Conosciamo meglio gli olandesi L&D Amsterdam, i ceki Ostrava Arrows ed i belgi Deurne Spartans

Pubblicato il Giu 2 2019 - 4:07pm by SDrudi

L’ex Fortitudo Gilmer Lampe

L’UnipolSai Bologna capolista nel campionato italiano si appresta ad ospitare il grande evento dell’European Champions Cup 2019 sui diamanti dello Stadio Falchi e dello Stadio Bondi di Castenaso per una cinque giorni di gare ad alto contenuto spettacolare. La squadra felsinea del manager Frignani è stata inserita nella Pool B insieme agli olandesi dell’Amsterdam, i ceki degli Ostrava Arrows e i belgi degli Deurne Spartans. Sicuramente almeno sulla carta la formazione bolognese ha il favore del pronostico insieme al team orange per la qualificazione alle semifinali, ma ricordiamo sempre che in questa manifestazione più di una volta ci sono state delle sorprese basti pensare alla clamorosa sfida retrocessione dell’anno scorso tra Amsterdam e San Marino.

MARTEDI’ 4 GIUGNO. L’esordio dei padroni di casa sarà ovviamente allo Stadio Falchi in notturna (Bologna giocherà sempre alle 20.30) contro i vice-Campioni olandesi di Amsterdam. L&D Amsterdam si presenterà a questo appuntamento Europeo senza lo storico Manager Charles Urbanus che, dopo la fine della stagione scorsa ha deciso di ritirarsi insieme a suo figlio Nick che è stato uno dei più forti interni d’Europa in questi anni (anno sabbatico si dice in Olanda). Il neo manager Brian Finnegan dispone comunque di un roster di livello che può ambire ai massimi obiettivi seppur partendo sfavorito. Il leader offensivo dei Pirati olandesi è certamente l’ex Fortitudo Gilmer Lampe (.378 di avg più 27 Rbi in 26 gare) insieme al prima base Berkenbosch, l’esterno Richardson, l’utility player Henrique e Linoy Croes. Pitching staff rinnovato in casa Amsterdam dopo gli addii di Schel e Ward che hanno deciso di smettere. Al loro posto sono arrivati i rilievi Groen, Rifaele, Rietel e il closer Stuifbergen (6 salvezze Pgl 1.46). La rotazione dei partenti è senza alcun dubbio il punto di forza dei Pirati gialloneri visto che può disporre di tre grandi starter come Heijstek, Ploeger e il leggendario Cordemans (37.1 riprese lanciate Pgl 2.17 35 k) che ancora alla veneranda età di 45 anni suonati macina ancora record su record (record degli strike-out in Hoofdklasse superata quota 2000!) dimostrando di essere ancora oggi il pitcher europeo più forte di tutti i tempi.

MERCOLEDI’ 5 GIUGNO. Il secondo match del Girone B vedrà la Fortitudo opporsi ai Campioni della Repubblica Ceka gli Ostrava Arrows che hanno spodestato dal trono i connazionali dei Draci Brno (impegnati quest’anno in Ceb Cup). La formazione Ceka è attualmente prima in Extraliga (27v 3p) dimostrando un lineup esplosivo grazie al gran contributo dell’americano Joyce Terrell che sta battendo oltre .500 di media battuta (45 su 87 nel box lui). Altri battitori importanti del roster ceko sono Malik, Junec e Rubanowitz. La rotazione ridotta a disposizione dello staff tecnico degli Arrows può rappresentare un problema visto gli impegni ravvicinati di questo Torneo. Il miglior partente è il veterano Wesley Roemer che in carriera ha raggiunto il AAA Americano (6v 1p 63.2 ip Pgl 1.41 più 64 strike-out). Gli altri due partenti saranno Satoria e il neo acquisto Chris Burkholder (pitcher Australiano destro). I rilievi migliori sono Bokaj e Vykoukal.

GIOVEDI’ 6 GIUGNO. Il terzo ed ultimo impegno ad eliminazione per i padroni di casa del manager Frignani sulla carta è quello più scontato ed agevole visto che sfideranno i Campioni Belgi degli Deurne Spartans. Il team belga è senza alcun dubbio il più misterioso e meno conosciuto a questo livello (primo in classifica in patria 11v 3p). Guardando il loro roster si può notare che hanno diversi giocatori di chiara origine latina naturalizzati ragion per cui toccherà prestare comunque attenzione sul campo. In aggiunta hanno ben 5 giocatori venezuelani (ne potranno iscrivere solo 3 per regola) e ben due olandesi (Jonis e Lebacks). Presente anche l’interno ex Novara e Nettuno City Fernan Delgado. I due starter più quotati sono i due latini Alexis Marquez e Gerdel Nieto. Lo scorso 30 Maggio gli Spartans hanno giocato in Coppa di Belgio contro i Brasschaat Braves vincendo per 3-1 qualificandosi così alla fase finale.

Venerdì 7 si giocheranno tutte le semifinali sia del tabellone vincenti (prima e seconda qualificata dei 2 Gironi) che del tabellone perdenti (5°-6°posto). Sabato 8 verranno disputate le tre finali (Finalissima 1°-2° posto ore 20.30 allo Stadio Falchi) che determineranno la squadra retrocessa in CEB Cup e le due gare che decreteranno la classifica definitiva dei primi 4 posti dell’European Champions Cup 2019.

1 Commento Unisciti anche tu alla conversazione!

  1. Daitarn 2 giugno 2019 at 18:03 -

    Bravo Simone,il tuo articolo e’ molto dettagliato.Beh…che dire, se si vuole vincerla sta Champions occorre batterli tutti…Inizieremo subito affrontando Rob Cordemans..e vai cosi’!Credo che al di la’ di tutto faro’ un bell’applauso a Gilmer,sai mai che possa tornare…io non dimentico i grandi giocatori che hanno fatto vincere la Effe.Occhio anche ai ceki,mi pare che battano parecchio.