ABL – Postseason al Via! Da domani wild-card tra Melbourne Aces e Canberra Cavalry!

Pubblicato il Gen 22 2019 - 11:48pm by Filippo Coppola

Australian Baseball League – Report

Terminata la Regular Season per questo campionato australiano notiamo che da domani inizierà la primissima fase dei play-off e andranno in scena per la sfida wild-card i Melbourne Aces e i Canberra Cavalry!
Da questa edizione il torneo oceanico invernale ha avuto un’espansione di due team, passando quindi dalle classiche sei squadre già conosciute in Australia (oltre le due già citate vi sono i Brisbane Bandits, Sydney Blue Sox, Perth Heat e Adelaide Bite) alle otto odierne, suddividendo il campionato in due Division, ossia la Northwest League e la Southwest League.
I due team aggiunti sono gli Auckland Tuatara, provenienti dalla vicina Nuova Zelanda e Geelong-Korea, squadra formata da tutti giovani giocatori sudcoreani e qualche esperto che hanno avuto come base la città portuale di Geelong in Australia.

Ecco le classifiche di fine RS al 22/01/2019:

Il regolamento indica che le prime tre in ordine di W% tra le due Leghe accedono di diritto alla sfida di semifinale, mentre la quarta che giocherà deve uscire tra la sfida a gara unica (wild-card) tra la quarta e la quinta classificata, sempre considerando la classifica totale e si giocherà in casa degli Aces al Melbourne Ballpark. Di fatto i Brisbane Bandits terminano al primo posto nella generale, anche se con lo stesso numero di vittorie dei Sydney Blue Sox e quindi affronteranno la vincente della wild-card, mentre l’altra semifinale sarà giocata tra i Perth Heat e i Blue Sox. Le nuove squadre si nota che hanno terminato la stagione all’ultimo posto nelle rispettive Leghe e l’unica squadra australiana a finire sotto quota .500 sono stati gli Adelaide Bite.
Campionato che ha visto molte aperture per questa edizione, oltre l’espansione di due team, infatti ha partecipato l’italiano Alessandro Maestri e alcuni giapponesi, ben conosciuti in NPB.
Spicca molto bene il romagnolo dal monte di lancio, dove ha giocato per i Blue Sox e per lui è un ritorno in ABL, dopo aver giocato in questo campionato prima di approdare in Giappone, lanciando per i Bandits per la stagione 2011-12, totalizzando 4-4, 3.25, 1 CG, 1 SV, 63.2 IP, 53 K, 24 BB e WHIP 1.16. Quindi un ritorno in Oceania per Maestri e dopo ben sette anni risulta uno dei migliori pitcher visti in questa RS, dove coi suoi Blue Sox ha registrato: 5-4, 2.93, 58.1 IP, 78 K, 18 BB e WHIP 1.20, diventando il re degli strike-out nell’apposita classifica dei lanciatori. Guiderà quindi senza dubbio i Blue Sox per i play-off e vedremo dove arriverà con questo team ben agguerrito.
Entra anche nella top ten dei partenti di questo torneo australiano e termina al 9° posto per ERA e davanti a lui spiccano il giapponese Shota Imanaga dei BayStars in NPB che registra con la casacca dei Canberra Cavalry 4-0, ERA 0.51, 35.0 IP, 57 K, 1 BB e WHIP 0.43, Markus Solbach dei Bite (5-3, 1.10, 1 CG, 65.1 IP, 74 K, 13 BB e WHIP 0.83), Craig Anderson dei Blue Sox (2-1, 2.25, 1 CG, 40.0 IP, 30 K, 11 BB, WHIP 1.20), Josh Guyer dei Blue Sox (7-1, 2.60, 55.1 IP, 54 K, 10 BB, WHIP 1.17), Daniel Schmidt degli Heat (2-0, 2.81, 32.0 IP, 21 K, 6 BB e WHIP 1.16), Dushan Ruzic degli Aces (5-1, 2.82, 51.0 IP, 46 K, 17 BB e WHIP 1.29), Tim Atherton dei Bandits (7-0, 2.87, 1 CG, 59.2 IP, 67 K, 11 BB e WHIP 0.97) e Steven Kent dei Cavalry (7-1, 2.90, 62.0 IP, 76 K, 13 BB e WHIP 0.97).
Molto bene quindi Maestri risultare primo per i K lanciati e ha concesso abbastanza poco agli avversari, mantenendosi saldo tra i primi della ABL per l’intera RS.
Sempre tra i lanciatori figurano come miglior closer l’australiano Todd Van Steensel dei Blue Sox che ha firmato ben 10 salvezze (1-2, 4.50, 25 K), distaccando di quattro salvezze il duo Ryan Chaffee (1-2, 3.71, 46 K) dei Bite e il nipponico Tomoya Mikami (1-1, 1.23, 20 K) dei Cavarly, dove anche Mikami lancia in NPB per gli Yokohama DeNA BayStars.

Passando ai battitori risulta molto prolifico Michael Fransoso dei Cavalry che termina la RS con AVG .430 (43/100), poi il sudafricano Gift Ngoepe dei Blue Sox con .379 (50/132), Mikey Reynolds dei Bite con .366 (37/101), Robbie Glendinning degli Heat con .364 (36/99), Dwayne Kemp dei Blue Sox con .348 (55/158), Michael Campbell dei Blue Sox con .339 (43/127) e D.J Burt degli Aces con .338 (45/133) assieme a Tim Kennelly degli Heat (54/160), con Kemp che spicca come il battitori che ha battuto più valide in RS. Passando agli slugger figura T.J. Bennett dei Bandits con 13 HR e 39 rbi (.303), Zach Wilson dei Cavalry con 12 HR e 30 rbi (.331) e con 10 fuoricampo Andrew Campbell dei Bandits (34 rbi e .310), Tristan Gray degli Heat (41 rbi, leader e .321) e Luke Hughes degli Aces (34 rbi e .309).

Nel gruppo dei giapponesi invece abbiamo già scritto dei due dei BayStars, Imanaga e Mikami, pitcher importanti in CL e che hanno ben giocato in questo campionato, coi due che hanno subito pochissimo. Imanaga che termina con non tanti inning ma con poco più di mezzo punto subito di ERA e Mikami che ritorna a trovare salvezze.
Imanaga che lancia da tre stagioni in NPB (23-27, 4 CG, 2 SHO, 368.0 IP, 356 K, 128 BB e WHIP 1.25) e proviene da un 2018 dove ha sofferto molto più del dovuto, dopo aver fatto ben vedere nel 2017, mentre Mikami è dal 2014 che lancia per i BayStars e da rookie firmò 21 salvezze. Ne ha 23 in totale in NPB e in prevalenza lancia da rilievo in CL dove ha trovato 110 holds, 192 K in 253.2 IP, ERA 2.98 e WHIP 1.22.
Dai BayStars ai Cavalry sono arrivati altri due giocatori, il pitcher Yuki Kuniyoshi e il giovane esterno Koki Aoyagi, con Kuniyoshi che ha registrato 1-3, 4.39, 26.2 IP, 29 K, 9 BB e WHIP 1.31, mentre il secondo ha battuto .155 (15/97) e ancora deve esordire in NPB fin qui. Kuniyoshi milita per il team di Yokohama da otto stagioni e negli ultimi campionato ha lanciato molto poco a seguito di alcuni infortuni e solo nel 2012 ha superato i cento inning (112.2), anno in cui firmò anche una SHO.
Per gli Aces provenienza Saitama Seibu Lions vi è il lanciatore ex Yomiuri Giants Hayato Takagi, che ha registrato per il team di Melbourne: 3-1, 3.34, 1 CG, 29.2 IP, 19 K, 12 BB e WHIP 1.25 e proviene da poche gare lanciate nelle ultime due stagioni. Di fatto in quattro campionati NPB ha totalizzato: 16-23, 1 SHO, 327.2 IP, 247 K, 99 BB e WHIP 1.25.
Invece la squadra neozelandese ha avuto tra i propri lanciatori ben cinque giapponesi, come Yuki Harada (3-2, 5.28, 29.0 IP, 24 K, 12 BB e WHIP 1.38) che gioca nel campionato indipendente dell’isola di Shikoku per i Kagawa Olive Guyners, Tomohito Sakai (1-1, 3.27, 11.0 IP, 16 K, 4 BB e WHIP 1.18) che gioca in NPB per i Chiba Lotte Marines che in due stagioni regolari ha totalizzato in Giappone 7-7, 2 CG, 158.1 IP, 103 K, 55 BB, ERA 4.43 e WHIP 1.40, il giovane rookie promettente Atsuki Taneichi (0-3, 4.56, 25.2 IP, 29 K, 10 BB e WHIP 1.36) che proviene anch’esso dai Chiba Lotte Marines che al suo primo anno in NPB nel 2018 ha registrato: 0-4, 1 CG, 38.1 IP, 28 K, 13 BB, ERA 6.10 e WHIP 1.43, Ryota Okumoto (0-0, 5.79, 4.2 IP, 6 K, 4 BB e WHIP 1.07) e Taki Tashiro (0-0, 3.72, 1 SV, 9.2 IP, 3 K, 3 BB e WHIP 1.55). Assieme a Taneichi vi è anche un altro rookie NPB come lanciatore, ossia Hiromasa Saito dei Lions che ha giocato in questo torneo per gli Aces, dimostrando ottima qualità e per la squadra di Melbourne ha totalizzato: 1-0, 0.00, 1 SV, 16.1 IP, 21 K, 6 BB e WHIP 0.73, mentre per la sua prima stagione in Giappone aveva registrato 1-3, 1 holds, 16.2 IP, 10 K, 13 BB e ERA 7.02, dove sicuramente migliorerà i suoi numeri.
Tra i rilievi vi sono anche Shogo Nakashima dei Blue Sox che proviene dal campionato olandese dove gioca coi De Glaskoning Twins e dal 2016-17 aveva lanciato in NPB coi Tokyo Yakult Swallows e in questo ruolo con il team di Maestri ha registrato: 1-0, 2.45, 14.2 IP, 14 K, 3 BB e WHIP 1.16 e Ryo Takeuchi per i Bite che ha totalizzato: 1-0, 3.31, 16.1 IP, 19 K, 4 BB e WHIP 1.29 e Takeuchi proviene dal campionato indipendente giapponese dell’Industrial League per la Honda. Sempre per i Bite figura come pitcher Yoshihiro Tamura (1-1, 2.00, 9.0 IP, 11 K, 2 BB e WHIP 1.00) e Hirotaka Tochiya (2-0, 11.25, 8.0 IP, 9 K, 5 BB e WHIP 2.25).
Tra i giapponesi vi sono anche alcuni battitori oltre il già citato Aoyagi, che giocano sempre per il team neozelandese, ossia Taiga Hirasawa proveniente dai Marines (3 campionati NPB con 90 hits, 6 HR, 38 rbi, AVG .197) e ha battuto in ABL con AVG .167 (5/30), inoltre i giovani Yuuki Takahashi (3/4) e Taka Kaneko (0/5).

WordPress Author Box
Filippo Coppola

Vive alle falde del Vesuvio, a Boscotrecase (NA), laureato in Ing. Navale alla Federico II di Napoli è appassionato da tanti anni al grande gioco del baseball. Passione cresciuta di anno in anno, soprattutto di quello dell'estremo Oriente e in particolare quello giapponese e campionati asiatici (oltre a quello nostrano e Americano MLB), che segue con assiduità. E' tifoso dei Cincinnati Reds della NL in MLB, team storico di questo sport e che segue da quando ha scoperto il baseball. Invece per i team asiatici, non ha alcuna preferenza in assoluto, essendo appassionato di tutti. Primo in Europa a scrivere del baseball giapponese, coreano e taiwanese, direttamente da siti specializzati di quei paesi. Ha aperto la coach-convention del 2016 della FIBS a Roma, presentando il baseball del Giappone, descrivendo storia e particolarità dello "yakyu". Ha per come hobby la vela, lo sport in genere e seguire il calcio Napoli, inoltre preferisce analizzare dati statistici e i numeri del baseball, sport dipendente da quest'ultimi, e alla ricerca e scoperta della sabermetrica, ovvero l'analisi del baseball attraverso le statistiche.

Like us on Facebook
on Facebook
Filippo Coppola