SerieC, Marelli e Meazza trascinano gli Old Rags Lodi a Seveso

Pubblicato il Lug 20 2020 - 6:45pm by Fabrizio Gatti

Federico Marelli

In una calda domenica di luglio, e precisamente il 19 dell’anno 2020, gli Old Rags affrontano una rivale tradizionale come i CABS di Seveso, molti giocatori si conoscono bene per le numerose sfide intercorse negli anni ed i giovani, di cui entrambe le squadre sono ben farcite, hanno incrociato mazze e guantoni in qualche rappresentativa.  C’è voglia di giocare, di mettere in bellavista i propri talenti, di divertirsi con il baseball. Così gli Olds di Lodi si presentano con questo Line Up: Terzini (2B), Marelli (3B), Meazza (ED), Montanari (DH), Dossena (C), Contardi (EC), Maglio (1B), Boffelli (SS), Ferrari D. (ED) e sul monte Mirko Nodari.

Con questi uomini i gialloverdi battono subito e praticamente con continuità, rimanendo sempre in vantaggio nell’arco della partita, eppure senza mai graffiare, senza mai dare l’impressione di poter spingere sull’acceleratore, tanto che alle fine del 4° inning, al primo cambio dei lanciatori, sono in vantaggio di un solo punto (6-5) e con la partita sicuramente in buon equilibrio. Sul monte locale è salito Marco Aquilani, una vera “istituzione” della squadra, che poi concluderà in seconda base, non senza prima aver pure battuto un bel Valido al rilievo lodigiano Montanari. Così fino al 6° quando la partita cambia per il calo del Seveso che consente 5 carreras agli ospiti. Una saga degli errori da entrambe le parti vede nell’inning successivo i Cabs farsi ancora sotto, prima della resa finale, che va obbiettivamente riconosciuta alla mancanza di rilievi per i blu brianzoli. Alla fine saranno ben 6 i lanciatori sevesini impiegati, non tutti di impostazione tradizionale.

La partita volge al bello definitivamente per gli Old Rags solo negli ultimi due inning, quando ormai è chiaro che i Cabs non hanno più nessuno da mettere sul monte e si affidano a volonterosi interni, tra cui, peraltro brilla il giovane Lorenzo Ponzoni, anche efficacissimo interbase dal braccio al fulmicotone. Finisce proprio così, senza possibili altri sussulti, una partita vinta dagli Old Rags per sfinimento degli avversari più che per meriti propri.

Tuttavia vediamoli questi “numeri”: 12 valide dei gialloverdi contro 11 singoli e 2 doppi per il Seveso, con le cifre che parlano chiarissimo sulla qualità del gioco oggi in campo. Lo scorer riconosce poi 4 errori ai Cabs e 2 agli Old Rags, ma così ad occhio io avrei pensato a numeri più alti per entrambi, ricordando ancora che non sono stati gli errori ad essere determinanti.

Federico Marelli, quindicenne lodigiano assai promettente, ripete la bella prova di domenica scorsa battendo come allora due valide (con 2 rbi) ed entrando con personalità nel gioco, eccedendo appena appena – vista l’età – in energia, spedendo assistenze missilistiche in prima base, chiudendo vigorosamente una trappola tra la seconda e la terza al settimo inning, ma facendosi trovare un po’ svagato sulle basi e commettendo un errore di ruolo. Si tratta sicuramente un prospetto interessante!

Più concreto, e anche qui c’entra l’età .. però nel senso opposto, Oscar Meazza finalizza 3 valide e due rbi in sette turni d’attacco, e rispedendo in diamante (da esterno) palline alla ricerca di qualche eliminazione audace.

Giorgio Montanari continua nella sua serie positiva, tra DH (2 su 4) e monte di lancio dove giganteggia fino all’ottavo inning, sostituendo benissimo Nodari sceso troppo presto. Ancora una volta mostra la sua tempra d’acciaio quando riceve su una coscia una “linea” paurosamente bassa. Poche cure e il nostro Iron Man è ancora sul monte a insegnare baseball. Verrà sostituito al 9° da Marcello Gremi, che ne lascerà due al piatto come closer.

Dossena  mostra talento ed ingenuità con la stessa facilità ma oggi batte un solo Valido.

Capitan Contardi riprende il suo posto naturale in mezzo ai Jardineros, da dove dirige il gioco degli esterni. Oggi per lui una buon bottino in battuta, con 2 valide e 2 rbi in tre turni utili, e la soddisfazione di correrne a casa due personali.

Per Marco Maglio, pilastro della squadra in tutti i sensi (visti i quasi due metri d’altezza), una buonissima gara difensiva sul sacchetto di prima e un nulla da segnalare in battuta, se non una torsione con scivolata durante uno swing piuttosto sfasato e un bel colpito addosso nel lancio successivo. Ma anche in questo è un gigante, ci fa sopra una risata.

Federico Boffelli è il promettente e giovane interbase degli Olds. Il suo valido odierno è un bunt di una chiarezza tale da bloccare in fotografia gli avversari che lo guardano filare velocissimo verso la prima senza organizzare un da farsi efficace.

Nota di plauso anche per Guglielmo Carsana, che esordisce in campionato con un bel valido, mostrando una potenza di cui la squadra mostra di aver bisogno.

Di Terzini va segnalato un sac-fly che frutta un punto al sesto inning.

La conclusione che questo redattore consegna alla cronaca è però meno colorata delle singole pagelline. Come ha riconosciuto anche lo Staff Tecnico, oggi sono stati i Cabs a perdere, ma non per differenza tecnica (tutt’altro e basta guardare il numero delle valide) quanto per quel monte di lancio troppo sguarnito. Non sarà dunque un Campionato facile per i lodigiani – sono così lontani gli anni in cui inanellavano vittorie ineccepibili – perché depotenziati in battuta dopo la partenza dei due dominicani, perché l’innesto dei giovani – pur promettenti – richiede sempre un assestamento, e perché, come richiede il coach Carini “occorre giocare con la testa oltre che con il braccio e le gambe”. Sarà proprio su questo punto che si concentrerà la squadra per preparare la trasferta di Bergamo, un’illustre sconosciuta, che proprio per questo non va né presa sottogamba né sottovalutata.

 

OLDRAGS   1—4—0—1—0—5—0—1—3  tot  15

SEVESO       0—2—0—3—0—0—2—0—0  tot   7

 

Valide:   Old Rags 12 – Cabs 13 con due doppi

Errori ufficiali:   Olds 2 – Cabs 4

WordPress Author Box
Fabrizio Gatti

Eterno ragazzo, per tutti gli anni settanta ha giocato a baseball come pitcher nella squadra di Cremona - sua città natale - ricoprendo anche incarichi tecnici e direttivi. Con gli Old Rags di Lodi dal 2014, ne è dirigente accompagnatore, perfettamente integrato con lo spirito della società, per la quale ha scritto l’inno “Old Rags song”, in video su Youtube. Esperto di Comunicazione, lavora per una importante casa editrice. E’ soprannominato “Gatto” (e ci tiene).