Come sarebbe oggi la MLB se i club avessero i loro nomi d’origine? Dai Seals San Francisco ai Boston Americans ecco le origini!

Pubblicato il Ott 18 2018 - 5:37pm by Pietro Striano

Ci siamo chiesti. Come apparirebbe oggi la MLB se i club usassero i loro nomi storici, ovvero i nomi di quando iniziarono la loro storia nel baseball. Prendete i Giants di San Francisco, sapete che si chiamavano Seals no? Quindi iniziamo dall’American League. Abbiamo tenuto conto anche dei nomi più famosi delle squadre, ad esempio per Denver abbiamo utilizzato Bears e per Arizona FireBirds. Buon divertimento.

 

Baltimore Orioles – Purtroppo trovare il logo di questa franchigia vecchia e potente è impresa ardua, pertanto ho trovato uno non recentissimo (credo gli 80’s). Definiti in un famoso libro come l’impero del male dal 1894 al 1896 vinsero tutto.

 

Boston Americans – Nel 1901 nacque quella che poi nel 1908 sarebbe diventata la squadra che conosciamo noi. Come Americans videro una squadra stellare (Cy Young) e vinsero con quel nome un titolo nel 1903

Sioux City Corn Huskers, ovvero i Chicago White Sox. Lo so, uno shock pazzesco, eppure questi erano i White Stockings delle origini con due titoli uno nel 1891 e uno nel 1894 la squadra successivamente verrà rilocata a Chicago. Ma tifosi sappiatelo. Voi venite da Sioux City.

 

Cleveland Naps – So che qualcuno mi dirà Spiders. Ma questo è un errore comune. Gli attuali Indians con gli Spiders condividono solo la città. Gli Spiders erano in NL, i Naps (da Nap Lajoie) erano in AL.

Detroit Tigers – Nessuna particolare sorpresa. I Tigers esistono dal 1901 e sono la squadra del mio giocatore preferito Ty Cobb. Quindi sempre nel mio cuore. Sempre.

 

Houston Buffaloes – Anche se la squadra Major è più famosa per il nome Colt 45’s. Le origini degli Astros sono legate a questo nome che vista la locazione geografica dell’epoca ha anche senso. Oggi avremmo in AL Finals un American vs Buffaloes, so che vi piace già!

 

Kansas City Blues – Kansas City resta sempre un casino, tra relocation e espansioni. Eppure, la squadra più famosa è quella dei Blues. Una squadra importantissima, pensate che i Blues del 1923 e del 1929 sono tra i 100 club più importanti di tutta la Minor League. Vinsero otto campionati, quando poi gli Athletics di Philadelphia giunsero a Kansas City i Blues furono rilocati a Denver.

 

Los Angeles Angels senza Anaheim. Dal 1903 in PCL fino al 1957, 11 titoli vinti li, quelli del 1934 unanimemente considerati la squadra più forte della storia della MiLB.

 

 

Minneapolis Millers – Dimentichiamo che sono esistiti anche loro. 10 titoli dagli anni 90′ del 1800. E dimentichiamo che ci hanno giocato personaggi del calibro di Ted Williams e Willie Mays. Tanto amore a quelli di Minneapolis mia terza squadra Major League dopo Astros e Padres.

Arriviamo a quella che aspettavate tutti…. New York, no aspé Baltimore Orioles? Ok. Gli Orioles del 1890 chiusero i battenti ma nel 1901 riaprirono bottega in American League, nel 1903 tuttavia cambiarono il nome in Highlanders e nel 1913 in Yankees. Quindi diciamo che lasciamoli Yankees per non creare casino, ma in teoria dovrebbero essere i Baltimore Orioles alla seconda.

Oakland Oaks – Dal 1903 al 1907 in una Classe A finirono sempre ultimi. Nel 1912 nacque l’Oakland Park. Hanno vinto poco anche nel periodo PCL, circa 5 titoli, prima di giungere alla gloria dei 70’s.

 

Su di loro qualcuno potrebbe storcere il naso del perché non utilizzi il nome Pilots, ma quello durò talmente poco che non ha proprio senso. I Seattle Rainiers invece ne hanno di più. Durati tantissimi anni, li ricordiamo nel periodo d’oro dei Portland Mavericks in North West League, ma anche tra i padri fondatori della Pacific Coast League nel 1903. 7 titoli all’attivo.

St. Petersburg Saints, autentica icona del baseball in Florida, nati nel 1920 hanno sempre militato nella Florida State League con 9 titoli. Ufficialmente da 1955 al 2000 senza mai muoversi. Eterna icona. Cambiamo il nome ai Rays.

 

Ed eccoli qua… è dall’inizio articolo che aspetto. Fort Worth Panthers ovvero i Texas Rangers, ovvero sono morto dentro. La storia è lunga è articolata, troverete questi signori all’interno del mio libro di prossima uscita. La fila degli Assassini erano chiamati, molto prima degli Yankees. La squadra dal mio punto di vista più grandiosa mai esistita. Stay connected.

 

Altri che attendevo al varco! I Toronto Maple Leafs, Avete letto bene. Una storia gigantesca. Bisogna rendere gloria a questa squadra che è stata la più grande canadese. Dal 1897 al 1965, in AAA, considerati una potenza, tutto esaurito quasi sempre. ben 5 squadre loro immortalate nel libro sui 100 club più forti della storia della Minor League. Amateli. I Blue Jays sono niente a confronto.

 

Termino segnandovi division per division come apparirebbe oggi l’American League.

EAST:

Boston Americans

New York Highlanders

St. Petersburg Saints

Toronto Maple Leafs

Baltimore Orioles

 

CENTRAL:

Cleveland Naps

Minneapolis Millers

Detroit Tigers

Sioux City Corn Huskers

Kansas City Blues

 

WEST:

Houston Buffoles

Oakland Oaks

Seattle Rainiers

Los Angeles Angels

Fort Worth Panthers

 

Mica male eh? Al prossimo la National League con i suoi due casi più complessi.

4 Commenti Unisciti anche tu alla conversazione!

  1. Stefano 18 ottobre 2018 at 18:14 -

    Complimenti Pietro, bell’articolo!

  2. max 19 ottobre 2018 at 13:58 -

    questi voli nella storia sono molto interessanti

  3. Daitarn 20 ottobre 2018 at 00:13 -

    Complimenti,anche per le foto vintage che sei riuscito a trovare!

  4. flavio orati 21 ottobre 2018 at 02:45 -

    davvero interessante ricerca…complimenti