Al via American League e National League con l’Opening Day tra St.Louis Cardinals e Chicago Cubs

Pubblicato il Apr 5 2015 - 3:32pm by Simone Bacio
Play Ball: finalmente si gioca. Il 5 Aprile inizia la stagione 2015 della Major League Baseball.
A Chicago le prime squadre a scendere in campo per una partita ufficiale saranno i St. Louis Cardinals ospiti dei Cubs. La partita avrà luogo nello storico Wrigley Field: nonostante sia stato aperto nel 1914, sarà la prima volta che questo stadio ospiterà la partita inaugurale.
Anche nel 2015 sono previste delle piccole modifiche al regolamento tecnico, utili soprattutto per velocizzare i tempi di una partita. La principale novità riguarda i tempi durante i cambi: la squadra che si dovrà schierare in difesa avrà 2’25” per effettuare il primo lancio (2’45” nel caso di una partita in diretta nazionale). Inoltre è stato richiesto una stretta osservanza di una regola che esiste da anni, ma che in poche volte è stata applicata: il battitore non potrà lasciare il suo box con entrambi i piedi, a meno che non sia stata effettuata una qualsiasi giocata difensiva. Anche in Italia è già stata inclusa questa regola nel regolamento tecnico.
Nel 2014 le principali novità del regolamento sono state l’introduzione dei replay per le azioni di gioco, e le nuove regole per gli arrivi a Casa Base.
Lasciando ora la veste di “secchione” dei regolamenti, cerchiamo di vestire i panni più appassionanti dei tifosi: quali sono le squadre più accreditate per la vittoria finale?
A questa domanda io naturalmente risponderei i LA Dodgers, ma sarebbe una risposta dettata dal cuore.
Vediamo invece, con una piccola analisi chi possono essere i veri protagonisti di questa stagione, presentati secondo la loro classifica 2014 (tra parentesi il record del 2014):
AMERICAN LEAGUE
LA Angels (98-64)
Con un roster che comprende nomi come Trout, Pujols, Hamilton, Wilson e Weaver hanno sicuramente la possibilità di puntare alle World Series anche per questa stagione
Baltimore Orioles (96-66)
Una squadra solida che viene da una brillante stagione 2014. Con il ritorno dagli infortuni di due elementi chiave come Wieters e Machado potranno sicuramente puntare a vincere nuovamente la loro East Division
Detroit Tigers (90-72)
Cabrera, Martinez, Verlander, Nathan sono nomi che non hanno bisogno di presentazioni. L’arrivo di David Price ha sicuramente rinforzato la loro rotazione dei lanciatori. La partenza di Scherzer e Cespedes non dovrebbe intaccare le loro possibilità di puntare alle World Series
Kansas City Royals (89-73)
Dopo essere stati a soli 27 metri dal pareggiare Gara 7 delle World Series lo scorso anno, i Royals sperano che con un lineup con Hosmer e Moustakas, con l’arrivo di Rios e Morales, e il loro bull pen stellare, possano ripetere l’impresa dello scorso anno
Oakland A’s (88-74)
Anche quest’anno la parte principale del roster è stata venduta e i nuovi arrivi dovranno dimostrare di essere nuovamente in grado di ripetere la scorsa stagione dove sono arrivati alla Wild Card, perdendo la prima partita della Post Season contro i Royals
Seattle Mariners (87-75)
Il 2014 sembrava l’anno giusto per centrare i play off che mancano dal 2001. Ci riproveranno quest’anno con un line up rinforzato dagli arrivi di Cruz, Smith, Ruggiano e Weeks. Ad una rotazione già interessante, l’aggiunta di Paxton e Walker aumentano sicuramente le possibilità di arrivare alla Post Season
Cleveland Indians (85-77)
Gli Indians si appoggiano soprattutto sull’esperienza di Floyd, Swisher e Bourn. Con Kluber sul monte e Brantley all’Esterno Centro come principali protagonisti puntano decisamente al primo posto nella loro Central Division
New York Yankees (84-78)
Gli Yankees sperano che quest’anno la loro rotazione non sia vittima degli stessi infortuni dello scorso anno, recuperando a tempo pieno Tanaka, Samathia e Pineda. E stanno investendo in forze fresche visto che il loro roster è pieno di giocatori OVER 30. Se riusciranno a prendere la giusta direzione potranno contendersi il titolo nella East Division
Toronto Blue Jays (83-79)
Bautista, Reyes, Encarnación, Buehrle, Dickey sono i nomi principali di questo roster. A cui si sono aggiunti Martin e Donaldson. Se tutti questi giocatori riescono ad unire bene le forze, sicuramente potremo vedere Toronto durante la prossima Post Season
Tampa Bay Rays (77-85)
Durante l’inverno i Rays hanno perso alcuni uomini fondamentali tra cui Price e il manager Joe Maddon. Il nuovo manager, Kevin Cash, dovrà essere bravo a rimettere insieme i pezzi di questa squadra per riuscire a completare un’annata da alta classifica
Chicago White Sox (73-89)
Probabilmente il miglior mercato invernale dell’American League con gli arrivi di Samardzija, Robertson, LaRoche, Cabrera e Duke che si aggiungono ad un roster davvero competitivo con  Sale, A. Ramirez e Abreu (Rookie of the Year 2014). Il loro obiettivo minimo è vincere la loro Central Division
Boston Red Sox (71-91)
L’arrivo di H. Ramirez e Sandoval per l’attacco e di Porcello, Miley e Masterson sul monte di lancio significa che Boston non ha intenzione di arrivare ultima nella division anche quest’anno; Piuttosto puntano a vincere la loro East Division
Huston Astros (70-92)
Risolti alcuni problemi finanziari gli Astros sono riusciti a fare qualche investimento e portare a Huston, Neshek e Gregerson per il monte di lancio e Rasmus, Lowrie, Gattis e Valbuena per il loro line up. Non stupiamoci se questa squadra dovesse essere la rivelazione del 2015
Minnesota Twins (70-92)
Dietro ai lanciatori Hughes e Nolasco c’è molto da lavorare. Hunter sembra il solo che possa dare la scossa al loro line up. I Twins sperano che i loro Top Prospects, Buxton il nome da tenere d’occhio, facciano una stagione sugli scudi
Texas Rangers (67-95)
Peggio del 2014 davvero non può andare con gli infortuni di Fielder, Choo, Moreland e Darvish (che sarà fuori anche per il 2015). Ma il rientro di questi giocatori e l’aggiunta di Gallardo e Detweiler fanno sperare ad una stagione decisamente diversa per i Rangers

NATIONAL LEAGUE
Washington Nationals (96-66)
I rientri dagli infortuni invernali di Werth e Span garantiscono solidità al loro lineup. L’aggiunta di un nome importante come quello di Scherzer dà profondità sul monte di lancio. Di sicuro il loro obbiettivo minimo è quello di arrivare alla Post Season… E competere per il titolo 2015
LA Dodgers (94-68)
I Dodgers hanno cambiato molto, sia in campo che fuori dal campo. Le partenze di Ramirez, Gordon e Kemp non preoccupano grazie alle acquisizioni di veterani come Rollins, Kendric e Grandal. In più LA spera che l’esplosione del Rookie Pederson completi un lineup davvero competitivo che punta anche quest’anno alle World Series
St. Louis Cardinals (94-68)
Gli arrivi di Heyward e del rilievo Walden si aggiungono ad un lineup sempre competitivo, che ruota attorno ai solidi partenti Wainwright, Wacha e Lynn. Anche i Cardinals possono puntare alle World Series 2015
Pittsbourgh Pirates (88-74)
I Pirates hanno costruito una squadra con Liriano e Burnett sul monte di lancio come uomini di spicco. Nel lineup Kang, Rodriguez, Hart, Alvarez e la stella McCutchen dovrebbero garantire un campionato al vertice che potrà portarli, finalmente, alla Post Season
San Francisco Giants (88-74)
I campioni in carica hanno scelto un mercato dal profilo basso: Lester, Sandoval e Morse sono partiti. Le conferme di Peavy, Vogelsong e Romo garantiscono una profondità al monte di lancio affiancando Bumgarner, e gli arrivi di Aoki e McGehee ricostruiscono il loro lineup. Anche gli anni scorsi arrivavano senza particolari pronostici vincenti, ma sono stati campioni per 3 volte negli ultimi 5 anni
Milwaukee Brewers (82-80)
I Brewers devono reagire dalla disastrosa seconda metà del scoro anno. L’aggiunta di Lind nel lineup dovrebbe dare una maggior potenza insieme a Braun; sperando che Lucroy ripeta la strepitosa stagione 2014 nel box di battuta. Se tutto torna a girare nel verso giusto i “birrai” potranno dire la loro per il titolo della Central Division
Atlanta Braves (79-83)
I Braves stanno davvero lavorando per il futuro: hanno lavorato molto in uscita, mentre gli arrivi di Markakis, Grilli, Gomes e del veterano Pierzynski sembrano indicare che Atlanta sta lavorando per ricostruire una squadra competitiva… per le prossime stagioni
New York Mets (79-83)
L’acquisto di Cuddyer e il ritorno di Harvey sul monte di lancio sono le principali novità per il 2015. New York inoltre si aspetta un ritorno a stagioni importanti da parte di Granderson e Wright. Se questi dettagli andranno tutti nella direzione giusta è possibile che i Mets possano puntare ad un’alta classifica nella East Division.
Miami Marlins (77-85)
L’importante investimento per Stanton e gli arrivi di Gordon, Latos, Haren, Prado e Morse e l’atteso ritorno di Fernandez sul monte di lancio mettono senza dubbio Miami in prima fila tra i contendenti per un posto da protagonisti nella Post Season
San Diego Padres (77-85)
Vincitori indiscussi del mercato invernale, con l’arrivo di Kemp, Upton, Myers, Norris e Middelbrooks i Padres sono andati a rinforzare l’anemico attacco dello scorso anno. Se poi aggiungiamo l’arrivo di Shields in una rotazione già ben funzionante, possiamo mettere San Diego tra le protagoniste assolute della Stagione 2015

Cincinnati Reds (76-86)
Cincinnati spera che l’arrivo di Byrd e un ritorno a stagioni importanti da parte di Votto, Bruce e Phillips possano aiutare Cueto e Cingrani a riportare ad un livello davvero competitivo i Reds e contendersi fino alla fine la vittoria della Central Division
Chicago Cubs (73-89)
Con l’arrivo di Lester, Montero, Fowler e il ritorno di Hammel stanno a significare che i Cubs vogliono tornare subito a vincere. E il fenomeno Bryant scalpita già per avere un ruolo da protagonista. E’ il momento giusto per tornare sul trono delle World Series dopo 107 anni?
Philadelphia Phillies (73-89)
I Phillies stanno ancora lavorando per una ricostruzione della squadra per i prossimi anni. I loro primo obiettivo è ancora quello di alleggerire il loro budget stupendi. Il 2015 non sembra ancora il momento per tornare sul trono della loro East Division
Colorado Rockies (66-96)
Anche i Rockies hanno lavorato più in uscita piuttosto che con nuovi arrivi. Colorado ha bisogno che i loro pilastri, Tulowitzki e Gonzales, non siano di nuovo vittime di lunghi infortuni. Attorno a loro Colorado può costruire una squadra che possa essere competitiva quest’anno… e nel prossimo futuro
Arizona Diamondbacks (64-98)
Con un rinnovato Leadership Team e gli acquisti di Hellickson, De La Rosa, Webster e Ray sul monte, e delle stagioni da protagonisti da parte di Goldschmidt e Trumbo, i D’Backs hanno voglia di lasciare l’ultimo posto del 2014 e tornare subito protagonisti della Regular Season
Questa è una breve panoramica delle 30 squadre MLB. Queste sono le idee che gli esperti americani hanno della stagione che è alle porte.
Ogni squadra giocherà 162 partite durante i prossimi 6 mesi, e naturalmente tutto potrà accadere. E come tutti gli appassionati seguiremo la nostra squadra del cuore nella speranza di vederla giocare ancora alle World Series di Ottobre.
Domani notte, alle 2 ora italiana, i Cubs lanceranno la prima palla. Domani notte per tutti gli appassionati di baseball finirà l’inverno e inizierà la stagione 2015.
WordPress Author Box
Simone Bacio

Milanese, nonostante la carta di identità reciti 1974 come anno di nascita sono ancora un giocatore di baseball, da più di 30 anni. Ancora mi diverto a battere la palla e difendere il sacchetto di Prima Base. Appassionato di sport sono un tifoso interista (poche grandi gioie e interminabili sofferenze). Amo la musica in generale con una preferenza per il rock e la grande passione per gli U2. Seguo da molto vicino la tecnologia e adoro perdermi nel mondo di Hyrule, giocando alla serie “La Leggenda di Zelda" Seguo da vicino il baseball americano grazie al tifo sfegatato per i Los Angeles Dodgers e alle 4 leghe di Fanta-baseball che ogni giorno (meglio dire notte) seguo.