Babe Ruth agli odiati Yankees. Maledizione spezzata solo 86 anni dopo con il titolo del 2004. In questi ultimi anni i Red Sox hanno vinto 4 titoli (2004, 2007, 2013, 2018) e c’è già chi parla, forse con un po’ troppo anticipo, di Squadra del Secolo.
Dopo i festeggiamenti ci sarà la lunga stagione invernale che per tutti gli appassionati terminerà il prossimo 28 marzo con il play ball della nuova stagione di baseball.
WordPress Author Box
Simone Bacio

Milanese, nonostante la carta di identità reciti 1974 come anno di nascita sono ancora un giocatore di baseball, da più di 30 anni. Ancora mi diverto a battere la palla e difendere il sacchetto di Prima Base. Appassionato di sport sono un tifoso interista (poche grandi gioie e interminabili sofferenze). Amo la musica in generale con una preferenza per il rock e la grande passione per gli U2. Seguo da molto vicino la tecnologia e adoro perdermi nel mondo di Hyrule, giocando alla serie “La Leggenda di Zelda" Seguo da vicino il baseball americano grazie al tifo sfegatato per i Los Angeles Dodgers e alle 4 leghe di Fanta-baseball che ogni giorno (meglio dire notte) seguo.

3 Commenti Unisciti anche tu alla conversazione!

  1. Daitarn 1 novembre 2018 at 00:47 -

    Gran campionato dei Sox,veramente.Vabbe’,diciamoci la verita’,allo Yankees Stadium,in quella partita col vantaggio a doppia cifra,con quella miseria di pitchers che avevano a New York,la portava a casa anche Rotterdam mi sa…

  2. Troiani Giuseppe 1 novembre 2018 at 13:38 -

    Noooo Daitarn eliminare la “Juventus” d America è sempre una goduria immensa….

  3. Daitarn 2 novembre 2018 at 00:01 -

    Giuseppe,loro erano la Juve degli states,ora gli equilibri sono cambiati drasticamente,fior di lanciatori ,come Verlander,non ne vogliono sapere di andare a New York,e guarda che lo pagherebbero pure molto,non e’ piu’ trendy andare la’ evidentemente…