Conosciamo meglio il New Bollate Softball

Pubblicato il Apr 29 2021 - 5:40pm by Massimo Moretti

Nel prossimo campionato di SerieA1 che sta per prendere il via farà il suo esordio, la squadra Iacomes New Bollate, società della famiglia Bollate 1969 detentrice dello scudetto. La giovane compagine lombarda punta tutto sulla crescita delle sue giovani atlete, e lo scorso campionato di SerieA2 ha saputo conquistare una promozione nella serie maggiore che premia il lavoro svolto in questi anni.

Daniela Soldi

Il manager di questa giovane squadra è Daniela Soldi, a cui rivolgiamo alcune domande

Essere la manager di una formazione di atlete giovani, cosa comporta tanto entusiasmo e tanta inesperienza?

Essere manager di una squadra così giovane è una grande responsabilità, pensiamo che nè fanno parte ragazze classe 2005/2006, oltre alla formazione dell’aspetto tecnico, reso difficile dallo stop dovuto alla pandemia, si ha la responsabilità di formare caratterialmente queste giovani atlete, molto provate da questo ultimo anno di chiusura di relazioni sociali, però il lavoro è facilitato dal loro entusiasmo e dalla loro voglia di imparare e mettersi in gioco.

Sicuramente l’inesperienza che ha una squadra così giovane si sentirà in questo campionato che sarà per noi tutto in salita, ed è anche mio dovere tutelarle, il mio obiettivo è quello di portarle alla fine del campionato con un buon bagaglio di esperienza.”

Cosa ti aspetti dalla tua squadra in questo campionato, e cosa chiederai a loro prima del play ball?

“Dalla mia squadra mi aspetto che mettano in pratica tutto quello che hanno imparato in questi ultimi anni, lavorano tantissimo, fanno molti sacrifici e questo mi fa ben sperare!tutto questo è possibile grazie ad uno staff fantastico!

Al play ball dirò loro che non hanno nulla da perdere, che si sono guadagnate questo campionato di massima serie e di giocare con grinta e determinazione, ma serenamente, io dico sempre loro di non dimenticarsi mai che questo è un gioco, anzi il più bel gioco del mondo!”

Come giudichi lo stato di salute del softball italiano, oltre i successi di questi ultimi anni?

“Direi che c’è stata una bella spinta in avanti grazie ai successi della nostra nazionale ricca di giovani talenti. Io ho sempre lavorato con ragazze molto giovani e questa è la chiave per andare avanti, il settore giovanile! Mi sembra che in questi anni la federazione abbia lavorato in questa direzione,e mi sembra la strada giusta.

Noi come società puntiamo da sempre sulle squadre giovanili, questo comporta un lavoro immenso è faticoso ,ma garantisce la buona salute di tutto il nostro movimento.

Penso che a oggi molte società stiano lavorando in questa direzione ,e questo mi fa ben sperare”.

Continuiamo la nostra conoscenza della società Iacomes New Bollate, parlando con il presidente Giovanni Torre.

Il presidente Torre con Malagò

Personalmente, questo progetto di Bollate lo trovo molto interessante e significativo, permette di far crescere diverse atlete, giovani e giovanissime, e concordo con le parole del Presidente Giovanni Torre, che questa esperienza ed i risultati ottenuti può essere ripetuta anche da altre società ed essere un volano per aumentare i tesseramenti e l’attenzione sul softball.

Come nasce il progetto NewBollate Iacomes, e quale è stato il vostro percorso in questi anni?

Il progetto New Bollate nasce dall’esigenze e direi necessità del Bollate Softball 1969 di mettere in campo le tante atlete del nostro settore giovanile, anche perchè l’età critica dell’abbandono allo sport è 18-20 anni sopratutto per motivi di studio.

Cosi’ nasce l’avventura New Bollate, avere una squadra dove le nostre ragazze possono fare esperienza, giocare con continuità ed essere pronti per il “salto” con la squadra maggiore del Bollate Softball 1969.

Un gruppo di atlete che grazie alla possibilità data dalle norme federali del tesseramento verticale, possono giocare in due categorie differenti, ha permesso in questi anni alle ragazze del New Bollate di avere qualche presenza in SerieA, con il BollateSoftbal1969. Infatti il roster del NewBollate principalmente è costituito da atlete U18 ed alcune U15, una scelta che ha dato i suoi frutti.

In questi anni abbiamo più volte sfiorato la promozione in SerieA, sono state stagioni sempre ottime che hanno portato risultati che premiano il lavoro svolto dai nostri tecnici e dalla nostra società (Dante Di Lauro e Daniela Soldi che ringrazio), regalando diverse soddisfazioni alle ragazze impegnate nei campionati, possiamo dirci solamente orgogliosi di quanto fatto fino ad adesso.

Come sei arrivato al softball, e come vedi la situazione del softball ?

provengo dal calcio come dirigente sportivo di un squadra locale e grazie a mia figlia (Silvia Torre attualmente impegnata in ritiro con la nazionale in Florida) da allora non ho più abbandonato questo sport, anzi mi ha coinvolto sempre di più.

Disponiamo di un complesso sportivo, gestito direttamente dal Bollate Softball 1969, e grazie al lavoro ed al contributo di tanti volontari che aiutano la società quotidianamente, tutto ciò ci permette di pianificare le attività. Queste due stagioni con l’emergenza COVID sono state molto impegnative, e anche l’impegno della Federazione è stato importante.

Grazie ai successi della Nazionale e dei Club in ambito europeo, l’interesse verso il softball rimane sempre alto. Puntare sull’attività giovanile deve essere un impegno per tutte le società, forse i risultati del NewBollate possono essere un esempio da seguire per molti.

La stagione 2021 è alle porte con quale spirito affrontate questo campionato di SerieA?

Giocare in SerieA, con la nostra squadra sarà una grande soddisfazione, l’esperienza accumulata in questi anni ci permette di affrontare la stagione senza pressioni, non dobbiamo dimostrare nulla, Sono sicuro che nonostante la giovane età, le nostre ragazze sapranno togliersi delle belle soddisfazioni, affrontando squadre più blasonate ed attrezzate di noi. Affrontiamo la stagione consapevoli e con la certezza di non avere nulla da perdere. Il nostro staff tecnico sta lavorando in questi giorni, per avere il roster pronto alle prime sfide di campionato senza paura. Per ultimo vorrei ringraziare l’azienda MONZESI che in questi anni ci è stata vicina, supportando la nostra attività-”

WordPress Author Box
Massimo Moretti

Nato nel 1973....aspettando da troppo tempo lo scudetto. Semplice appassionato di baseball come tutti quelli che vivono nella città del Tridente. Ottima prima base nei tempi (mio giudizio) protagonista assoluto in una partita con la maglia dei Ragazzi del Nettuno B.C. contro gli americani della base Nato di Napoli (ho le prove ed i testimoni). Vanto una presenza al piatto con la maglia del Baseball Club Rovigo in serie C nono inning uomo in base sotto 3 a 1 in quel di Poviglio strike out senza gloria. Ho provato la scalata nelle Minors come da foto profilo ma senza successo.