Torneo di Primavera a Lodi, vince il Porta Mortara

Pubblicato il Mar 25 2019 - 10:52pm by Fabrizio Gatti

Alessandro Terzini

Ci stanno bene due parole sullo sponsor di questo triangolare sui sette inning, che si è chiuso alla Faustina di Lodi domenica 24 marzo 2019 e vinto meritatamente dal Porta Mortara sugli Old Rags per 6 a 4, ma foraggiato dalla ditta R.A. IND. ruote industriali. Grazie dunque a chi, anche in questo periodo di magra, favorisce qualche pomeriggio extra di baseball prima dell’inizio della stagione di Serie C, il prossimo 7 aprile a Saronno.

Dopo la partita inaugurale di sabato 23 ( Old Rags – Rho 15-12 ) oggi mancano un sacco di persone nel roster gialloverde e i rincalzi gioiscono sperando di sfruttare l’occasione. Il manager Blanchetti schiera in line up: Terzini (2B), Anelli (C), Colon (3B), Garrido (SS), Meazza (DH), Mascherpa (ES), Contardi (EC), Curti (1B), Ferrari (ED). Sul monte dei lodigiani sale l’esperto Nodari, che parte bene, tanto che alla fine del terzo inning gli Olds sono in vantaggio 4-0, ma poi viene travolto dalle valide che fruttano al Porta Mortara sei punti tra il quarto e il quinto inning.

E’ il sorpasso degli ospiti che manterranno fino alla fine il vantaggio ottenuto e chiuderanno 6 a 4.

Sintetizzata così sembrerebbe una sconfitta da leccarsi le ferite, mentre invece lodigiani e novaresi hanno dato vita ad una gara a tratti molto interessante, con belle giocate da entrambe le parti, mostrando un baseball divertente e pieno di spirito. A fronte delle 9 valide complessive degli ospiti, gli Old Rags ne battono solo 5 (per il diciassettenne Terzini un singolo e un doppio!), il quindicenne esordiente Ferrari il suo primo valido, il nuovo arrivato, il dominicano Garrido un bel singolo che permette ad Anelli, di scivolare teatralmente a casa base per il secondo punto gialloverde.

Angel Colon, idolo locale che lo scorso campionato ha realizzato un “cycle” a Bovisio, in difesa spedisce dalla terza alla prima un paio di missili al fulmicotone, in attacco tenta senza risultato di rubare il piatto già al primo inning; gli va meglio al 3° con uno spettacolare “furto”, sfruttando l’unico errore difensivo degli avversari. Bene in difesa anche il “gemello” Garrido autore di tre assistenze in prima e due prese al volo non facili, bene Alessandrino Terzini, che sarà sostituito nel ruolo dal promettente figlio d’arte Edo Cornelli, poi colto rubando tra la prima e la seconda, dopo il suo esordio di battuta tra i “grandi”.  Sull’altro estremo generazionale Oscar Meazza, serio e puntiglioso, anche oggi ha smazzato la sua bella validina. Invece capitan Contardi, che in difesa agguanta un paio di campanili, in attacco non riesce a raggiungere la prima base, mostrando molte difficoltà in battuta in questo inizio di stagione. Nessun valido negli ultimi otto turni sono un bel handicap per un giocatore molto continuo.

Con i limiti, dunque dei lodigiani, vengono in superficie i pregi dei novaresi ospiti, compatti e dotati di ricambi continui sul monte.

Mi preme complimentare Richard Macias Rodrigues, manager dei blu novaresi per le parole che ha riservato al baseball: “il gioco deve divertire, bisogna giocare con l’anima e trasmettere questa sensazione al pubblico. Solo così il baseball potrà conquistare nuovi spettatori”.

WordPress Author Box
Fabrizio Gatti

Eterno ragazzo, per tutti gli anni settanta ha giocato a baseball come pitcher nella squadra di Cremona - sua città natale - ricoprendo anche incarichi tecnici e direttivi. Con gli Old Rags di Lodi dal 2014, ne è dirigente accompagnatore, perfettamente integrato con lo spirito della società, per la quale ha scritto l’inno “Old Rags song”, in video su Youtube. Esperto di Comunicazione, lavora per una importante casa editrice. E’ soprannominato “Gatto” (e ci tiene).