Ronchi dei Legionari, un tricolore frutto della programmazione!

Pubblicato il Ott 5 2018 - 3:57pm by Redazione Baseballmania

Grazie Ragazzi !

Sono passati 2 anni dal settembre 2016, nella sempre splendida location di Modena la formazione Cadetti dei New Black Panthers di Ronchi dei Legionari si aggiudicava lo scudetto di categoria, e festeggiava lo storico triplete per lo stesso gruppo già vincitore dello scudetto Ragazzi nel 2012 e dello scudetto Allievi nel 2016.

IL 30 settembre 2018, gli stessi ragazzi sono risaliti in furgone, destinazione Modena, per aggiudicarsi l’ennesimo titolo nazionale di categoria: Campioni d’Italia Under 18 ! Poker. La parola agli statistici del gioco per ritrovare un’impresa simile.

La cosa è grossa, si è completato un ciclo sportivo di altissimo profilo per un gruppo di giocatori che, assieme, ha conquistato lo scudetto in 4 diverse categorie nel corso di 7 anni.

Un titolo che premia il grande lavoro dei tecnici Santin, Carlet, Mineo e Furios, e i giovani sempre al centro di un progetto societario portato avanti con caparbietà dal Direttore Sportivo Berini , una linea sostenuta con forza dal presidente Besio.

La gioia per l’impresa sportiva, ripetiamo eccezionale, si unisce alla commozione di atleti, tecnici e di tutte le persone legate a questo bel gruppo, in primis ovviamente i genitori perché a fine partita non è stata celebrata solo una splendida vittoria, per la generazione 2000 è arrivato il momento degli abbracci, delle lacrime e delle pacche sulle spalle: consapevoli che sarebbe stata l’ultima volta tutti assieme, è stata un’ultima recita da grandi protagonisti. Tutti assieme, tutti gregari, tutti protagonisti: lo scudetto 2016 è stato vinto all’ultima palla, lo scudetto 2018 è stato vinto alla prima giocata, tanta era  la determinazione di questi ragazzi.

E’ stato un viaggio sin qui bellissimo, abbiamo ripassato assieme la geografia dell’Italia che gioca a baseball, partendo dal lontano Nord Est, abbiamo bevuto vino (molto) a Bologna, a Rovigo, a Vicenza, abbiamo mangiato salame, gnocco fritto, tigelle, a Verona, a Parma, a Modena, abbiamo bevuto prosecco a Castelfranco, siamo stati ai Tornei delle Regioni nel Lazio, in Emilia, in Veneto, in Piemonte, siamo stati a Sala Baganza, e abbiamo vinto, siamo stati al 2 Torri, siamo stati ai Mundial Hit, agli Europei, ai Mondiali U18, abbiamo mangiato la granita in spiaggia a Nettuno, abbiamo vinto e abbiamo perso con tutte le squadre della nostra regione, e con Rovigo, Bollate, Junior Rimini, Crocetta Parma, Bolzano BC, Nettuno Academy, Fortitudo Bologna, Athletics Bologna, Palladio Vicenza, San Martino Buonalbergo (VR), Livorno, Falcons Torre Pedrera, Codogno (MI), Ares Milano, Oltretorrente , Avigliana, Grizzlies Torino, Bollate (MI), Ponzano Veneto, e tante altre … abbiamo consumato pneumatici e ferie, abbiamo dimenticato casacche  e scarpe negli spogliatoi di mezza Italia.

Tutti questi ragazzi vanno ringraziati perché hanno fatto propri i valori autentici e genuini dello sport: lealtà, rispetto, tenacia, perseveranza; hanno festeggiato compleanni,  hanno vinto, hanno perso, sempre assieme, un gruppo fuori e dentro dal campo,  hanno iniziato alle elementari, ora escono in automobile.

Ma se la generazione 2000 saluta le categorie giovanili, il settore giovanile di Ronchi continua con la stessa voglia: già presenti a Modena atleti del 2001 e 2002, si sono affacciati alla categoria superiore alcuni 2003; a Ronchi una nidiata di 2004 sta lavorando duramente per tenere alto il blasone della società.

E’ venuto il momento di ringraziare tutti i tecnici e dirigenti accompagnatori che negli anni si sono avvicendati, che si sono arrabbiati , che hanno gioito con questi ragazzi: Braida Flavio, Bratovich Giada, Carlet Sandro, Carraro Renato, Cobaldi Sabrina, Da Re Mario, Del Prete Ugo, Fontanot Denis, Furios Daniele, Furlani Alberto, Marussi Franco, Mineo Diego, Pasqualini Alessandro, Pilutti Michele, Santin Fabio, Stabile Alessandro, Zanetti Deborah.

E’ venuto il momento di stringere la mano ai ragazzi che hanno portato a termine l’impresa: Bertossi Riccardo, Da Re Giulio, Furlani Luca, Furlani Marco, Nolli Giacomo, Pasqualini Riccardo, Pilutti Massimo, Pizzolini Marco, Stabile Pietro, Stabile Mario, Galante Martin, Nunin Stefano, Samsa Andrea, Di Monte Daniele, Nick Smith. Grazie a Nicholas e Luca e Gabriele e Davide. C’eravate.

E’ venuto il momento di augurarci che queste imprese siano di stimolo per tanti altri ragazzi, che si possa continuare a popolare i diamanti di Ronchi, della Venezia Giulia e del Friuli  e che sia incentivata la pratica di uno sport “minore” forse nella visibilità ma di primo piano per i valori sui quali è fondato.

E’ venuto il momento di ringraziare tutte le persone, e sono tante, che hanno lavorato dietro le quinte, in silenzio, che hanno cucinato, telefonato, scritto, organizzato, guidato .. questi risultati sono anche loro.

E’ venuto il momento di ringraziare tutti i ragazzi  e ragazze che c’erano negli altri scudetti, questo titolo è anche loro.

In bocca al lupo, il viaggio continua.